Evento culturale

Milano ricorda gli orrori della Shoah nella Giornata della Memoria con eventi, mostre e spettacoli per tutta la città

A poche settimane dalla marcia per Liliana Segre, la città della Madonnina si prepara a vivere intensamente il 27 gennaio con un palinsesto di iniziative per non dimenticare.

Ventotto nuove Pietre d’Inciampo, la chiusura del progetto internazionale “FREE, Non c’è futuro senza memoria” e una serie di appuntamenti tra seminari, mostre, film e testimonianze: Milano celebra il Giorno della Memoria, lunedì 27, con un programma diffuso che nel corso di gennaio ha interessato tutta la città.

Diversi gli attori coinvolti nel palinsesto coordinato dalla piattaforma del Comune Milano è Memoria: Associazione Figli della Shoah, Conservatorio G. Verdi di Milano, Fondazione Cdec, Fondazione Memoriale della Shoa, Sea, Municipi, Parco Nord Milano, Fondazione Giorgio Perlasca, ANPI, FAP, ANED, ANPC, ANPPIA, Università Bicocca e associazione Giardino dei Giusti.  

“È importante vedere come all'impegno dell’Amministrazione corrisponda una grande partecipazione da parte dei cittadini e delle Associazioni, sempre più coinvolti nella promozione di incontri e momenti di riflessione sui temi della memoria – dichiara il Presidente del Consiglio Comunale Lamberto Bertolé -. Quest’anno, in modo particolare, gli eventi del palinsesto del Giorno della Memoria chiudono un mese intenso di iniziative dedicate al ricordo delle storie individuali di tante persone che, per aver fatto una scelta o per la “sola colpa di essere nati”, non hanno fatto più ritorno alle loro case. È stato un modo di contrastare, a tanti anni di distanza, il disegno di spersonalizzazione operato dal nazifascismo e per combattere ogni tentativo di rimozione o negazionismo”.

Di seguito gli eventi nel capoluogo lombardo per ricordare quello che è stato e rendere omaggio alle migliaia di vittime dell'Olocausto.

Giorno della Memoria: le visite, dal Memoriale ai bunker

Domenica 26 e lunedì 27 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria 2020, il Memoriale della Shoah di Milano ha in programma due giorni di porte aperte a tutti i cittadini per l'Open Day, per scoprire o a tornare in questo luogo simbolo di una delle più grandi tragedie della storia. Per effettuare le visite, libere o guidate, è obbligatoria la prenotazione anticipata

Tra gli eventi in programma anche le visite guidate di domenica 26 gennaio presso il Parco Nord di Sesto San Giovanni: qui, dalle ore 15.00, sono aperti e visitabili gli ex Bunker Breda, i rifugi antiaerei della V Sezione Aeronautica della Breda presenti in tutto il settore est del Parco Nord. Ingresso libero fino a esaurimento posti, anche in questo caso con prenotazione obbligatoria.

Il Giorno della Memoria a teatro: gli spettacoli

Gli eventi per non dimenticare passano anche dal palcoscenico e come ogni anno a Milano non mancano gli spettacoli dedicati alla tragedia della Shoah. Venerdì 24 gennaio 2020 presso la Cascina Cotica di Milano va in scena la lettura teatrale Voci per non dimenticare: testimonianze di donne segregate nei lager. In doppia replica venerdì 24 e sabato 25 gennaio allo Spazio Banterle di Milano risuonano le dolcissime parole di Etty Hillesum con lo spettacolo Etty Hillesum, la ragazza che non voleva inginocchiarsi. 

È una storia realmente accaduta durante l’invasione nazista in un paese della Polonia quella raccontata da venerdì 24 a lunedì 27 gennaio presso lo Spazio Teatrale DiLà di Milano, dove va in scena lo spettacolo Il peso dell'aria.

Torna anche lo spettacolo I me ciamava per nome: 44.787 Risiera di San Sabba, che porta in scena, in tutto il suo orrore, la testimonianza dell'unico lager nazista in Italia munito di forno crematorio. L'appuntamento è prima al Piccolo Teatro Grassi nella serata di lunedì 27 gennaio, poi al Teatro della Cooperativa con repliche da martedì 28 a domenica 2 febbraio 2020.

Venerdì 31 gennaio, infine, segnaliamo che al Teatro Padre Reina di Rho (Milano) Maddalena Crippa, Debora Villa e Rossana Mola portano in scena la storia tutta milanese di Matilde e il tram per San Vittore, con testo e regia di Renato Sarti.

