Media

JCDecaux: nel primo semestre fatturato a + 0,6% (1.082,3 mln di euro) trainato da una crescita organica del +80,2% nel secondo trimestre. Bene l'arredo urbano

Il fatturato digitale (Digital Out of Home o DOOH) rappresentava nel primo semestre il 22,8% del fatturato del Gruppo, con uno slancio molto positivo per l'attività commerciale programmatica.

JCDecaux, numero uno al mondo della comunicazione esterna, pubblica oggi i propri risultati del primo semestre del 2021.
In occasione della pubblicazione dei risultati del primo semestre 2021, Jean-Charles Decaux (nella foto),  Co- Direttore Generale di JCDecaux, ha dichiarato: “Il fatturato del nostro Gruppo è aumentato questo semestre dello 0,6% per attestarsi a 1.082,3 milioni, vale a dire un aumento del 2,9% del fatturato organico, trainato da un secondo trimestre migliore del previsto con una crescita organica del +80,2% grazie a una forte ripresa dell'attività dell’arredo urbano in tutte le nostre regioni e in particolare in Europa. Mentre il primo trimestre è stato fortemente influenzato da restrizioni significative alla mobilità in tutto il mondo, nel secondo trimestre le nostre attività dell’Arredo Urbano e delle Affissioni hanno registrato un forte recupero con il ritorno di livelli significativi di pubblico nelle città, dopo la graduale eliminazione delle misure di contenimento.

L'attività di Trasporto ha continuato a risentire della riduzione del numero di passeggeri sui trasporti pubblici e della quasi totale assenza del traffico aereo internazionale, con l’America del Nord e il Regno Unito che sono state le regioni più colpite, mentre l'attività nella Cina continentale ha subito un aumento a due cifre grazie al traffico aereo interno vicino ai livelli pre- Covid-19.

Il fatturato digitale (Digital Out of Home o DOOH) rappresentava nel primo semestre il 22,8% del fatturato del Gruppo, con uno slancio molto positivo per la nostra attività commerciale programmatica. La piattaforma VIOOH, la piattaforma di vendita programmatica più connessa nel mercato della comunicazione esterna, è ora attiva in 13 paesi dopo il suo lancio nel secondo
trimestre del 2021 in Australia e in Francia.

Nonostante una crescita dei ricavi limitata a 6,9 milioni di euro nel primo semestre 2021, il nostro margine operativo è migliorato fortemente di 93,2 milioni di euro per tornare ad essere positivo a 31,4 milioni di euro, rispetto a una perdita operativa di -61,8 milioni di euro nel primo semestre 2020, grazie a una composizione favorevole di ricavi in questo semestre per le attività roadside a più alto margine e grazie al proseguimento delle nostre misure di riduzione dei costi, tra cui l’alleggerimento degli affitti, la gestione dei costi del personale e una riduzione delle spese generali.

La nostra gestione sempre più rigorosa degli investimenti e del fabbisogno di fondi di investimento unita all'assenza di una distribuzione dei dividendi per il secondo anno consecutivo, ci ha permesso di contenere il flusso di cassa disponibile a un livello di -63,2 milioni di euro nel primo semestre 2021 e di mantenere il nostro debito netto praticamente stabile su un anno a circa 1,2 miliardi di euro alla fine di giugno 2021. In termini di RSE, abbiamo continuato a sviluppare le nostre iniziative leader e i nostri solidi impegni in questo semestre, decidendo in particolare di raggiungere la neutralità del carbonio per le nostre attività in Francia dal 2021.

Per quanto attiene il terzo trimestre del 2021, nonostante la bassa visibilità dovuta all'alta volatilità dell'attività pubblicitaria in tutto il mondo e nonostante i livelli di pubblico che restano limitati in alcune attività, quali ad esempio i viaggi aerei internazionali e i trasporti pubblici e che potrebbero richiedere più tempo per tornare ai livelli pre-crisi, prevediamo una crescita del fatturato organico rideterminato superiore al +20% grazie alle tendenze positive attualmente osservate, con alcune attività ormai vicine ai livelli pre-Covid-19, a condizione tuttavia che le restrizioni della mobilità non siano significativamente rafforzate.
Tengo a ringraziare sinceramente tutte le nostre squadre in tutto il mondo per il loro coinvolgimento costante, la loro resilienza, l’agilità e la capacità di innovazione.

In qualità di società di comunicazione esterna globale più digitalizzata al mondo, unita a una nuova piattaforma di vendita al pubblico alimentata da dati qualificati, al nostro portafoglio diversificato, alla nostra capacità di concludere nuovi contratti, alla solidità della nostra struttura finanziaria e alla qualità dei nostri team in tutto il mondo, crediamo di essere ben posizionati per beneficiare del rilancio. Siamo più che mai convinti della potenza crescente del nostro mezzo in un contesto pubblicitario sempre più frammentato e del ruolo importante che continuerà a svolgere nella ripresa economica e nelle trasformazioni positive della nostra società.”