Media

Diritti tv serie A: i 3 pacchetti per i campionati 2018-21 a Sky e Perform per 973 milioni

Agli oltre 900 milioni messi sul piatto dai due player si potrà aggiungere una parte variabile fino a 100 milioni legata al numero di abbonati e ai ricavi. In una nota Mediaset definisce il bando: "totalmente squilibrato". Su Sky La Serie A va a completare l'offerta di calcio della company che per il triennio 2018/21 sarà anche la casa delle coppe europee con la trasmissione in diretta di tutta la nuova UEFA Champions League e di tutta la UEFA Europa League.
Si è conclusa la sfida per l’assegnazione dei diritti tv della Serie A per il triennio 2018-2021. Tre i  pacchetti in vendita: uno con 3 partite a giornata di campionato (sabato alle 18, domenica alle 15 e 20.30); uno con 4 match (sabato alle 15, domenica alle 15 e 18, oltre al lunedì alle 21) e uno con 3 gare (sabato alle 20.30, domenica alle 12.30 e 15).

Sky si è aggiudicata i primi due pacchetti, mentre l’operatore web Perform il terzo, per un'offerta complessiva di 973 milioni di euro l’anno, ovvero 780 milioni per Sky e 193,3 per Perform più bonus.

A questa somma si potrà aggiungere una parte variabile fino a 100 milioni legata al numero di abbonati e ai ricavi

«Siamo riusciti a ottenere oltre ai 973,3 milioni anche una partecipazione rilevante di circa 100 milioni che si vanno ad aggiungere a risultati variabili che faranno Sky e Perform in funzione dei ricavi» ha dichiarao il presidente della Lega Serie A, Gaetano Micciché. 

Non è da escludere la possibilità di un successivo accordo tra Sky e Perform per uno scambio dei diritti di ritrasmissione e per consentire agli abbonati di vedere tutte le partite con un solo decoder o app. 

In seguito a questa assegnazione, Mediaset ha diffuso un comunicato definendo “il bando totalmente squilibrato”. Nella nota, il Gruppo di Cologno spiega che “basta pensare che fino a oggi i pacchetti per il digitale terrestre avevano sempre contenuto tutte le partite delle migliori otto squadre italiane. Mentre il bando di oggi offre 3-4 match per turno, oltretutto senza club chiaramente definiti e quindi senza nessun appeal per i tifosi delle singole società. Nonostante questo, per tutelare i diritti di visione dei clienti Premium, Mediaset ha partecipato per il pacchetto meno penalizzante (il pacchetto 6) offrendo una cifra rilevantissima, un totale di 600 milioni di euro in tre anni”. Ora da Cologno si muovono per riconoscere a favore degli abbonati Premium il diritto di accesso alla Serie A attraverso i diritti di ritrasmissione, “uno strumento che è stato definito perfetto per scongiurare l’obbligo dei telespettatori a sottoscrivere diversi abbonamenti per poter vedere tutte le partite della propria squadra”. 

Anche Sky Italia ha diffuso un comunicato spiegando nel dettaglio il pacchetto acquisito:  la trasmissione in diretta esclusiva di 266 partite a stagione per le edizioni 2018/192019/20 2020/21 del campionato di calcio italiano.

Per ogni giornata su Sky saranno trasmesse 7 partite su 10, il 70% dell’intero torneo. In diretta esclusiva due anticipi del sabato (ore 15 e ore 18), due match della domenica pomeriggio alle 15, quello delle 18, oltre al posticipo della domenica sera alle 20.30 e la novità del Monday Night lunedì alle 20.30. Le partite in esclusiva saranno quindi più del doppio rispetto alle precedenti stagioni e includeranno 16 dei 20 top match.

La Serie A di Sky si potrà vedere attraverso diverse tecnologie di trasmissione: non solo via satellite, ma anche in modo semplice sul digitale terrestre e in modo innovativo via fibra. E grazie a Sky Q i match saranno anche in 4K HDR, per una qualità di visione unica e coinvolgente. Inoltre le partite della Serie A di Sky saranno visibili anche in streaming su NOW TV e in mobilità su Sky Go.

Andrea Zappia, Ad Sky Italia

 

Andrea Zappia (foto in alto), Amministratore Delegato di Sky Italia, ha così commentato: “Siamo fieri di poter continuare a garantire ai nostri clienti il meglio del calcio di Serie A, con un’offerta mai così esclusiva, un prodotto di qualità editoriale e di spettacolarità tecnologica. Da sempre puntiamo a valorizzare il racconto del calcio italiano, esaltando il bello di questo sport. Sky oggi è orgogliosa di poter offrire ai clienti il meglio del calcio in esclusiva, insieme alla migliore esperienza televisiva e alla totale libertà di scelta, anche grazie alla possibilità di vedere i contenuti attraverso molteplici piattaforme tecnologiche. E’ così che ogni giorno confermiamo di essere la casa del grande sport, a fianco dei tanti appassionati che scelgono di viverlo su Sky.”

La Serie A va a completare l'offerta di calcio su Sky, che per il triennio 2018/21 sarà anche la casa delle coppe europee con la trasmissione in diretta di tutta la nuova UEFA Champions League e di tutta la UEFA Europa League, per seguire il cammino delle 7 squadre italiane in Europa. A questo si aggiunge, sempre in esclusiva per i clienti Sky, anche la Premier League inglese, in attesa degli Europei 2020.

SP, EC