Giorno della Memoria 2020: gli incontri a Milano

Molti degli eventi in programma a Milano per la il Giorno della Memoria si traducono in incontri. Ad esempio, domenica 26 gennaio 2020 presso l’Auditorium Stefano Cerri di Milano è in programma un incontro con Franco Perlasca, figlio di Giorgio Perlasca che nel 1944 salvò dallo sterminio migliaia di ebrei. 

Lunedì 27 gennaio è da segnalare una performance a tema sulla piazza dell'Università Milano-Bicocca. Nella stessa data l'Università Statale di Milano celebra il Giorno della Memoria con un excursus storico sul linguaggio dell'odio, con poesie e musiche di Viktor Ullmann. L'ingresso è libero: qui il programma completo dell'incontro. Lunedì 27 gennaio 2020 all'Ex Albergo Regina di Milano è inoltre in programma un incontro per il 75esimo anniversario della vittoria sul nazi-fascismo. 

Nella mattina di mercoledì 29 gennaio al Teatro del Pime di Milano è in programma l'incontro Un viaggio dalla Shoah al tempo presente, a cura dell'associazione Giardino dei Giusti di Milano. Domenica 2 febbraio 2020, infine, il Memoriale della Shoah di Milano ospita un incontro con Liliana Segre, senatrice a vita e sopravvissuta alla Shoah, dal titolo Coloro che non hanno memoria del passato sono condannati a ripeterlo.

Giorno della Memoria 2020, i concerti per non dimenticare 

Il Giorno della Memoria 2020 è anche in musica a Milano. La Fondazione Antonio Carlo Monzino presenta lunedì 27 gennaio, presso la Fondazione Pasquinelli, un omaggio a compositori perseguitati, le cui note tuttavia hanno superato le barriere della repressione. La stessa sera a Villa Simonetta gli studenti della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado presentano il concerto tratto dal Quartetto per la fine del tempo di Oliver Messiaen.

Ancora lunedì 27 gennaio, nella Sala Verdi del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, è in programma lo spettacolo musicale Il Ballo di Irène con Alessia Olivetti, scritto e diretto da Andrea Murchio in collaborazione con Bruno Maida e con le musiche degli studenti del Conservatorio. Allo Spazio Contemporaneo Carlo Talamucci di Sesto San Giovanni, invece, il cantautore Michelangelo Giordano è protagonista del concerto Oltre il Confine per commemorare le vittime dell'Olocausto: anche in questo caso l'appuntamento è per lunedì 27 gennaio, Giorno della Memoria.

Mostre a Milano per il Giorno della Memoria 2020

Ricordo e memoria a Milano passano anche attraverso le mostre, con tante esposizioni da visitare per non dimenticare. Dal 23 gennaio al 23 febbraio le Gallerie d'Italia di piazza Scala ospitano la mostra Storie restituite: documenti della persecuzione antisemita nell'Archivio Storico Intesa Sanpaolo, dedicata alla confische agli ebrei durante le leggi razziali.

Fino a venerdì 7 febbraio la Casa della Memoria di Milano ospita la mostra Frida e le altre. Storie di donne, storia di guerra: Fossoli 1944. Il Giorno della Memoria 2020 alla Biblioteca Valvassori Peroni di Milano viene onorata con una mostra fotografica e una serie di letture con intermezzi musicali: l'appuntamento è per giovedì 23 gennaio dalle ore 18.00 con l'inaugurazione della mostra Binario 21: per non dimenticare, aperta al pubblico fino a sabato primo febbraio.

Dove portare i bambini per il Giorno della Memoria

Anche e soprattutto le nuove generazioni devono conoscere l'orrore dell'Olocausto per far sì che mai, in futuro, una catastrofe simile possa ripetersi. Per questo, in occasione del Giorno della Memoria, oltre alle tante iniziative a cura delle scuole, sono in programma anche diversi eventi dedicati ai bambini: è il caso del laboratorio Che memoria da albero!, organizzato presso la Fondazione Catella nella mattina di domenica 26 gennaio.

Altro appuntamento per i bambini è con il reading per la Giornata della Memoria Manifesto Umanità vs Indifferenza: un momento di raccoglimento e letture in programma sabato primo febbraio alla Libreria dei Ragazzi di Milano.