Mercato

Inside chiude il 2020 a +22% e inizia il 2021 nel segno della crescita a doppia cifra. In arrivo nuovi professionisti

L'agenzia di comunicazione integrata e indipendente guidata dal Ceo Luca Targa (nella foto), amplia l'organico con l’inserimento di un nuovo Project Manager senior e di un junior, che si aggiungono ai sei attuali, di due Social Media Manager, di un nuovo creativo, di un Sales and Marketing Manager di grande esperienza e di un Digital Consultant.

A livello globale il 2020 è stato un anno complicato, sia dal punto di vista della salute
pubblica che - conseguentemente - da quello economico-finanziario, con un 2021 che
inizia tra paure e preoccupazioni soprattutto in merito agli aiuti pubblici legati al Recovery
Fund.

Eppure, anche all'interno di questo panorama, ci sono aziende che si distinguono per quelli
che sembrano dei veri e propri anticorpi alla crisi. Parliamo di realtà che, oltre a resistere,
hanno saputo incrementare la loro presenza sul mercato. Tra gli elementi comuni a
queste aziende sussistono fattori chiave quali visione, formazione, digitalizzazione,
innovazione tecnologica e progettualità.

È il caso di Inside, player nel panorama nazionale della comunicazione integrata come
società indipendente, che ha saputo cogliere per tempo questi aspetti, chiudendo un 2020
con un +22%. Un risultato di per sé straordinario se rapportato allo scenario pandemico in atto da marzo, tenendo inoltre in considerazione che il 2019 per l'agenzia associata UNA era stato un anno positivo e di ulteriore crescita rispetto al precedente.

Ma Inside, guidata dal CEO e Responsabile Strategico Luca Targa (nella foto), non ha certo
intenzione di fermarsi qui: crescono gli investimenti, tecnologici e strutturali, prosegue il
coinvolgimento di professionisti specializzati e, di conseguenza, arrivano nuovi progetti qualificati da aziende che si inquadrano come big player all'interno dei vari settori
merceologici.

Nella fattispecie l'organico dell'agenzia si sta arricchendo con l’inserimento di un nuovo
Project Manager senior e di 1 junior, che si vanno ad aggiunge ai sei attuali, due
ulteriori Social Media Manager all’interno del Team Social, un nuovo creativo, un Sales
and Marketing Manager
di grande esperienza e, non da ultimo, un Digital Consultant. A
corredo di questi innesti Inside ha già provveduto all’acquisto di tre nuove vetture che
andranno a implementare l’attuale flotta aziendale.

Gli obiettivi a breve e medio termine? C'è innanzitutto la ferma intenzione di proseguire
una crescita a doppia cifra
, come spiega l’Amministratore Unico Luca Targa: "I risultati
raggiunti nel corso dell'ultimo anno ci hanno ripagato dell'impegno che, come agenzia, abbiamo messo in campo nel cercare di supportare i clienti in ogni momento, aiutandoli ad
adottare le soluzioni più congeniali per fare business anche in tempi di crisi. Al di là del
fatturato ci incoraggia il fatto che le aziende in portfolio hanno rinnovato attività e partnership anche per il 2021 e, al tempo stesso, abbiamo acquisito nuovi clienti per progetti davvero ambiziosi. Investiamo molto in formazione e personale qualificato: aprendo le selezioni per i nuovi inserimenti sono arrivate centinaia di domande. Al di là della valenza estetica dei progetti off-line e digitali che realizziamo, contano i riscontri oggettivi. Quello che proponiamo non è solo un bello che piace, ma un bello che vende. Sulla base di questi principi, un fattore che ci distingue dai competitor è rappresentato dal fatto che ogni nostro progetto si basa sulla garanzia del raggiungimento degli obiettivi concordati con il cliente".

Un ulteriore accenno Luca Targa lo riserva al suo ultimo libro "Ripartiamo dalla felicità",
uscito poco prima delle festività natalizie. "Al di là dell’incoraggiante performance di copie
vendute, mi fa davvero piacere ricevere molti feedback positivi di persone che lo hanno letto
e che ne hanno apprezzato il contenuto. Proprio in questo momento particolare che stiamo
vivendo - ha precisato il CEO di Inside - credo ci sia bisogno di una visione positiva a livello
individuale per uscire nel modo migliore dalla crisi".