Roberto Botto, founder e Ceo Gruppo Libera Brand Building
Agenzie

Gruppo Libera Brand Building apre a Milano: nuova location dove far crescere le marche puntando sulla crossmedialità, lanciare l’Academy e organizzare eventi. Fatturato di oltre 5 milioni. Riccardo Barbazza nuovo direttore creativo Bebit

Innovazione, uso strategico dei dati, crossmedialità e competenze verticali. Sono questi i pilastri del Gruppo, che conta su quattro società: Libera Brand Building (al fianco delle marche per farle crescere), Bebit (digital), Magic Box Events (eventi e logistica) e Inthezon (affianca i brand per incrementare le vendite su Amazon). 50 gli addetti. La sede milanese è guidata da Francesco Gatti e si apre all’accoglienza grazie alla Brand Dreaming Suite. L’Academy sarà attiva da settembre e proporrà corsi ed eventi di formazione per le aziende. Da pochi giorni, Barbazza, ex creative supervisor di Ogilvy, è direttore creativo Bebit.

Il Gruppo Libera Brand Building (clicca qui per accedere alla Directory) inaugura una nuova sede a Milano in via Rutilia 10/8. Si tratta di una ampia location dove far crescere i brand e aiutarli a esprimere tutto il loro potenziale, tramite la strategia e la comunicazione.

Ma non solo, come spiegato oggi, 18 luglio, da Roberto Botto (foto in alto), founder e Ceo del Gruppo, la location è stata pensata anche per organizzare eventi (sia BtoB, sia BtoC) e ospitare, da settembre 2018, anche una vera e propria Academy, ideata per realizzare corsi ed eventi di formazione per le aziende.

Inoltre, come spiegato da Botto, lo spazio, ricavato in un’antica conceria di fine '800, è stato concepito per dare forma all’accoglienza di persone, idee e talenti. Un’accoglienza che si ritrova anche nell’annessa Brand Dreaming Suite, un luogo destinato all’ospitalità di amici, colleghi, clienti, e che è anche un polo di attrazione per chi studia e lavora nei campi del design, della moda e della comunicazione.

Gruppo Libera Brand Building sede di Milano

“Il Gruppo Libera Brand Building - precisa il manager - offre quindi a Milano l’intero ventaglio di competenze e know-how, e lo fa con una sede che rappresenta un concept unico, non un semplice ufficio. Uno spazio accogliente, una ‘casa’ in cui i brand possano trovare il proprio spazio e tutte le opportunità per crescere e svilupparsi. Una sede che nasce in un’area cittadina in grande trasformazione, in cui grandi firme della moda e dell’architettura hanno scelto di accogliere l’apertura delle istituzioni, per creare un polo in cui business, comunicazione e design possano convivere e modificare, in maniera virtuosa, il tessuto urbano”.

Gruppo Libera Brand Building sede di Milano

Il Gruppo Libera Brand Building si è distinto sul mercato facendo leva su tre pilastri fondamentali: innovazione e uso strategico dei dati, crossmedialità e sviluppo dei talenti, e competenze verticali fortemente integrate.

In particolare, vera e propria parola chiave del modus operandi del Gruppo è ‘crossmedialità’, che, come precisato da Botto, rappresenta uno dei principali fattori di attrazione che il Gruppo esercita nei confronti delle aziende, che intendono sviluppare progetti di comunicazione integrati online, offline e on site. Il tutto facendo leva su competenze davvero ‘verticali’, nel senso che tutte le società possono vantare, al loro interno, talenti di comprovata esperienza nel loro settore di riferimento.

Gruppo Libera Brand Building sede di Milano

Il Gruppo conta su quattro società: Libera Brand Building, nata nel 1997 a Torino, impegnata al fianco delle marche per farle crescere; Bebit, attiva in ambito digital, social media marketing e Crm; Magic Box Events, che si occupa di creazione eventi e logistica, ed è guidata da Fulvia Ferro, in qualità di business director; e Inthezon, che, in quanto Amazon consultancy, affianca le aziende che vogliono migliorare le proprie performance di vendita sul famoso marketplace.

Queste quattro società sono già attive anche su Milano, portando il Gruppo, come precisato da Botto, a superare i 5 milioni di euro di fatturato e i 50 addetti.

In termini di ripartizione tra le quattro società, i 5 milioni di fatturato sono riconducibili a Libera Brand Building per 3 milioni, a Bebit per un milione, a Magic Box Events per quasi un milione di euro, e a Inthezon per la parte rimante.

Quanto al trend, il fatturato del Gruppo è in netta crescita anno su anno, visto che nel 2015 si fermava a 2 milioni di euro e che nel 2016 arrivava a 4 milioni di euro, con un 2018 che Botta dichiara essere "in linea con le previsioni di crescita".

Riccardo Barbazza, direttore creativo Bebit

Quanto ai professionisti coinvolti, ai partner del Gruppo (Botto e Enrico Chiadò Rana, direttore creativo esecutivo) e all’executive director della sede di Torino, Stefania Nasso, si è aggiunto anche Francesco Gatti (foto sotto), che ha assunto la guida delle attività della sede milanese in qualità di executive director. Inoltre, novità delle ultime ore, da lunedì 16 luglio, Riccardo Barbazza (foto sopra), ex creative supervisor di Ogilvy, è diventato direttore creativo di Bebit.

Francesco Gatti, executive director Milano Gruppo Libera Brand Building
La sede milanese è già impegnata nello sviluppo dei clienti storici del Gruppo, tra i quali: Alcatel, Ariston Thermo, Cefla, Costa Crociere, Diageo (Guinness, Talisker, Pampero, Gordon), Eukanuba, Mail Boxes Etc, Nau, Petronas, Puma, Tavola (Arbre Magique, Orphea), The Adecco Group (Adecco, Spring, Modis, Badenoch&Clark, Fondazione Adecco), UnipolSai.

Di recente, il Gruppo si è aggiudicato progetti per brand di rilievo, come Yacht Club Costa Smeralda/One Ocean Foundation, Acqua di Parma (Lvmh) e Mangusta.

Mario Garaffa