Industry

Gruppo CAP investe 1,8 mln per il rilancio di Idroscalo, il 'Mare di Milano' da vivere tutto l'anno con eventi, attività didattiche e sportive. Risorsa per i cittadini e opportunità per le aziende

Una sponsorizzazione triennale per valorizzare il ruolo di Idroscalo come sede privilegiata di eventi e manifestazioni sportive, ma anche per farne un centro di ricerca per lo studio e l’innovazione del settore idrico. "Siamo alla ricerca anche di nuovi partner, ci sono già idee di sponsorizzazione e formule di collaborazione, Idroscalo può essere la location adattata alle esigenze delle aziende" ha dichiarato ad e20express il presidente di Istituzione Idroscalo di Milano Paolo Taveggia (a destra in foto).

A distanza di poco più di un anno dall'accordo di sponsorizzazione del valore di 1,8 milioni di euro tra Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della città metropolitana di Milano, e la Città Metropolitana, ente che possiede e gestisce le attività del Parco, facciamo il punto sullo stato dell'arte del nuovo corso per l’Idroscalo voluto per rilanciare uno dei luoghi simbolo di Milano attraverso un percorso fatto di innovazione, sport, benessere, sostenibilità ambientale, cura del territorio e delle acque.

Grazie a questa sponsorizzazione triennale viene valorizzato il ruolo di Idroscalo come sede privilegiata di eventi e manifestazioni sportive. In uno spazio che si sviluppa su 1,6 milioni di metri quadrati, è possibile da sempre praticare oltre 22 discipline: dal canottaggio al rugby, passando per la vela, la canoa, lo sci nautico, il windsurf, il nuoto, la pallacanestro, fino alla pallamano, al beach volley. Oltre a questo Idroscalo oggi ha una nuova missione: diventare un centro di ricerca per lo studio l’innovazione del settore idrico

Come dichiarato in occasione della conferenza stampa di lancio del progetto dal Sindaco di Milano e della Città Metropolitana, Giuseppe Sala: “Guardando all’Idroscalo, mi viene in mente una frase che ho sentito spesso: se non lo fai a Milano, non lo fai da nessun’altra parte. È una frase che può sembrare un po’ presuntuosa, ma in realtà descrive concretamente l’intraprendenza e la capacità dei milanesi di mettersi in gioco. Milano aveva quasi tutto, ma non aveva il mare e alla fine se l’è creato. Da allora sono passati moltissimi anni e l’Idroscalo, passando attraverso varie vicende, ha finalmente imboccato la strada giusta del rinnovamento e del rilancio. Il Mare di Milano, da vivere di giorno e di sera, in ogni stagione dell’anno, è pronto ad accogliere migliaia di visitatori tornando ad essere il vanto non solo di Milano, ma di tutta la Città metropolitana”.

“Quella con Idroscalo è una sinergia naturale: l’azienda pubblica che gestisce il servizio idrico integrato, la maggiore del nord Italia, si sposta nel più grande bacino di acqua pubblica dell’area metropolitana milanese" aveva aggiunto Alessandro Russo (a sinistra nella foto), presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP. "Abbiamo in serbo molti ambiziosi progetti per questo luogo storico, che vanta 90 anni di storia proprio come CAP. Con questa sponsorizzazione triennale, vogliamo che tutti i comuni della Città metropolitana e Milano, città d’acqua per eccellenza, tornino a specchiarsi nel nuovo Idroscalo, che deve tornare a essere un punto di riferimento per il tempo libero, e diventare un polo nevralgico per la ricerca nel settore idrico e nell’applicazione di progetti per lo sviluppo dell’economia circolare”.  

"L'Istituzione Idroscalo di Milano nasce il 31 luglio 2019. Una nuova governance per il Parco per vincere la vera sfida: la capacità di mettere assieme Pubblico, Privato e Terzo Settore in una sinergia armoniosa che attiri finanziamenti e sviluppi a pieno le potenzialità del Parco" il commento rilasciato ad e20express dal Presidente dell'Istituzione Idroscalo di Milano Paolo Taveggia (a destra nella foto). 

"Quella con il Gruppo Cap è stata una prima importantissima sponsorizzazione tecnica, che ha permesso di portare al Parco un polo scientifico e d'investire risorse esterne, private, principalmente per la manutenzione del verde, in cambio di visibilità per lo sponsor. Siamo alla ricerca anche di nuovi partner, ci sono già idee di sponsorizzazione e formule di collaborazione, Idroscalo può essere la location adattata alle esigenze delle aziende. Vogliamo sviluppare con voi nuovi progetti. Idroscalo è per vocazione sport. Metto a disposizione la mia esperienza legata al mondo di gestione di società eventi ed impianti sportivi internazionali. Voglio infatti che questo Parco – già unico impianto olimpico della Città di Milano – possa diventare il principale punto di riferimento internazionale per le numerose discipline che qui si possono praticare. E poi, facciamo di Idroscalo un parco internazionale: portiamo innovazione e sostenibilità. Una sfida da vincere insieme” ha concluso il manager.

