Poltrone

Vodafone, l'AD Vittorio Colao lascia la company. Al suo posto il Cfo Nick Read. Ricavi da servizi a +1,2%

Il manager lascia la company in un momento di crescita. I ricavi da servizi di rete fissa, come riporta l'ultima trimestrale, sono pari a 992 milioni di euro (+12,4%). ricavi da servizi di rete fissa sono pari a 992 milioni di euro (+12,4%). Continua anche la crescita dei clienti di rete fissa (2,74 milioni), di cui 2,5 milioni in banda larga (+ 14%). I clienti in fibra hanno raggiunto quota 1,1 milioni, con un aumento di 500.000 nell’anno fiscale.

Cambio ai vertici di Vodafone. Dopo 10 anni il ceo Vittorio Colao lascerà la guida della company di  tlc dal prossimo primo ottobre.

Lo annuncia una nota della società, nella quale si legge che a prendere il posto di Colao sarà Nick Read, dal 2014 direttore finanziario del gruppo.

"Lascio per una mia decisione. Stiamo scrivendo un nuovo capitolo della nostra storia ed è molto salutare avere un team dedicato a questo. Sono molto contento che il board abbia scelto Nick Read come successore, è una persona eccezionale e incredibilmente resistente. La sola al mondo che è riuscita ad essere a mio riporto per 12 anni, nessun altro ci è riuscito" ha dichiarato Colao. 

Vodafone, ricordiamo, a inizio maggio ha acquisito gli asset di Liberty Global in Germania, Repubblica Ceca, Ungheria e Romania (leggi news),  diventando il maggior proprietario di reti di nuova generazione (Ngn) in Europa con 54 milioni di abitazioni già collegate via cavo e via fibra e 110 milioni di case e uffici raggiunti attraverso le Ngn.

Colao lascia la company con risultati molto positivi. Come si legge nella nota inviata oggi, infatti, la società chiude l’anno fiscale al 31 marzo 2018 con ricavi, EBITDA, e clienti 4G e fibra in crescita.

Nell’anno, i ricavi da servizi hanno raggiunto 5.302 milioni di euro (+1,2% di crescita organica rispetto all’anno precedente), grazie in particolare al segmento fisso trainato da un forte incremento della base clienti.

L’EBITDA cresce del 4,6%, grazie alla performance commerciale e all’ottimizzazione della struttura dei costi, e si attesta a quota 2.329 milioni di euro (pari al 37,5% dei ricavi totali), in aumento di 1 punto percentuale rispetto al precedente anno fiscale.

I ricavi da servizi di rete fissa sono pari a 992 milioni di euro (+12,4%). Continua la crescita dei clienti di rete fissa con 2,74 milioni di clienti, di cui 2,5 milioni in banda larga in aumento del 14% (+307.000).  I clienti in fibra hanno raggiunto quota 1,1 milioni, con + 500.000 clienti nell’anno fiscale.

Cresce il numero di clienti 4G che raggiunge quota 12,2 milioni (+3,2 milioni rispetto all’anno precedente).

Nell’anno Vodafone ha lanciato la prima rete mobile 4.5G fino a 1 Gigabit al secondo nelle città di Roma, Napoli e Palermo. La rete mobile 4.5G è disponibile in 10 città: Firenze, Palermo, Milano, Verona, Torino, Bologna, Napoli, Roma, Genova e Padova, mentre la rete 4G raggiunge il 98% della popolazione in 7.139 comuni.

La rete mobile Vodafone è stata recentemente riconosciuta la miglior rete mobile d’Italia per qualità dei servizi voce e dati, sulla base dell’ultima indagine effettuata in Italia da P3 Communications, società leader nel mercato dei test comparativi sulle reti mobili.

Ad agosto 2017 Vodafone si è aggiudicata l’autorizzazione per la sperimentazione del 5G a Milano e area metropolitana, con un piano di investimenti da 90 milioni di euro. Vodafone coprirà con il 5G  l’80% di Milano e area metropolitana e ne completerà la copertura entro il 2019.

Vodafone ha effettuato a Milano la prima connessione dati in 5G in Italia, raggiungendo velocità di download superiori a 2,7 Gigabit al secondo, con latenza di poco superiore al millisecondo. Inoltre ha sperimentato la prima tecnologia al mondo che permette di estendere la copertura 5G attraverso la tecnica del uplink & downlink decoupling.

I servizi in fibra sono disponibili in più di 1.500 città italiane e raggiungono 16,7 milioni di famiglie e imprese. Ad aprile 2018, è stata siglata una estensione della partnership con Open Fiber che consentirà di offrire servizi in fibra fino alla casa (FTTH) in 271 città, pari a 9,5 milioni di famiglie e imprese entro il 2022.

Tra le diverse iniziative commerciali Vodafone ha lanciato l’offerta convergente ‘Vodafone One’, che include Fibra e 4.5G e può essere arricchita con i contenuti della Vodafone TV ‘Vodafone Shake Remix’, la prima offerta personalizzabile che consente di creare il proprio mix di Giga, minuti e SMS. Il programma di loyalty‘Vodafone Happy’ ha superato i 6,5 milioni di iscritti.

A novembre Vodafone è entrata nel mercato IoT consumer con il lancio della nuova piattaforma ‘V byVodafone’.

Per rendere sempre più semplici e intuitive le interazioni digitali con i propri clienti, Vodafone ha introdotto l’assistente digitale TOBi, basato su reti neurali che ha superato le 800mila interazioni mensili. Sono oltre 140 milioni i punti di contatto con i clienti attraverso i diversi canali di assistenza (call center, negozi, sito Vodafone, App My Vodafone, TOBi, e social). Il 94% delle interazioni avvengono oggi attraverso i canali digitali, con laApp My Vodafone che è diventata il principale canale di assistenza con oltre 100 milioni di visite al mese.

 

Con una laurea all'Università Bocconi e un master ad Harvard (Stati Uniti), dopo dieci anni in McKinsey (dal 1986), Colao incontra il mondo della telefonia entrando in Omnitel, dove diventa direttore generale e (dal 1999) amministratore delegato.

Il manager arriva poi in Vodafone come responsabile per il Sud Europa, il Medio Oriente e l'Africa (dal 2001). Quindi trascorre 25 mesi alla Rizzoli, prima di tornare in Vodafone come amministratore delegato per l'area europea (dal 2006) e dell'intero gruppo (dal 2008). E' direttiore non esecutivo di Unilever.