Mercato

Gruppo Bauli e GroupM entrano in OBE

A rappresentare il Gruppo dolciario all’interno di OBE sarà Roberto Bellinzona, Regular Consumption Marketing Director. “Il branded entertainment è ormai entrato a pieno titolo nella strategia di comunicazione dell’intero Gruppo Bauli, con risultati sempre più interessanti" commenta Alberto Raselli, Media & Communication Manager del Gruppo Bauli. Federica Setti, Chief Research Officer di GroupM Italia, commenta: "Il branded content è uno dei territori più dinamici nello scenario della comunicazione attuale e ci piace poter beneficiare dell’opportunità di sperimentare e raccontare utilizzando una leva di comunicazione così versatile”.

OBE - Osservatorio Branded Entertainment, l’Associazione che studia
e promuove la diffusione sul mercato italiano del branded entertainment come leva strategica per la comunicazione integrata di marca, raccogliendo intorno a sé i principali player della filiera, annuncia l’ingresso tra i propri associati di due nuovi rappresentanti della industry del BC&E: Gruppo Bauli e GroupM.

Tra le maggiori realtà industriali italiane del settore dei prodotti da forno, Gruppo Bauli è da
sempre particolarmente attento a presentare i propri brand in maniera innovativa e originale,
dosando sapientemente creatività e storytelling, nel promuovere in maniera inedita e autentica valori, purpose e messaggi dei propri marchi. Con l’affermarsi progressivo del branded content & entertainment, negli ultimi anni l’azienda ha saputo cogliere le tante opportunità creative offerte dalla nuova leva per costruire contenuti inediti e coerenti con il purpose di marca.
A rappresentare il Gruppo all’interno di OBE sarà Roberto Bellinzona, Regular Consumption Marketing Director del Gruppo Bauli.

“Il branded entertainment è ormai entrato a pieno titolo nella strategia di comunicazione
dell’intero Gruppo Bauli, con risultati sempre più interessanti. – commenta Alberto Raselli, Media & Communication Manager del Gruppo Bauli – Ognuno dei nostri brand, tuttavia, ha un proprio stile comunicativo preciso e un tone of voice caratterizzante, dall’ironia di Buondì Motta al respiro più familiare dei prodotti Bauli, motivo per il quale per noi è assolutamente fondamentale individuare i messaggi corretti da veicolare per poter raggiungere i nostri target. In quest’ottica, crediamo che OBE - Osservatorio Branded Entertainment possa rappresentare un’utile occasione di confronto con player rilevanti e una piattaforma di scambio particolarmente fruttuosa”.

Un’altra realtà e operatore di settore che è riuscita a integrare con successo il branded content &  entertainment nella propria strategia di client management è GroupM , Holding Media del Gruppo WPP. Attraverso le sue tre agenzie media - Mindshare, MediaCom e Wavemaker -, GroupM sviluppa soluzioni di comunicazione che aumentano la competitività dei suoi clienti grazie ad un sistema integrato di servizi dedicati.

“GroupM è orientata all’innovazione e all’offerta di servizi e tecnologie all’avanguardia. Non
abbiamo mai dimenticato, però, il ruolo centrale del contenuto: aver accesso a informazioni,
banche dati e momenti di condivisione ci consente di confrontare e arricchire l’esperienza maturata negli anni, per offrire ai clienti delle nostre agenzie un servizio di valore. – commenta Federica Setti, Chief Research Officer di GroupM Italia – Entriamo in OBE con lo stesso spirito con il quale affrontiamo il lavoro quotidiano: tanta curiosità, propositività e apertura al cambiamento. Perché il branded content è uno dei territori più dinamici nello scenario della comunicazione attuale e ci piace poter beneficiare dell’opportunità di sperimentare e raccontare utilizzando una leva di comunicazione così versatile”.

“Sono molto felice di dare il benvenuto in Associazione a due realtà così attive nel mercato del branded entertainment come Gruppo Bauli e GroupM: sono sicura che la lunga esperienza e pratica quotidiana in questo settore di entrambi ci aiuteranno a indagare e comprendere ancora meglio le dinamiche alla base della realizzazione di un contenuto di successo. – dichiara Anna Gavazzi (foto in alto), Direttore Generale di OBE – In queste ultime settimane dell’anno stanno aderendo a OBE molti brand, una grande soddisfazione, nonché la miglior forma di apprezzamento per tutto il lavoro fatto nel 2019 per offrire sempre più servizi, corsi, ricerche e approfondimenti ai nostri soci. Il 2020 si aprirà per OBE con il superamento delle 60 aziende associate e sarà un anno importante per il consolidamento di una realtà che rappresenta, oggi, il principale interlocutore istituzionale di una industry chiave per la comunicazione italiana come è il branded entertainment”.