Mercato

Serviceplan e InMediato lanciano Mediaplus Italia con Vittorio Bucci

Il manager, proveniente da PHD, sarà anche partner del gruppo e in qualità di AD dei centri media, avrà l’importante compito di guidare il progetto di integrazione del media all’interno della Casa della Comunicazione. Alessandro Lacovara nuovo managing director di PHD.

È Vittorio Bucci, che lascia la carica di managing director di PHD Italia (Gruppo OMG),  il manager scelto per guidare le attività di Mediaplus Italia, l’agenzia media del gruppo Service Plan che nasce grazie alla partnership con InMediato, la prima agenzia media indipendente del mercato italiano per amministrato. (Al suo posto, nell'agenzia di OMG, è stato nominato managing director Alessandro Lacovara, leggi news).
Una scelta anche imprenditoriale, quella di Bucci, che ha assunto la carica di amministratore delegato sia di Mediaplus che di InMediato – lasciando alla fondatrice di quest’ultima, Sandra Grifoni, un ruolo ‘presidenziale’ – diventando inoltre partner di Service Plan Italia.

Come spiegato da Grifoni nell'ambito dell'incontro svoltosi presso la Casa della Comunicazione a Milano, InMediato, nata nel 2009 in periodo di piena crisi, ha saputo ritagliarsi un suo spazio nel mercato della consulenza media grazie a un posizionamento basato su indipendenza, trasparenza, elevato standard qualitativo del servizio, innovazione e attenzione al benessere delle persone. Per continuare a crescere, però, l’agenzia torinese aveva bisogno di maggior slancio sul fronte del digitale e insieme di un network capace di svilupparne l’offerta rivolta ai mercati esteri – mantenendo comunque il valore primario dell’indipendenza.
Da qui l’incontro con Service Plan, gruppo che proprio dell’imprenditorialità e dell’indipendenza dei diversi partner che lo compongono e che sono riuniti nella ‘Casa della Comunicazione’ ha fatto la propria bandiera.

Mediaplus Italia manterrà dunque le stesse caratteristiche di InMediato, con l’obiettivo però di
sviluppare un progetto complementare, ancor più completo, integrato, e orientato al futuro,
proponendosi come una realtà alternativa rispetto alle soluzioni proposte dai grandi gruppi
internazionali, con l’ambizione di rispondere in modo significativo alle grandi problematiche di
business che le aziende stanno affrontando. Come? “Superando il concetto stesso di agenzia media – risponde Bucci – grazie alle opportunità offerte da un approccio strategico ed evoluto ai dati e posizionandoci come The Data Driven Marketing Agency”.

Oltre il rumore mediatico, prosegue Bucci, ci sono delle reali opportunità, a patto di essere disposti a cambiare processi, organizzazione, strumenti, cultura. Mediaplus ha l’ambizione di colmare questo gap e supportare le aziende nel loro percorso evolutivo, dotandosi delle tecnologie più adeguate e modificando radicalmente il modello di servizio: l’intero processo diventa azionabile, misurabile e ottimizzabile in tempo reale, con focus sul singolo cliente e approccio totalmente trasparente.

In termini pratici, mentre InMediato (che conta oggi su 25 addetti) continuerà a focalizzarsi sul
mercato locale e sulle aziende italiane, Mediaplus Italia (che parte oggi con 5 addetti destinati
ovviamente a crescere seguendo l’evoluzione del business) potrà contare sulla forza del network internazionale per ambire a progetti di calibro internazionale – tanto di aziende italiane interessate ad aprire mercati esteri, quanto di aziende multinazionali interessate piuttosto al mercato italiano.

Dal network – che con 4,25 miliardi di euro di investimenti globali amministrati rappresenta oggi la prima alternativa sul mercato europeo ai grandi gruppi – Mediaplus Italia potrà infatti acquisire tool e tecnologie avanzate e già sviluppate sul fronte del planning digitale e non solo.

“Service Plan è il primo gruppo di comunicazione indipendente in Europa – ricorda Giovanni Ghelardi – e presto lo sarà del mondo con l’arrivo degli Stati Uniti. Siamo presenti in Italia dal 2012 e oggi nella Casa della Comunicazione sono presenti 8 agenzie, per un totale di 140 persone, ognuna delle quali gestita da imprenditori e partner. La nostra mission è la comunicazione integrata, e a tutte le specializzazioni e competenze già presenti si aggiunge oggi quella del media: per questo sono orgoglioso della partnership con InMediato e dell’arrivo di Vittorio Bucci, che testimoniano come ServicePlan continui a crescere grazie al coinvolgimento di persone chiave diventate parte del gruppo, piuttosto che per acquisizione di sigle o strutture“.

 

Tommaso Ridolfi