Media

Rai Pubblicità: contenuti e crossmedialità al centro dell'offerta commerciale autunnale. Tariffe flat sui canali specializzati e a +5% sulla tv generalista

La concessionaria guidata dall'AD Gian Paolo Tagliavia (nella foto), propone un nuovo approccio definito da percorsi tematici cross-mediali, personalizzabili, sostenuti da nuovi formati. L’audio diventa un pillar delle offerte crossmediali e tematiche, favorito dalla programmazione in radiovisione e dagli eventi sul territorio. La Radio vede crescere le tariffe del 2% circa. Copertura, attenzione e relazione le keywords per intercettare i nuovi bisogni di comunicazione delle aziende.

In un mercato sempre più dinamico cambiano le esigenze di comunicazione degli investitori, brand integration, engagement, personalizzazione, sostenibilità, distinzione, coperture aggiuntive, esperienzialità guidano la domanda. Grazie alla ricchezza, alla qualità e trasversalità dei contenuti, alla capacità di raggiungere tutti i pubblici e alla coralità dei touchpoints, Rai è pronta a rispondere ai nuovi bisogni di comunicazione, come già anticipato durante la presentazione dei palinsesti autunnali a Miano (leggi news) lo scorso 9 luglio. 

Nell’autunno 2019 è proprio il contenuto al centro dell’offerta commerciale di Rai Pubblicità che propone un nuovo approccio definito da percorsi tematici cross-mediali, personalizzabili, sostenuti da nuovi formati. Il listino pubblicato è unico e tutte le rubriche pubblicitarie di ciascun mezzo sono identificate dal contenuto di riferimento.

Tariffe flat sui canali specializzati e al +5% sulla tv generalista, conferma ascolti storici e della composizione dei moduli, valorizzazione posizioni speciali e personalizzazioni grafiche sono i key point della Tv. Nuova impaginazione pubblicitaria su RaiPlay che conferma KPI di comunicazione altamente qualitativi e superiori alla media mercato, tariffe e modalità di vendita in continuità, nuovi percorsi tematici in affiancamento ai tradizionali moduli target sono i key point del Digital.

L’audio diventa un pillar delle offerte crossmediali e tematiche, favorito dalla programmazione in radiovisione e dagli eventi sul territorio. La Radio vede crescere le tariffe del 2% circa, allinea la periodicità alla tv e conferma i CPG sui principali target.
Il Cinema si conferma come il mezzo “on demand” per eccellenza con un profilo di fruizione altamente distintivo. Contatti garantiti e certificati, lunghi formati, creatività dedicate e flessibilità del palinsesto pubblicitario in sinergia con le altre piattaforme Rai, moduli a target/segui film, geolocalizzazione e touch point sul territorio i pillar del mezzo.

copertina

Entriamo nel merito dell’offerta dell’autunno 2019, che per Rai sarà all’insegna di 3 parole chiave: storie, diretta e personaggi. Le storie sono al centro del racconto della fiction Rai, storie di ieri come quelle de I Medici (Rai 1) che giungono al terzo capitolo. Ma anche storie attuali come Pezzi unici (Rai 1) ambientata nella Firenze dei giorni nostri con Sergio Castellitto nei panni di un burbero artigiano che, dopo la morte del figlio, assume il ruolo di guida per un gruppo di ragazzi difficili. I giovani al centro anche nella nuova fiction che vede protagonisti Cristiana Capotondi, Edoardo Leo e un gruppo di ragazzi down in Ognuno è perfetto su Rai 1. Storie di integrazione, dunque, ma anche di scelte, come quella cui si trova di fronte Valentina Bellè in Volevo fare la rockstar (Rai 2): inseguire il sogno di sfondare nel mondo della musica o continuare a crescere la sua strampalata famiglia da sola? La fiction Rai inoltre racconta storie dando valore al territorio, in Trentino Alto Adige con Daniele Liotti in Un Passo dal cielo, in Sicilia con Il commissario Montalbano, che torna con l’esclusiva dei primi 6 episodi restaurati.

La Valle d’Aosta fa da sfondo ai nuovi episodi di Rocco Schiavone, che in occasione della 3° stagione passa a Rai 1. La Basilicata infine ospita Imma Tataranni, sostituto procuratore fuoriclasse e fuori dagli schemi, novità assoluta di Rai 1; e le vicende di Saverio Barone, il magistrato protagonista de Il cacciatore che riparte su Rai 2 con la 2° stagione.

Oltre alla fiction la rete ammiraglia racconta i grandi personaggi e della storia d’Italia: Giorgio Ambrosoli e Enrico Piaggio, interpretati da Alessio Boni, Nilde Iotti, I ragazzi dello Zecchino e un omaggio ai 50 anni dalla strage di Piazza Fontana.