Matteo Colle   Gruppo CAP 2

 Positivo il primo bilancio, tracciato dal Responsabile Relazioni Esterne e CSR di Gruppo CAP Matteo Colle (in foto), dall'avvio della loro collaborazione con Città Metropolitana tracciato 

Come spiegato ad e20express dal manager: "Nel giro di un solo anno, la sponsorship col Parco Idroscalo, ha prodotto risultati davvero positivi, conferendo un nuovo look e fornendo nuova energia per il Parco. Abbiamo rinnovato logo e immagine, puntando i riflettori sulla sua identità fortemente connotata intorno all’acqua, per quello che è sempre stato “Il Mare di Milano”. L’Idroscalo ospita un bacino idrico grande 850mila metri quadrati: si tratta di un parco davvero unico, fortemente rappresentativo della vocazione che da oltre 90 anni muove Gruppo CAP, che gestisce il servizio idrico integrato dei 134 comuni del milanese".

Grazie all'importante budget investito da Gruppo CAP, sono già stati realizzati interventi mirati sul verde, sulla pulizia delle acque e sulle strutture che caratterizzano il parco: 200 tra pannelli, totem e cestini, ma anche la riqualificazione dei sanitari e la nuova segnaletica per la pista da running.

Agli interventi di manutenzione e di riqualificazione si affianca anche l’attività di comunicazione, finalizzata a rilanciare l’immagine del Parco. Pochi mesi fa è stata lanciata la campagna Idroscalo Welcome Creators (leggi news) immaginando il parco come un grande spazio creativo dove giovani artisti, atleti e sportivi di ogni genere possano esprimere in piena libertà la propria creatività e la propria vocazione.

"L’idroscalo offre un mare di opportunità, dalle spiagge alle aree attrezzate dedicate ai bambini, dal percorso che ospita le opere di artisti affermati al giardino delle rose, fino naturalmente a tutti gli spazi per fare ogni tipo di sport, dal canottaggio al rugby all’arrampicata fino all’equitazione" continua Colle. "Il “Mare di Milano” si rivolge a millenials, adulti, famiglie e non solo. Gli spazi dell’Idroscalo vogliono rivolgersi anche alle aziende. Ecco perché lo scorso settembre, in collaborazione con Città Metropolitana, abbiamo realizzato un evento dedicato proprio a questo target. Un appuntamento in cui è stato presentato il nuovo Parco, sono stati illustrati i numeri che registra ogni anno in termini di presenze e di eventi, e descritte le numerose possibilità che offre per realizzare eventi, convention, conferenze stampa, presentazioni di nuovi prodotti e naturalmente come location per spot o video".

idro

L'evento si è svolto su invito a Le Jardin au Bord du Lac, la suggestiva location affacciata sull'acqua.

All’interno del Parco si possono praticare 22 attività sportive acquatiche e non.

"Il nostro intento" ha precisato Colle "è di valorizzare questa vocazione, come testimoniano manifestazioni di enorme successo di pubblico come la DeeJay Three, l’Inferno Run o i tornei di Rugby, sport sempre più seguito tra i più piccoli. E non solo. Con la nostra sponsorizzazione puntiamo a rendere il Parco il polo nevralgico per la ricerca nel settore idrico e per lo sviluppo dell’economia circolare" 

Dal settembre 2018 ospita la sede di Salazzurra, il Centro Ricerche di Gruppo CAP. Uno spazio di open innovation, che ospita le migliori start-up impegnate nello sviluppo delle soluzioni più avanzate per quanto riguarda la gestione dell’acqua, secondo le logiche dell’economia circolare. Un luogo di “sharing knowledge” e di co-ricerca in cui sperimentare forme di collaborazione tra pubblico e privato. 

Ne sono un esempio le ricerche dell’Università di Pavia per l’utilizzo dei funghi nel processo di depurazione e del Politecnico di Milano per lo studio dei microinquinanti, sviluppati in collaborazione e in sinergia con i ricercatori di Gruppo CAP. 

"In Salazzura prenderà vita anche un fitto programma dedicato alle scuole primarie e secondarie, a cui affianchiamo l’attività del Bluelab (situato presso le tribune del parco), un luogo dove è possibile seguire percorsi didattici, laboratori ed eventi gratuiti, tutti a tema #waterevolution. Una location aperta ai bambini e agli studenti dai 4 agli 11 anni, dove imparare attraverso il gioco l’uso consapevole e sostenibile dell’acqua" ha concluso Matteo Colle.

Aperta al pubblico anche una sala multimediale, con schermi interattivi dove piccoli e grandi potranno esplorare il mondo dell’acqua attraverso giochi e video che raccontano il viaggio che l’oro blu intraprende ogni giorno per arrivare nelle nostre case, attraverso la tecnologia immersiva Oculus Go.

Per scoprire il Parco e le sue attività, è possibile visitare il sito: http://www.idroscalo.info

Maria Ferrucci