Digital

Havas Sports & Entertainment chiude il primo accordo per l’utilizzo di OhCoach con il Como 1907

Il club comasco, che da anni punta sull’innovazione nel calcio, introdurrà per tutte le squadre del settore giovanile l’utilizzo della tecnologia di Fitogheter: un dispositivo indossabile, OhCoach, che attraverso l’analisi dei dati provenienti dagli atleti alimenta una piattaforma di intelligence per promuovere il potenziamento delle performance sportive e la prevenzione degli infortuni.

A due mesi dall’annuncio della partnership con Fitogether, Havas Sports & Entertainment (Havas SE) chiude il primo accordo con il Como 1907 per l’utilizzo di OhCoach: la soluzione Electronic Performance Tracking System (EPTS) della società sudcoreana dedicata al mondo del calcio.

Il club comasco, che da anni punta sull’innovazione nel calcio, introdurrà per tutte le squadre del settore giovanile l’utilizzo della tecnologia di Fitogheter: un dispositivo indossabile, OhCoach, che attraverso l’analisi dei dati provenienti dagli atleti alimenta una piattaforma di intelligence per promuovere il potenziamento delle performance sportive e la prevenzione degli infortuni. Uno strumento che supporterà la crescita e lo sviluppo dei giovani calciatori, da sempre tra le priorità del Como 1907. Una tradizione che passa per Stefano Borgonovo, Marco Simone, Gianluca Zambrotta e Marco Parolo, talenti cresciuti da uno dei settori giovanili con maggiore storia in Italia.

Edoardo Alzetta, Head of Sports di Havas Media Group, dichiara: “La partnership con Fitogether è nata per presentare a club e leghe calcistiche tutte le possibilità di OhCoach nei principali mercati europei. Siamo molto orgogliosi di aver concluso il primo accordo proprio con il Como 1907, un club capace di apprezzare i vantaggi di un approccio data-driven al calcio”.

“Implementare l’utilizzo di questa tecnologia al fine di aumentare le prestazioni ha una doppia valenza – ha dichiarato Matteo Riva, preparatore atletico della squadra Primavera e Under 17da un lato permette al team dei preparatori e all’allenatore di poter avere dati importanti per quanto riguarda l’intensità delle partite e degli allenamenti con la palla, dall’altro aiuta i ragazzi ad avere famigliarità con uno strumento nuovo che sicuramente può generare consapevolezza. Crediamo sia un importante passo in avanti per la nostra struttura”.