Agenzie

Louder, think positive and digital

Due eventi, ideati e realizzati dall’agenzia torinese per due multinazionali diverse, ma entrambi caratterizzati da una declinazione sul territorio e sul web, tramite social e call to action digitali. Parliamo del progetto ‘Actimel #StayStrong’ e di quello sviluppato in occasione dell’H&M World Recycle Week. Due facce di un’unica medaglia, quella della coinvolgente creatività firmata Louder.

Nell’ultimo anno gli sforzi di Louder si sono concentrati su una ristrutturazione aziendale interna mirata a rendere l’agenzia sempre più performante ed efficiente. Di riflesso questo rinnovamento ha portato alla necessità di una nuova sede (corso Brescia, 91 - Torino), in cui dedicare i giusti spazi alle risorse in crescita e rinnovare le energie delle competenze in campo. Il fine ultimo è sempre il cliente: per la maggior parte si tratta di multinazionali leader del proprio settore, che richiedono interventi di living marketing con un supporto sempre maggiore a livello di coinvolgimento digital e social.

 

Anche il nuovo sito (www.louderitaly.com, ndr) rispecchia questi cambiamenti, per rispondere alle nuove esigenze di fruibilità ed adattabilità. “Per esempio - spiega Davide Caggiano (in foto), partner & managing director Louder -, il sito offre immediatamente la possibilità di settare il proprio colore preferito per navigare: un semplice gesto per dimostrare la nostra disponibilità e passione a raccontare storie, di qualunque colore esse siano”. A testimoniare il dinamico approccio  dell’agenzia, i numerosi progetti realizzati quest’anno, tra i quali spiccano l’evento Danone ‘Actimel StayStrong’ e la ‘H&M World Recycle Week’.

 

L’evento ‘Danone Actimel #StayStrong’ si è svolto in concomitanza, e a risonanza, del lancio nazionale della campagna Atl di Actimel Danone, con l’obiettivo di comunicare l’attuale posizionamento a livello globale e diffondere il ruolo di ‘positive resilience’. Ce ne parla?

 

Il 4 aprile a Milano (p.le Cadorna), dalle 7 alle 17, il nostro staff ha coinvolto i passanti nell’attività di sampling e di ingaggio digital. La forza coinvolgente dello ‘Strong Team’ iniziava dalle uniformi dello staff che mostravano messaggi di attitudine positiva per affrontare i momenti di difficoltà quotidiane; inoltre, alcuni membri erano dotati di zaini musicali per amplificare il messaggio in coerenza con il commercial (‘Stayin’ alive’ dei Bee Gees e ‘Walk this Way’ degli Aerosmith, ndr) e rafforzare la brand awareness.

 

L’allestimento constava di più elementi di visibilità: un seducente truck Amarock ospitava una bottiglia oversize di prodotto, un gonfiabile di 4m Actimel, e al centro della scena un ledwall che proiettava le immagini della nostra interazione con gli eroi di ogni giorno!

 

Per l’evento è stata realizzata ad hoc un’app per creare la propria gif da proiettare sul ledwall condividere sui social. La gif era personalizzabile attraverso la scelta di un fumetto-messaggio che caratterizzasse e rappresentasse lo stato d’animo del momento. L’evento è stato declinato in un tour sulle città di Milano, Roma e Torino.

 

Presidio anche agli Internazionali Bnl di Tennis con uno stand 4x4 all’interno dello Sponsor Village: attività di sampling, gif e la presenza della tennista Roberta Vinci. In alcune location selezionate è stato aggiunto presso l’ingresso di affollate aziende, un portale con lo shape della bottiglietta Actimel da attraversare per rafforzare il concetto dell’aiuto fornito dal prodotto.

 

Qual è stato l’apporto creativo e consulenziale che avete fornito?

 

Louder si è occupata non solo dell’aspetto ideativo, ma di tutta l’organizzazione e la gestione dell’evento e dei successivi tour su più città. Il messaggio positivo #StayStrong di Actimel vuole sottolineare l’attitudine alla resilienza nell’affrontare le piccole sfide e difficoltà quotidiane, risultando un contributo in più per avere la giusta carica. Partendo da questa idea, abbiamo sviluppato una creatività in grado di coinvolgere e dare il giusto apporto proprio nel giorno della settimana più difficile da affrontare, il lunedì. ‘Lunedì non ti temo’ recita uno degli slogan Actimel: così lunedì mattina i lavoratori, soprattutto i pendolari, hanno avuto l’occasione di iniziare con carica e grinta la giornata.

