Digital

ActionAid Italia presenta il chatbot AIDA su Facebook Messenger. Firma Imille

Dalla pagina Facebook ufficiale dell'organizzazione internazionale possibile iniziare una conversazione con il bot. Attivando le notifiche, l’utente riceverà gli aggiornamenti dall'associazione.

Il chatbot Aida è il nuovo canale su cui è oggi raggiungibile ActionAid, l’organizzazione internazionale che opera in più di 40 Paesi per un mondo senza ingiustizia, dove ogni persona possa godere pienamente dei propri diritti, libera dai limiti derivanti da povertà, disuguaglianza ed esclusione sociale. 

Dalla pagina Facebook ufficiale di ActionAid Italia è infatti possibile iniziare una conversazione con il bot. Attivando le notifiche, l’utente riceverà gli aggiornamenti da ActionAid. Ad esempio, le notizie che raccontano l’impegno dell’associazione e dei suoi attivisti in Italia e nel mondo al fianco delle comunità più povere ed emarginate, la possibilità di attivarsi diventando volontari, o i modi in cui è possibile offrire il proprio supporto in situazioni di emergenza tramite donazioni.

Con il Messenger bot sviluppato da Imille, ActionAid si propone di spingere la propria comunicazione verso un’interazione sempre più stretta con gli utenti, siano essi sostenitori già attivi, potenziali o curiosi da coinvolgere in modo ingaggiante. ActionAid rafforza la sua presenza sui canali social e può generare lead utili in relazione all’attivismo o alle donazioni.

Aida è in grado di rispondere a domande legate all’organizzazione e alle sue numerose attività (come «Cosa fa ActionAid per i diritti delle donne?», «Cosa fate in Ghana?» o «Cosa fa ActionAid nelle aree colpite dal terremoto in Centro Italia?»), rendendo intuitivo e agevole l’accesso alle informazioni da parte degli utenti.

“Con Aida ActionAid intende lavorare nel senso dell’innovazione e della piena fruibilità, sia per i contenuti sia per i modi in cui relazionarsi e comunicare con il pubblico, per il quale trasparenza e affidabilità sono fondamentali. Per organizzazioni come la nostra, ciò significa stare sempre più vicino ai nostri sostenitori e coinvolgerne di nuovi per realizzare insieme il cambiamento”, afferma Sofia Maroudia, Chief of Operations di ActionAid Italia.