Educational

Al via il Master 2019 UPA in Comunicazione per giovani laureati e per formazione figure aziendali

Prende il via il 18 gennaio l'iniziativa che l'associazione delle principali aziende investitrici guidata dal presidente Lorenzo Sassoli de Bianchi (nella foto) organizza da oltre trent’anni per giovani laureati e da quest’anno aperta anche a giovani manager d’azienda. Oltre 100 le adesioni dei neolaureati tra i quali Upa sta selezionando 15 partecipanti, mentre sono 15 i manager che parteciperanno al corso.

Parte il 18 gennaio il nuovo corso Upa per la formazione in comunicazione d’azienda. E’ l’iniziativa che Upa, insieme a importanti aziende sponsor, organizza da oltre trent’anni ed è rivolta a giovani laureati. Da quest’anno essa è aperta anche a giovani manager d’azienda.
Oltre 100 le adesioni dei neolaureati tra i quali Upa sta selezionando 15 partecipanti, l’eccellenza tra i giovani con formazione economica, tecnologica ma anche umanistica. La classe avrà così composizione multidisciplinare che permetterà ai giovani scambi qualificanti.
Per il 2019 l'UPA, di cui è presidente Lorenzo Sassoli de Bianchi (nella foto), ha pensato di aprire il corso anche ai giovani manager delle aziende associate per offrire loro la possibilità di un aggiornamento e per favorire il contatto tra professionisti e neolaureati con una visione comune.

La proposta è stata accolta  da ben 15 manager che parteciperanno al corso.
Una scelta di formazione, quella operata da Upa, apprezzata dalle aziende che guardano al Master per l’inserimento di nuove risorse: a un mese dalla conclusione dell’ultima edizione tutti i giovani usciti nel 2018 dal Master sono già perfettamente inseriti nel mondo del lavoro.
Tutto questo è reso possibile grazie al sostegno di importanti aziende che da anni (in alcuni casi dalla fondazione) offrono il loro contributo economico consentendo la gratuità del corso. A Auditel, Google, Intesa Sanpaolo, Nielsen, Pellini Caffè, Publitalia ’80, Ferrero SpA, Generali Italia, IGPDecaux, La7, Luigi Lavazza, Mediamond, OPQ, Piemme, Rai Pubblicità, RTL 102.5 quest’anno si affianca WebAds.