Media

Radio Scrambler Ducati si evolve: non più solo musica, ma anche contenuti originali

Il 13 febbraio 2019 al via la nuova programmazione della web radio ideata e gestita dall’agenzia di comunicazione No Ethics No Brand di Milano. A conferma che l'emittente è connessa alla sua community, grande spazio viene riservato agli ascoltatori con le loro emozioni ed esperienze, all’intervento di campioni sportivi e piccoli grandi eroi delle due ruote.

Radio Scrambler Ducati si evolve e diventa sempre di più una vera e propria radio. In occasione dell’evento mondiale World Radio Day il 13 febbraio, una giornata che celebra la condivisione, il dialogo e la tolleranza nel mondo attraverso la radio, Scrambler Ducati, che rappresenta proprio questi valori, lancia la nuova programmazione della Web Radio Scrambler Ducati.

Cinque soggetti originali per una serie di contenuti in lingua inglese che raccontano il mondo Scrambler attraverso gli occhi di biker che sono anche scrittori, viaggiatori e musicisti.

From zero to hero” il travel blog con Riccardo Felici, “Scrambler Eggs” le storie musicali raccontate da Nero e Memphis, “Don’t call me Cinderella” il punto di vista femminile di Valentina Rocket Queen e Federica Moschiano, “Writers” a cura di Elena Mearini e “Scrambler Snacks” le novità, i suggerimenti e gli approfondimenti sulla Land of Joy.

A conferma che Radio Scrambler Ducati è autenticamente connessa alla sua community, grande spazio viene riservato agli ascoltatori con le loro emozioni ed esperienze, all’intervento di campioni sportivi e piccoli grandi eroi delle due ruote.

Radio Scrambler Ducati interagisce e vive sui social, e a breve anche su una nuova, coinvolgente e intuitiva app, e lo fa con un nuovo logo: due pistoni a forma di microfono e un payoff che richiama la vitalità di ogni Scrambler: “our rumbling sounds”.

La nuova programmazione si aggiunge al già ricco palinsesto musicale, ascoltabile in streaming web 24 ore al giorno, sette giorni su sette Cliccando Qui.

Il progetto di web radio, creazione e organizzazione del palinsesto, branding e guidelines è stato sviluppato dall’agenzia NoEthicsNoBrand di Milano, nuova boutique creativa che fa della forza della narrazione e del design il suo carattere. Nata dall’unione di Cast4 ed Eticall, NoEthicsNoBrand è guidata da Giacomo Zito e Simone Spoladori, esperti di radio e di media digitali, con la direzione creativa di Gianluca Chinnici.