Editoriale

2015, quale oroscopo per gli eventi? Previsioni e tendenze secondo Davide Verdesca

Riportiamo il contributo del ceo e coo di Sinergie Group, pubblicato su e20 febbraio - marzo 2015. Ogni anno arrivano puntuali, come vorresti fossero i treni o gli aerei quando hai un viaggio importante da fare cui tieni molto. Sono gli oroscopi e le previsioni del tempo per l'anno venturo: quelli o quelle cui tutti fingiamo di credere saltando le parti negative e concentrandoci su quelle positive, come si fa con gli sms di chi vorremmo conquistare, per cui un sorriso fatto con tre lettere diventa la porta di chissà quale storia.
Riportiamo il contributo di Davide Verdesca (FOTO), ceo e coo di Sinergie Group, pubblicato su e20 febbraio - marzo 2015

"Mi sono chiesto quale sarà l’oroscopo per gli eventi del 2015, se questo anno non bisestile ci porterà fortuna e vantaggi, qualche rogna passeggera, clienti fedeli o storie one-shot. 

Ovviamente mi sarebbe piaciuto poter fare anche una distinzione in 12 categorie, come per i segni; ma è più facile in alta o bassa pressione. Però è limitativo avere due sole opzioni, per cui ho mescolato un po' le carte e ho cercato di avere una visione di più ampio respiro. 

E ho cominciato. Si annuncia bel tempo in casa Expo 2015. Alla fine, abbiamo capito che si farà e, come succede nelle migliori famiglie, la festa riuscirà anche se organizzata all’ultimo minuto (che per altro è sempre più una tendenza nell’organizzazione di eventi e incentive in generale). Quindi, tutte le agenzie in qualche modo collegate all’Esposizione Universale avranno benefici e vantaggi, diretti o indiretti. 
Sia da eventi organizzati ‘In’ Expo così come da quelli ‘Fuori’ Expo, quasi in una replica del FuoriSalone del Mobile che finisce proprio la settimana prima dell’inaugurazione dei sei mesi più attesi a Milano da anni. 

Le possibilità di successo si moltiplicano, ovviamente, per quelle agenzie che sono riuscite a impostare eventi non troppo collegati in loco, ma generatori di quel buzz mediatico che utilizza l’eco della manifestazione per proporre una propria filosofia e un proprio Dna creativo e che troverà una naturale cassa di risonanza in tutte le attività correlate. 
Credo di poter ipotizzare un fiorire di iniziative in questo senso. 

Chi non è riuscito a entrare nella galassia luminosa di Rho, per avere successo quest’anno dovrà necessariamente trarre spunto dal leitmotiv di Expo per mantenere il proprio mercato.

Prevedo, quindi, un florilegio di iniziative food (e non solo per chi ha aziende f&b tra i propri clienti, ma anche in attività di comarketing, guerrilla e promo). 

Tuttavia, non sarà un anno monotematico. Penso che il successo arriderà anche a chi, per opposte scelte e strategie, saprà differenziarsi da chi è troppo coinvolto con l’Esposizione Universale utilizzandone l’energia positiva ma convogliandola in eventi e incentive che abbiano proposte ad ampio raggio sul territorio. 

In Sinergie abbiamo pensato che l’Italia è un catalizzatore di interessi quest’anno, per cui abbiamo messo in moto la produzione di idee alternative e parallele per far sì che una scintilla del nostro Paese accenda ogni nostro evento

E ne dedicheremo alcuni in particolare a questo anno differente dagli altri. Per noi poi, sarà un anno da festeggiare con 15 candeline accese sulla nostra torta di compleanno, quindi... faremo brillare la nostra creatività in ogni senso. 

Qualche nuvola nera, invece, per chi non ha saputo investire, nel passato recente, in innovazione e preparazione delle nuove sfide. Il cambiamento che si impone silenzioso, ma non lascia dietro sé chi ha pensieri incerti condannandoli all’oblio o a inseguire coloro che invece hanno previsto in anticipo, non lascerà molto spazio. 

Prevedo un periodo in cui comunicazione ed eventi saranno sempre più interconnessi
27Names, di cui siamo soci fondatori, è una Live Communication Agency nata a livello europeo proprio per cogliere queste sfide e farsi gonfiare dal vento di cambiamento. Non per nulla, appena presentatasi al mercato, ha sbaragliato a livello europeo allo scorso Eubea, vincendo, oltre al premio internazionale come migliore agenzia, anche ogni altro premio possibile. 

Ma non è l’unica novità in casa. Perché il futuro lo vedo roseo solo per chi saprà cavalcare quest’onda e riunire in sé competenze e professionalità diverse. Ecco, credo che il 2015 sarà un anno di meltingpot creativo, di multimedialità e multisensorialità ad alto livello, di interazione e contaminazione e di professionalità. 

Le figure che faranno la differenza non avranno competenze legate solo alla capacità creativa pura, ma anche alla integrazione tra ruoli, alla metafora comunicativa, alla multietnicità perché parlare linguaggi differenti e abbinare gusti e culture diverse sarà un’altra delle chiavi di lettura.
Non è un caso che, fin dai primi anni, abbiamo avuto in agenzia persone di nazioni e culture distanti dall’Italia, per integrarci e integrare gusti e percezioni.

Il 2015 non sarà un anno di Saturno o Giove, nel senso che non sarà governato da stelle esterne. Il mio personalissimo oroscopo prevede che ognuno potrà essere attore e regista vittorioso, in funzione di quanto saprà aggrapparsi al proprio ‘carro’ che sarà tanto più grande e tanto più vincente quanto più ognuno sarà capace di non fermarsi a seguire la scia di una grande manifestazione, ma di saltarne fuori brillando di luce propria. Da protagonista del futuro. 

Buon viaggio!"