Media

Focus Junior lancia i podcast per bambini e ragazzi

L'obiettivo il brand del Gruppo Mondadori è quello di agevolare la lettura seguendo con più facilità il testo scritto, nonché quello di rendere gli articoli maggiormente fruibili anche in mobilità. Anche il carattere utilizzato nella rivista è stato recentemente modificato proprio per venire incontro alle esigenze di chi soffre di questo genere di problemi.

Focus Junior, il brand del Gruppo Mondadori pensato per soddisfare la curiosità di bambini e ragazzi dagli 8 ai 13 anni, lancia un’iniziativa che permette anche ai bambini con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), difficoltà nella lettura o ipovedenti, di fruire al meglio dei contenuti del magazine. 

A partire dal numero di maggio infatti, alcuni servizi della rivista potranno anche essere ascoltati tramite podcast. L'obiettivo è quello di agevolare la lettura seguendo con più facilità il testo scritto, nonché quello di rendere gli articoli maggiormente fruibili anche in mobilità. Anche il carattere utilizzato nella rivista è stato recentemente modificato proprio per venire incontro alle esigenze di chi soffre di questo genere di problemi.

“L’obiettivo di Focus Junior è quello di appassionare i bambini e i ragazzi alla scienza, alla storia e all’attualità, nonché di allenarli a chiedersi il perché delle cose affinché diventino adulti informati e capaci di compiere scelte consapevoli – dichiara il direttore Sarah Pozzoli -. I podcast sono soltanto il primo degli strumenti multimediali che introdurremo nei prossimi mesi per avvicinarci sempre di più alle nuove generazioni di lettori.” 

Per ascoltare i podcast di Focus Junior, i bambini dovranno digitare un link pubblicato nelle pagine del magazine, oppure utilizzare un QRcode che troveranno all'interno nella prima pagina dei dossier.

I podcast, inoltre, verranno pubblicati anche sul sito focusjunior.it.