Advertising

Domani il cda FullSix fa il punto della situazione

Nel consiglio della società al centro del duro scontro tra Benatti e Wpp, verrà valutato lo stato dell’arte. Pubblichiamo i dati relativi ai consiglieri, gli azionisti rilevanti, le quote sul capitale ordinario e votante, azionariato di Blugroup Holding. Nella foto il presidente Marco Girelli.

Il 23 dicembre la conversione da azioni di risparmio in azioni ordinarie attraverso la controllata Blugroup Holding, di cui controlla direttamente il 70%. In questo modo Marco Benatti arrivava al controllo del 35,13% della società. Lunedì 9 gennaio due fatti che faranno di questa data un giorno emblematico per il mondo della comunicazione nostrano. Benatti veniva improvvisamente destituito dalla carica di country manager di Wpp Italia e messo letteralmente alla porta dal numero uno di Wpp, Sir Martin Sorrell . Allo stesso tempo, in un quadro di guerra ormai aperta tra i due e senza esclusione di colpi, la super holding procedeva all'acquisto di poco più del 6% delle azioni di FullSix, passando dal 21,538% al 26,216%, come reso noto ufficialmente dalla Consob nella giornata di ieri, avvicinandosi quindi a grandi passi verso la soglia Opa del 30%. Come pure, non si sa ancora chi, il 10 gennaio, abbia comprato quasi due milioni di azioni, pari a circa il 20% del capitale. Chi sta facendo razzia di azioni? In un accurato articolo del Sole-24 Ore di oggi, Martin Sorrell, interpellato sull'argomento dichiara che se avesse dichiarato alla stampa di aver aumentato la quota oltre il 26,2% violerebbe il suo impegno con la Consob. Premette la sua affermazione dicendo che "al contrario di certe persone che vi lascio immaginare (la stoccata è rivolta ovviamente a Marco Benatti, ndr) noi rispettiamo la legge e rispettiamo le regole", per concludere che "ulteriori annunci saranno fatti quando ci sarà consentito farlo. A voi le deduzioni".

Come fa ancora notare il quotidiano economico di Confindustria, se a muoversi fosse stato uno dei due protagonisti, o entrambi, per obbligo di legge entro oggi doveva essere comunicata la variazione di partecipazione. Così non è stato e quindi permane il mistero su chi, ed eventualmente a favore di quale delle due parti, ha messo tanto fermento nel mercato. Al momento in cui scriviamo queste sono le quote degli altri soci : il 4,614% e il 4,548% appartenente rispettivamente ai fondatori Enrico Gasperini e Alberto Fioravanti (passati rispettivamente, secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore di oggi, al 2,2% e 3,7%); il (3,114%) a Marco Tinelli . Il restante delle quote, è flottante. Il capitale sociale di FullSix è di 10,464 milioni di azioni per un valore nominale di 0,50 euro.

Mentre il titolo ha chiuso oggi con un ripiego del -3,63% dopo la potente impennata di ieri (+7,06%), nella giornata di domani (19 gennaio) si riunirà il consiglio di amministrazione di FullSix, convocato come normale che sia quando si verificano eventi societari così macroscopici. L'ordine del giorno non è stato dichiarato ufficialmente anche se è più che lecito supporre che il presidente della società Marco Girelli (nella foto) farà il punto della situazione tra i consiglieri. Da quello che risulta ad ADVexpress non sarà presente Marco Benatti, e Girelli riconfermerà quanto già emerso attraverso un comunicato stampa diffuso nei giorni scorsi, che l'azienda focalizzerà il proprio business esclusivamente sulle attività di CRM.

Sembrano quindi esclusi clamorosi colpi di scena, poichè si tratta di una società quotata in borsa e le notizie 'price sensitive', come acquisto o cessione di quote, devono essere prima comunicate per legge agli organi di controllo finanziari. Ricordiamo che nel consiglio di amministrazione di FullSix, oltre al presidente Girelli, siedono lo stesso Benatti, i due a.d. Marco Tinelli e Giovanni Diadema. Tra i consiglieri appaiono, tra gli altri, il fondatore Enrico Gasperini, i consiglieri indipendenti Pier LuigiCelli ed Enrico Robbiati, come noto fondatore e socio di Ediforum (Mediaforum e Daily Media), e Daniela Weber . Collaboratrice di una vita del manager veronese la Weber ha fatto una brillante carriera divenendo consigliere delegato di Wpp Italia e stringendo un più che solido rapporto con lo stesso Sorrell. Con la cacciata di Benatti, a lei sono affidate le redini di Wpp Italia, in attesa che Sorrell decida sul ruolo del country manager.

Nel balletto di cifre e persone circolate in questi giorni pubblichiamo alcuni dati, ovviamente pubblici e disponibili a chiunque, relativi alla società: il cda, gli azionisti rilevanti, le quote sul capitale ordinario e votante, e l'azionariato di Blugroup Holding.

Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore di oggi, e non ancora ratificato dalla Consob, Enrico Gasperini detiene una quota del 2,2%, Alberto Fioravanti del 3,7, e manager francesi di FullSix una quota dell'1,6%.