Media

Su Dplay Plus arriva "Che ne sarà: moda, influencer, futuro". Testimonial del settore raccontano in che direzione andrà la moda italiana post Covid 19

Anche il mondo del fashion ha subìto il contraccolpo del COVID-19 e anch’esso si è fermato. Come ripartire? Come reinventarsi? Il documentario racconta un mondo della moda rinnovato. Lo speciale, disponibile da mercoledi 27 maggio, è dedicato alla ripartenza del settore moda dopo l’emergenza sanitaria.

Dplay Plus, la piattaforma streaming pay di Discovery Italia che dà accesso ad una selezione di contenuti in esclusiva senza interruzioni, con le anteprime dei migliori programmi dei canali del portfolio, arricchisce l’offerta di maggio con “Che ne sarà: moda, influencer, futuro” (1x60’, scritto da Gabriele Parpiglia, produzione Roma Press), lo speciale dedicato alla ripartenza del settore moda dopo l’emergenza sanitaria: in esclusiva da oggi, mercoledi 27 maggio. Il documentario sarà trasmesso anche su Real Time canale 31 in prima serata giovedi 4 giugno alle 21:20.

Anche il mondo della moda, come interi altri comparti produttivi ed eccellenze italiane, ha subito il contraccolpo del COVID-19 e per un attimo, anch’esso si è fermato. Come ripartire? Come reinventarsi? Il documentario Che ne sarà: moda, influencer, futuro racconta un mondo della moda rinnovato, sia nelle macro che nelle micro realtà, aiutando a conoscere meglio chi vince, chi cambia, chi resiste e chi, perché no, stravolgerà il concetto di “moda”.

Alcuni grandi marchi hanno deciso di affidarsi a piattaforme social come Instagram o Tik Tok, altri invece, hanno rivoluzionato il modo di operare. Ma sono tutti pronti? Sono tutti d’accordo con il cambiare una strategia che magari, fino ad ora, si era rivelata più che vincente?

Attraverso la voce dei diretti protagonisti, scopriamo cosa sta accadendo nel mondo della moda, tra grandi imprenditori, stilisti, buyer, fotografi, modelle, fashion blogger e influencer che di moda vivono: da Santo Versace a Tomaso Trussardi, da Elisabetta Franchi a Mariano Di Vaio, da Flavio Briatore a Francesca Sofia Novello, da Wilma Faissol Facchinetti a Gianluca Vacchi e molti altri testimonial. Riusciranno a resistere in questo cambiamento epocale?