 

Testimonial d’eccezione, il campione di nuoto Massimiliano Rosolino, mentre il media partner Radio 105 ha effettuato alcuni interventi in diretta con il programma ‘Tutto esaurito’. A incoronare la giornata, l’hashtag #StayStrong su cui sono stati imperniati il tour e la nuova campagna Actimel, con grande risonanza mediatica e social.

 

Passiamo all’evento ‘H&M World Recycle Week’. Ci descrive l’iniziativa realizzata in occasione della settimana mondiale del riciclo?

 

H&M ha promosso a livello globale (oltre 60 città in tutto il mondo, ndr) la ‘World Recycle Week’ dal 18 al 24 aprile. Il brand mette a disposizione in ogni negozio, durante l’anno, un punto di raccolta (Recycle Box, ndr) in cui i clienti possono portare i propri abiti e tessuti usati affinché venga data loro nuova vita. In occasione della World Recycle Week abbiamo promosso un futuro più sostenibile per il mondo della moda attraverso quattro riproduzioni in grande dei Recycle Box, installate nelle zone più centrali di Torino, Milano, Napoli e Bari.

 

Sono state raccolte oltre 800 donazioni e conferimenti di prodotti tessili, coinvolgendo i partecipanti con una meccanica digital che ha generato oltre 1.000 fotografie condivise sui profili social e distribuendo oltre 20.000 leaflet per sensibilizzare i cittadini. L’attività è stata tanto semplice quanto efficace. I clienti H&M e i cittadini, raggiunti dalla campagna web e in loco, venivano invitati a dar nuova vita ai prodotti tessili presso il punto di raccolta (in premio due buoni H&M, ndr) e a diventare promotori dell’iniziativa: era possibile condividere sui social uno scatto incorniciato da un frame di grande formato in stile ‘Instagram’. La fotografia, scattata tramite ipad, veniva poi inviata all’indirizzo e-mail richiesto, dando la possibilità di scaricare il proprio scatto o di pubblicarlo direttamente sul proprio profilo.

 

Quali le idee creative alla base dell’evento e il ruolo svolto da Louder?

 

Oltre alla componente più creativa, il cliente ha potuto apprezzare anche la precisione e il dettaglio di tutte le parti più operative, ed è stato proprio questo mix di ideazione e concretezza che ci ha permesso di aggiudicarci il progetto. La nostra expertise in field è stata fondamentale per riuscire a ottenere location così prestigiose e per poter realizzare il tutto in tempi davvero rapidi.

 

L’evento Danone e quello H&M hanno avuto una declinazione on field e sul web, tramite social e call to action digitali. Ce ne può parlare descrivendo le due ‘attivazioni’?

 

Per quanto riguarda ‘H&M Conscious - Per un futuro della moda più sostenibile’, l’interazione sul campo ha avuto un forte impatto didattico e informativo per stimolare una coscienza sulle tematiche di ambiente e riciclo anche legate alla moda. ‘Usali, amali, riportali da noi’ e ‘Lunga vita alla moda’ sono stati i claim. Durante gli eventi, le postazioni sono state presidiate e agibili dalle 8 alle 22 (1824 aprile 2016, ndr).

 

Il nostro staff si occupava di ingaggiare con una call-to-action incisiva i passanti così da stimolarli a tornare per lasciare il proprio contributo e diffondere l’iniziativa grazie a risonanza social. Tramite iPad, la photo-opportunity, modalità Instagram, che riportava gli hashtag #HMrehaul, #HMConscious e #WorldRecycleWeek, attivati a livello mondiale.

 

I numeri: 1.532 voucher consegnati, 771 borse di tessuti usati, 897 fotografie scattate, 40.000 contatti. L’89% delle fotografie sono state successivamente scaricate dagli utenti e condivise sui social. Molto attivi anche i profili aziendali.

 

Per supportare l’ingaggio su evento e tour per Danone Actimel, invece, abbiamo creato un’apposita app per realizzare gif animate sul momento, che potessero a loro volta essere condivise sui social di riferimento dei partecipanti. Anche Danone ha acquisito il materiale per poterne fare uso sui propri canali di comunicazione. L’esperienza è stata di grande impatto, a oggi le gif eseguite sono 530, ma deve ancora concludersi. I numeri rilevati sono 71.808 contatti a Milano (evento e tour, ndr), mentre sono stati 61.440 i contatti nel tour a Roma e 10.000 quelli della Torino Color Run.

 

Marina Bellantoni