Rai parla al Paese, è diretta e vive del contatto con il suo pubblico anche nel day time: Uno mattina, La vita in diretta, Agorà (solo per citarne alcuni), costituiscono un approfondimento costante che completa il lavoro di un comparto strategico quale l’informazione, con una squadra che vanta Tg1, Tg2, Tg3, Rai News 24, GR, Isoradio e il primato sul territorio grazie ai
TgR. Diretta e piena di musica è pure la radio, con Radio 2 Social Club che sbarca su Rai 2. E rigorosamente in diretta è anche l'offerta sportiva, che non significa soltanto calcio.

Oltre alle partite della Nazionale maggiore e dell’Under 21 ci saranno anche i Campionati Europei di Volley maschile, i Mondiali di Ciclismo e Atletica; la Coppa del Mondo di Sci Alpino e la Coppa del Mondo di Rugby. Una squadra crossmediale, che garantisce copertura capillare sugli eventi più importanti, un canale tv (Rai Sport) e un canale radio (Rai Radio 1 Sport) interamente dedicati e un portale completamente rinnovato. Se la crossmedialità è uno dei valori che fanno la differenza, lo stesso si può dire dei grandi personaggi.

Alberto Angela raccoglie di nuovo la sfida del sabato sera di Rai 1 con 6 puntate inedite di Ulisse, punta di diamante di un’offerta culturale che ci vede principale player del mercato grazie a grandi eventi come la Prima alla Scala (su Rai 1 e Rai Radio
3). Prodotti di livello assoluto di Rai 3, da Il borgo dei borghi di Camila Raznovich alle Città segrete di Corrado Augias; dal racconto del mondo di Geo e Kilimangiaro; alle grandi donne della storia italiana raccontate da Serena Rossi, Violante Placido, Bianca Guaccero e Sabrina Impacciatore in Illuminate; come l’esclusiva offerta di Rai Cultura che, dopo il lancio del nuovo portale, conferma le linee editoriali di Rai 5 e Rai Storia tra arte, letteratura, musica, filosofia, cinema, teatro e storia.

E poi il racconto del territorio e delle sue eccellenze, con Linea Verde, Linea Blu e Linea Bianca che da anni raccontano agli italiani tutto il bello del nostro paese. Storie e personaggi che sono parte integrante anche dell’offerta di intrattenimento, con i ragazzi de Il Collegio (Rai 2), che dopo il clamoroso successo della scorsa edizione si ritrovano nel 1982 e le cui vicende saranno narrate da Simona Ventura e seguite da un talk show con i genitori; con i protagonisti di Maledetti amici miei, l’unconventional show di Rai 2 messo in piedi da Giovanni Veronesi insieme ai grandi attori Rocco Papaleo, Alessandro Haber, Sergio Rubini, Margherita Buy e Max Tortora. Ennio Morricone, che sceglie Rai 1 per il suo ultimo concerto; Andrea Bocelli, che spiega le sue Ali di libertà in una splendida serata di metà settembre; Renzo Arbore, che torna nella sua Rai 2 con un grande varietà dedicato a Renato Carosone; Vanessa Incontrada e Gigi D’Alessio che festeggiano i loro primi vent’anni da italiani; Carlo Conti, che torna con gli incredibili trasformisti di Tale e quale Show; Enrico Ruggeri che racconta i grandi cantautori italiani e le loro città; e i ragazzi di Sanremo Giovani. Grandi volti sono quelli che incontra Fabio Fazio nel salotto più ambito della tv, che quest’anno si trasferisce su Rai 2 con una formula rinnovata; e quelli che ospitano Raffaella Carrà a casa loro nelle 4 nuove puntate di A raccontare comincia tu.

Personaggi che regalano emozioni, come Mara Venier, che oltre a Domenica In, torna anche in 1° serata con l’emotainment La porta dei sogni, simbolo di una programmazione che, specie nella prima parte della giornata, parla alle donne: da Eleonora Daniele e le sue Storie italiane; a Elisa Isoardi in La prova del cuoco; passando per Caterina Balivo nel salotto di Vieni da me; e Bianca Guaccero con i mille tutorial di Detto fatto. Personaggi che fanno ridere e divertire il pubblico come Amadeus, ancora al timone de I soliti ignoti; che lascia il timone di Stasera tutto è possibile a Stefano De Martino; o come Serena Dandini, che guida un vero e proprio hub della comicità.
Personaggi che aprono nuove opportunità, come Carlo Cracco, che approda su Rai 2 con un nuovo cooking show nel preserale. Ma l’autentica sorpresa della nuova stagione è il ritorno di Fiorello che diventa protagonista e testimonial di tutta l’offerta della nuova Rai Play, con un programma in diretta a partire da novembre, che sarà preceduto su Rai 1 da un’imperdibile striscia in access e seguito da un format per Radio 2 nel week end (leggi news).