Industry

Ufficiale: il Mobile World Congress di Barcellona cancellato a causa del coronavirus. Sfumano 500 mln di euro e oltre 14 mila posti di lavori

Come avevamo anticipato il 12 febbraio indiscrezioni sempre più insistenti avevano fatto presagire un tale esito, visto il numero sempre maggiore di defezioni da parte delle aziende che avrebbero dovuto prendervi parte. Dopo una lunga riunione la società organizzatrice, GSM Association (GSMA), ha ufficialmente cancellato l'edizione 2020 della più importante fiera di Barcellona, prevista per il 24 febbraio.

A poco sono servite le rassicurazioni portate avanti nelle ultime settimane. Come avevamo anticipato il 12 febbraio (leggi news), indiscrezioni sempre più insistenti davano come probabile la cancellazione del Mobile World Congress  di Barcellona visto il numero sempre maggiore di defezioni da parte delle aziende che avrebbero dovuto prendervi parte. Prima era stata la sudcoreana LG. Poi è stata la volta di Ericsson, Sony, Cisco, Facebook, Amazon, Nokia.

Dopo una lunga riunione la società organizzatrice, GSM Association (GSMA), ha ufficialmente cancellato l'edizione 2020 della più importante fiera mondiale della telefonia mobile, prevista in partenza il 24 febbraio.

Gsma rappresenta oltre 1.200 aziende in tutto l’ecosistema della telefonia mobile. Si stima che la tre giorni abbia un impatto economico sulla regione di Barcellona di circa 492 milioni di euro, dando lavoro a 14.100 persone.

Il Gsma in questi giorni ha provato a tranquillizzare i partecipanti predisponendo maggiori misure di controllo e disinfezione sul posto. Le linee guida prevedevano una sorta di divieto di stringersi le mani, sistemi di disinfestazione e igiene personale e ban per i partecipanti provenienti dalla provincia di Hubei che è focolaio del Coronavirus.

John Hoffman, CEO di GSMA, ha sottolineato come le problematiche legate al Coronavirus abbia reso impossibile di mantenere l'evento: “Pur tenendo conto delle condizioni sicure di Barcellona, il Gsma ha annullato il Mac del 2020 perché la preoccupazione globale per l’epidemia di coronavirus, che riguarda i viaggi e altre situazioni, rende impossibile l’organizzazione dell’evento. Le parti della città ospitante rispettano e comprendono questa decisione e con Gsma continueranno a lavorare all'unisono e si sostengono a vicenda per organizzare l'appuntamento del 2021 e le edizioni future".