Club degli Eventi e della Live Communication
Industry

Emergenza Coronavirus. Mercoledì 4 marzo si riunisce il Club degli eventi e Federcongressi&eventi mette online il form per segnalare gli eventi annullati o riprogrammati

La realtà che raggruppa i maggiori player della live communication intende attivare un piano di azione con l'obiettivo di salvaguardare il comparto delle imprese e dei lavoratori che vi operano. L'associazione delle imprese della meeting industry intanto ha attivato un monitoraggio dettagliato delle attività che ciascuna azienda socia si vedrà costretta ad annullare nelle prossime settimane con l'obiettivo di rivolgere alle autorità la richiesta di supporto economico alle imprese duramente colpite dall’emergenza.

Alla luce delle pesanti ripercussioni economiche che potrebbero derivare al settore della meeting e event industry dalle ordinanze restrittive di sanità pubblica già adottate da alcune regioni italiane, il Club degli Eventi e della Live Communication, composto da oltre quaranta tra le maggiori realtà del settore, si riunirà mercoledì 4 marzo per attivare un piano di azione con l'obiettivo di salvaguardare il comparto delle imprese e dei lavoratori che vi operano.

Intanto Federcongressi&eventi ha attivato un monitoraggio dettagliato delle attività che ciascuna azienda socia si vedrà costretta ad annullare nelle prossime settimane.

Lungi dal voler alimentare ulteriormente ingiustificati allarmismi, Federcongressi&eventi invita quindi tutti i soci a contribuire fattivamente alla raccolta dei dati compilando il form online per ciascuno degli eventi che, passo a passo, dovranno annullare o riprogrammare.

Il form è raggiungibile cliccando qui.

Tale raccolta dati consentirà all’associazione di evidenziare in itinere l’evoluzione di questo difficile momento e di avere a disposizione informazioni concrete e quantificabili per attivare adeguate interlocuzioni istituzionali a supporto dell’industria dei congressi e degli eventi. Non si esclude, per esempio, l’ipotesi di rivolgere alle Autorità competenti in materia la richiesta di supporto economico alle imprese in termini di sgravi contributivi e fiscali, posticipo rispetto alle scadenze delle imposte e la possibilità di accedere all’attivazione di ammortizzatori sociali.