Live Communication

Danone Nations Cup 2010, in campo per Haiti

Il Torneo, organizzato in Italia in collaborazione con il CSI - Centro Sportivo Italiano, è patrocinato dal Coni, dal Ministero della Gioventù, dall'Agenzia nazionale per i giovani e dalla Lega Calcio. Sostenitori del progetto anche Adidas, Canon, Eurosport, Ferrarelle e PES2010.

La Danone Nations Cup è una delle più importanti manifestazioni calcistiche internazionali che coinvolge ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 12 anni.

L'edizione 2010 della DNC, organizzata come ogni anno in collaborazione con il CSI - Centro Sportivo italiano, ha il patrocinio del Coni, del Ministero della Gioventù, dell'Agenzia nazionale per i giovani e della Lega Calcio.

Il numero delle nazioni coinvolte nel corso della storia del torneo, sin dalla sua nascita nel 1999, è aumentato rapidamente fino a toccare la quota di 40 Paesi rappresentativi dei Cinque Continenti, per un totale di oltre 2.500.000 bambini provenienti da tutto il Mondo.
Quest'anno anche Haiti sarà tra i Paesi ospitati, grazie all'attività e al supporto sviluppato da Danone Italia in collaborazione con la Fondazione Francesca Rava - N.P.H. Italia Onlus e il CSI - Centro Sportivo Italiano. Una decisione, questa, che Danone Italia ha condiviso con i propri dipendenti coinvolgendoli in prima persona nella scelta dell'ambito a cui rivolgere la nuova attività di Responsabilità Sociale attraverso un concorso interno che si è svolto lo scorso luglio.

"La proposta della Fondazione Francesca Rava, avanzata da un team di colleghi, è stata accolta da subito con grande entusiasmo e unanime consenso. Dopo il tragico evento di gennaio, entrare attivamente nel programma di aiuti per Haiti ci è sembrata una scelta ancor più dovuta - spiega Xavier Mitjavila, Amministratore Delegato e Presidente di Danone - . Insieme alla Fondazione abbiamo attuato e stiamo tutt'ora pianificando alcune attività che si svilupperanno a 360° attorno alla nostra azienda. La Danone Nations Cup è un primo tassello di un puzzle ampio, un evento che si presta perfettamente a quest'operazione di sensibilizzazione non solo perché è forte di una storia lunga e di particolare fascino tra i giovani e le loro famiglie, ma anche perché incarna quei valori etici e morali propri di Danone e di tutto un percorso che abbiamo chiamato Danone per Haiti".
All'indomani della devastazione attuata dal terremoto di gennaio, i dipendenti di Danone si sono attivati organizzando una raccolta fondi il cui ricavato è stato moltiplicato per dieci dall'azienda e devoluto interamente alle attività della Fondazione Francesca Rava - N.P.H. Italia Onlus in Haiti. Leggi la notizia su www.e20express.it.