Foreign Office

Nivea risponde alle accuse di omofobia dopo la rinuncia dell'incarico creativo da parte di FCB. "Nessuna forma di discriminazione, diretta o indiretta, è o sarà tollerata"

Un portavoce di Beiersdorf AG cui Nivea fa capo, ha ricordato a Campaign US l'impegno della company "a favore della diversità, del rispetto reciproco, delle pari opportunità e della tolleranza, valori condivisi e vissuti all'interno della multinazionale".

Nivea ha risposto alle accuse di commenti omofobi che avrebbe fatto in una telefonata con FCB e che, come riporta in questi giorni la stampa estera (leggi news ripresa anche da ADVexpress) avrebbe portato la storica agenzia di riferimento a rinunciare all'incarico creativo a partire da dicembre.

Un portavoce di Beiersdorf AG cui Nivea fa capo, ha dichiarato a Campaign US che "questa è l'occasione giusta per un nuovo inizio per la creatività e il brand management di Nivea".

Pur non indirizzando le accuse, Nivea ha sottolineato il fatto che un comportamento omofobo non sarà tollerato. 

Il portavoce ha aggiunto alla testata: "Comprendiamo che le emozioni e i nuovi interessi si intensifichino quando una lunga relazione di business finisce, tuttavia chiediamo di comprendere se non commentiamo speculazioni infondate". "Ciò nonostante sottolineiamo il fatto che le accuse riportate non riflettono i valori di Beiersdorf, di Nivea e dei nostri impiegati a livello mondiale. Nessuna forma di discriminazione, diretta o indiretta, è o sarà tollerata. Siamo fortemente impegnati a favore della diversità, del rispetto reciproco, delle pari opportunità e della tolleranza. Questi valori sono condivisi e vissuti all'interno di Beiersdorf". 

"Siamo una company internazionale con più di 20mila impiegati di genere, orientamenti, nazionalità, background e personalità diverse in tutto il mondo. Attraverso i nostri prodotti entriamo in contatto con milioni di consumatori nel mondo ogni giorno. Sappiamo che l'individualità e la diversità in tutti gli aspetti porta ispirazione e creatività alla nostra società e alla nostra company".

FCB non ha commentato.