Advertising

Just Eat torna in tv con la nuova campagna di Y&R, festeggia 1 mln di clienti in Italia e punta ad avere 10mila ristoranti partner entro la fine del 2018

Il nuovo spot, declinato in 3 soggetti, debutterà in tv domenica 14 gennaio e resterà on air per tre settimane. La produzione è a cura di Black Mamba, la regia è di Jacopo Carapelli. Pianificazione di Adress Media. Just Eat conta su oltre 7.600 ristoranti partner in Italia (+45% sul 2016) e nel 2017 ha registrato un’espansione territoriale di oltre il 70%: attualmente è presente in più di 700 città italiane.

A meno di un mese dalla comunicazione ufficiale dell'assegnazione a Y&R della comunicazione atl e ad Adress Media della pianificazione tv (leggi news), Just Eat presenta la nuova campagna pubblicitaria frutto di questa collaborazione, che debutterà in tv domenica 14 gennaio e resterà on air per tre settimane con due soggetti a rotazione, a cui ne seguirà un terzo.

Lo spot multi soggetto si declina infatti in 3 differenti occasioni di consumo e altrettanti target di riferimento, con l’obiettivo di promuovere una strategia di brand orientata al rafforzamento della leadership sul territorio italiano e all’identificazione del digital food delivery come abitudine quotidiana, conveniente, facile, smart e ideale per tutti, mostrando la semplicità di utilizzo dell’app dal momento in cui nasce il bisogno dell’utente fino all’esperienza dell’ordine, sempre coinvolgente e positiva.

Le tre situazioni sono ambientate durante tre differenti serate: una pizza in famiglia, tra amici che si ritrovano con hamburger e videogame, e una tranquilla e rilassante serata di una ragazza e il suo cagnolino a base di sushi e serie tv. Protagonista assoluta, la musica che, al centro di ogni soggetto, con tracce originali e inedite, racconta, in linea con il nuovo payoff, che 'Il bello è prenderci gusto'.

JustEatSpotTv

 Grazie all’elemento musicale infatti le creatività coniugano l’aspetto più funzionale ed educativo delle immagini, che mostrano l’intera procedura dell’ordine, con un intento coinvolgente e identificativo dello spettatore in ogni singola situazione. A questo si aggiunge l’effetto memorabile dato dai motivi pop, trap e pop-dance che accompagnano le tre differenti serate.

"Abbiamo deciso di puntare sulla musica, che rappresenta da sempre un driver efficace della comunicazione - ha commentato Vicky Gitto, Chief Creative Officer YR Italia - , scrivendo dei pezzi ad hoc per la marca, con un testo chiaro e immediato che raccontasse Just Eat e fosse ingaggiante per i potenziali consumatori. Inoltre, particolare attenzione è stata riservata al cibo, per sottolineare l'alta qualità del servizio e combattere una delle resistenze al food delivery, costituita dal pensiero che il cibo consegnato possa essere di qualità inferiore rispetto a quello consumato in loco".

Gli spot sono stati prodotti da Black Mamba, con la regia di Jacopo Carapelli. La campagna, pensata per una pianificazione più a lungo termine rispetto agli anni precedenti, prevede un primo slot on air fino al 3 febbraio sulle principali emittenti tv: Publitalia, Rai, Cairo, Discovery, Sky Italia, Viacom e Digitalia, con formati della durata di 30” e 15”

"Tv e digital sono senza dubbio i mezzi su cui si concentra gran parte dell'investimento, ma stiamo pensando di coinvolgere altri mezzi, come ad esempio la radio - ha spiegato Tiziana Bernabè, brand manager Just Eat - . Inoltre, a livello locale pianificheremo delle affissioni in co-branding con i nostri ristoranti partner, oltre ad un'intenza attività di PR". 

Ricordiamo che, per le attività di comunicazione digitale, il brand si avvale della collaborazione dell'agenzia Byte London

Just Eat, presente in 13 Paesi, conta 79.000 ristoranti partner e serve 19,6 milioni di consumatori. Il mercato più importante per l'azienda nata in Danimarca, sia in termini di volumi che di organico, è il Regno Unito, dove la cultura del food delivery è già molto sviluppata, ma anche l'Italia rappresenta un mercato con alte potenzialità di crescita.

"In Italia nel 2017 abbiamo tagliato il traguardo di 1 milione di clienti (+63% sul 2016)- ha affermato Daniele Contini (nella foto in alto), Country Manager di Just Eat in Italia - . Abbiamo oltre 7.600 ristoranti partner in tutto il Paese (+45% sul 2016) e puntiamo ad averne 10mila entro la fine dell'anno. Quest'anno abbiamo registrato un’espansione territoriale di oltre il 70%: siamo attualmente presenti in più di 700 città italiane e nel 2017 abbiamo registrato anche una crescita degli ordini pari al +104%".

Nel nostro Paese Just Eat detiene oltre il 50% di quota del mercato del food delivery e lavora per lo più con ristoranti già attrezzati per la consegna a domicilio

"Considerando che i consumatori italiani di cibo take away sono 28 milioni, mentre quelli che si avvalgono dei servizi di digital take away sono 1,4 milioni è facile intuire le interessanti opportunità di sviluppo  - ha spiegato Contini - . Potenzialmente sono 10 milioni gli italiani pronti a utilizzare il servizio, che deve però essere raccontato. Anche il fatto che nel 2017 la percentuale di acquisti online di prodotti abbia eguagliato quella degli acquisti online dei servizi fa ben sperare nella crescita del settore". 

"Attraverso la nuova campagna vogliamo rendere chiaro a tutti che ordinare cibo a domicilio online con Just Eat è davvero smart, semplice e veloce, e quindi adatto a tutti. Per farlo abbiamo scelto un progetto coinvolgente, memorabile e inclusivo, in grado di far emergere i nostri asset strategici principali e l’efficacia del digitale rispetto all’ordinazione al telefono. Vogliamo diventare un brand nazionale, disponibile per tutti e in tutta Italia, sia nelle grandi città che nei piccoli centri, unendo in una vera food community clienti e ristoranti partner", ha chiosato il manager.

Serena Piazzi