Partner

Nc Digital Awards 2018/2. Le nuove frontiere della comunicazione digitale. La parola a Tassi e Mandelli (Caffeina), Manno (Doing), Zamboni e Polia (Jwt) e Rascio (Generali)

In occasione della riunione plenaria della giuria del Premio di ADC Group, abbiamo intervistato i creativi che hanno presentato live le proprie campagne in concorso, perché ci illustrassero il loro punto di vista relativamente ai trend che stanno caratterizzando la comunicazione digitale. Ai microfoni di ADVexpress Tv Tiziano Tassi e Pietro Mandelli (Caffeina), Domenico Manno (Doing), Luca Zamboni e Alessandro Polia (J. Walter Thompson), Claudio Rascio (Generali Italia).

La giuria di aziende degli Nc Digital Awards 2018 si è riunita in sessione plenaria il 24 settembre al Blue Note di Milano per decretare i vincitori della settima edizione del Premio ideato e promosso da ADC Group, che ha visto il debutto quest'anno delle Tipologie Speciali IMA - Influencer Marketing Awards e Digital Branded Content, oltre ad ospitare al suo interno anche i concorsi  Premio Facebook e Instagram e Programmatic Awards, giunti rispettivamente alla quinta e seconda edizione.            .

Guarda il video dei lavori della giuria.

Per l'occasione i creativi, che hanno presentato 'live' le proprie campagne agli oltre trenta manager d'azienda seduti in giuria, hanno illustrato ai nostri microfoni il loro punto di vista relativamente a trend nuove frontiere della comunicazione digitale in ottica di massima integrazione.

La nostra inchiesta prosegue oggi con i commenti di:

Tiziano Tassi, Ceo Caffeina. Per il creativo "Oggi la nuova frontiera della comunicazione digitale è quella in cui il digitale arriva ad assumere una forma reale, ad interagire con quello che è il mondo che ci circonda, a toccare nuovi touch point, a connettere piattafortme diverse (strada, tv, mobnile, punto vendita, web)  e a dare la possibilità di creare una campagna che sia coerente e che ci permetta di parlare alle persone nel modo corretto a seconda della fase di conoscenza che hanno della marca, in tutti i touch point durante un viaggio che li porta a conoscere meglio la marca, il prodotto o l'evento". Gli fa eco il Senior art director e vicedirettore creativo Pietro Mandelli, aggiungendo che: "il digital integrated ci permette di prendere le innovative tecnologie che abbiamo a disposizione ed usarle al meglio, a seconda di quello che è il target perché esprimano il loro massimo potenziale. Una campagna instagram ad esempio può convivere bene con un'operazione di realtà aumentata, ma devono essere pensate per delle specifiche fasi di comunicazione e uno specifico target".

Domenico Manno, Executive creative director Doing, parte dal presupposto che "Le nuove frontiere della comunicazione digitale risiedono nell'eliminare la parola digitale, visto che oggi tutto è già digitale. Lo abbiamo visto anche nell'ultima edizione del Festival di Cannes, dove in seguito alla rivoluzione delle categorie che è stata fatta dall'organizzazione Cyber è sparito. Oggi c'è la possibilità  di interagire sempre più con le persone, quindi quello è probabilmente il lavoro da fare per cercare di ottenere risultati sempre migliori utilizzando gli strumenti digitali per creare conversazione, valore intorno al brand e costruire qualcosa di più articolato rispetto alla relazione tra consumatore e brand stesso".

Luca Zamboni, Direttore creativo J. Walter Thompson, spiega: "Oggi il futuro è sempre più video e digitale. Questo il punto di partenza delle nostre campagne e lo raccontiamo attraverso esperienze reali in un universo che è sempre più alla portata di tutti e che possiamo vivere sui nostri dipositivi mobili ogni giorno". Il senior art director Alessandro Polia si è unito commentando: "Le creatività possono nascere da qualcosa di fisico, tangibile, dalle persone, per poi animarsi e diventare video o esplorazione sui canali social. Quindi tutto è più o meno circoscritto all'interno di un'idea creativa che poi esplode e diventa digitale".

 

Per l'Head of corporate digital communication di Generali Italia, Claudio Rascio, invece: "Il contenuto rimane l'elemento fondamentale per una campagna di comunicazione digitale di successo. Il contenuto è al centro di tutto e deve essere di valore, quindi utile  per le persone e per le loro vite, ma anche distintivo e avvalorato dall'endorsement di esperti, influencer ed opinion leader".