UPDATE:
Cannes Lions 2019. L'efficacia della creatività cala. Lo dice un report di WARC. La colpa? E' del pensiero a 'breve termine'Cannes Lions 2019. Sciarpelletti (Giurato Direct): "Premiate le belle idee, non solo i progetti da grandi audience. Molte le campagne che affrontano temi di attualità. I lavori italiani? Non hanno nulla da invidiare a quelli degli altri Paesi"Cannes Lions 2019. Lachlan Murdoch (FOX/NewsCorp): “I giganti del web sono cresciuti monetizzando i nostri contenuti e i nostri target. Servono regole nuove. E all’intera industry serve più creatività”Cannes Lions 2019. A Canada, Svezia e Brasile i Grand Prix in Creative Data, Creative Strategy e MediaSpace Available in Cannes/3. Et Arthur crea la MusiqueCannes Lions 2019. Pereira (Presidente Giuria Social & Influencer): "I progetti Diesel firmati Publicis? 'Be a follower' è una delle campagne più raffinate in gara, solo un brand 'punk' come Diesel poteva lanciarla"Cannes Lions 2019. Piscopo (Giurato Media): "I progetti italiani sono all'altezza, ma serve un'attenzione maggiore alle manifestazioni internazionali importanti come il Festival"Clear Channel Italia ai Cannes Lions 2019 con un ricco programma di eventi. Debutto come advertising company indipendente nel settore OOHPerfetti Van Melle prepara i nuovi spot Daygum e Vigorsol con Selection e torna in tv con Fruittella dopo oltre 10 anni. Budget 2019 in linea. Il digital vale il 20%Riffeser (FIEG) e Levi (AIE) sottoscrivono un accordo di consultazione e azione comune: “Gli Editori per l’Editoria”
Lancio prodotto

Nastro Azzurro presenta il restyling internazionale della bottiglia e del bicchiere con un evento, organizzato internamente, dedicato allo stile italiano sulla terrazza del The Pantheon Iconic Rome

L’iniziativa, che si è svolta il 3 aprile, ha fatto leva su un percorso attraverso quelli che sono i messaggi della marca, con alcuni dei personaggi che negli anni li hanno rappresentati al meglio. Tra questi Gino Sorbillo, che fa della pizza una vera e propria bandiera made in Italy nel mondo; Federico Riezzo, mixologist di fama internazionale, bartender presso la House of Peroni di Londra e Dublino, che ha accompagnato gli ospiti in un’inedita degustazione di cocktail italiani che hanno fatto la storia della mixology; e Ghemon, portavoce con la sua musica e i suoi testi della filosofia Nastro Azzurro. Come dichiarato a e20express, l’evento è stato organizzato internamente dal brand.

Nastro Azzurro, marca italiana che negli anni ‘60 ha introdotto il concetto di stile nel settore birrario internazionale, rinnova la sua immagine a livello globale. Un cambiamento importante, in un anno che sta vedendo una crescita decisa del brand sia nel mercato locale che nell’export. Infatti, da inizio anno, le esportazioni sono cresciute complessivamente del 37% e la prospettiva per fine anno è quella di superare i 2 milioni di ettolitri. Regno Unito, Australia e Stati Uniti sono i Paesi dove si beve più Nastro Azzurro.

Negli anni la birra premium italiana più bevuta nel mondo, parallelamente alla sua espansione nel mercato internazionale, è diventata una vera icona di stile, grazie alla sua capacità di rappresentare l’essenza del Made in Italy e di sfidare le convenzioni di categoria.

Oggi l’azienda si presenta al mercato globale con una nuova bottiglia e un nuovo bicchiere dal design più moderno e ricercato che enfatizza i suoi tratti iconici – come la sinuosità delle sue forme, la base esagonale del bicchiere e dell’etichetta e la firma in rilievo di Giovanni Peroni. Un’altra novità riguarda l’introduzione dell’icona del mais Nostrano nel design della bottiglia, l’ingrediente che ha reso unico e riconoscibile il suo gusto nel tempo. Questo nuovo simbolo, disegnato a mano, sottolinea l’eccellenza e la qualità di Nastro Azzurro.

Il nuovo bicchiere – disegnato per garantire la migliore esperienza di consumo ed esaltare il gusto – mantiene la sua inconfondibile linea sinuosa ed elegante, ancor più sottile al centro ed impreziosita dall’incisione della firma di Giovanni Peroni.

Il nuovo pack è stato presentato durante una serata-evento ('The Italian Icon. Reloaded') dedicata allo stile italiano, sulla terrazza del The Pantheon Iconic Rome. Come dichiarato a e20express, l’evento è stato organizzato internamente dal brand.

APRI LA GALLERY IN ALTO PER VEDERE ALTRE FOTO.

Il programma della serata ha fatto leva su un percorso attraverso quelli che sono i messaggi della marca, con alcuni dei personaggi che negli anni li hanno rappresentati al meglio. Tra questi Gino Sorbillo, da sempre appassionato sostenitore di Nastro Azzurro,  che fa della pizza una vera e propria bandiera made in Italy nel mondo (a breve una nuova apertura a Miami); Federico Riezzo, mixologist di fama internazionale, bartender presso la House of Peroni di Londra e Dublino, che ha accompagnato gli ospiti in un’inedita degustazione di cocktail italiani che hanno fatto la storia della mixology, passando in rassegna i più iconici, come ad esempio lo Spritz o il Negroni, a base di Nastro Azzurro; e infine Ghemon, portavoce con la sua musica e i suoi testi della filosofia Nastro Azzurro, sempre attenta a scommettere su chi ha il coraggio di rischiare e l’audacia di investire su se stesso, che ha dichiarato: “È un piacere partecipare all’evento di restyling di Nastro Azzurro, brand made in Italy che da sempre sostiene i giovani talenti e la musica italiana indipendente. Supportare i sognatori e chi segue le proprie ambizioni, dando loro voce, è una dimostrazione di coraggio, lungimiranza e forza.”

“Nastro Azzurro rappresenta una vera icona senza tempo. Questo restyling è assolutamente in linea con il pensiero innovativo e sfidante del brand, la sua ambizione, il suo essere naturalmente elegante e ricercato, e - di conseguenza - punto di riferimento per il settore, senza mai perdere di vista la propria autenticità.” racconta Francesca Bandelli, Marketing & Innovation Director di Birra Peroni “Sappiamo bene quanto la bottiglia e il bicchiere rappresentino il valore della marca ed è per questo che abbiamo coinvolto un panel internazionale di consumatori per decidere il design finale. Abbiamo ricevuto commenti entusiastici ed accoglienti nei confronti del nuovo design di Nastro Azzurro, capace di valorizzare la sua premiumness e la sua modernità.”

DETTAGLI DEL DESIGN DELLA NUOVA BOTTIGLIA:

Italianità e forme classiche richiamano gli stili bodoni, novarese e palatino. Il dettaglio e la lavorazione di ogni singolo segno raccontano una storia di autenticità, eleganza e unicità. 

Il lettering è radicato nella storia del brand e si ispira ai loghi utilizzati in questi anni, incluso quello originario del 1963.

La presenza dell’oro richiama il “calore” dell’Italia e la reintroduzione del simbolo dell'alchimia e la forma esagonale al centro rimandano alle origini del birrificio Birra Peroni. Dall'incisione originale, nelle prime bottiglie, fino alla forma dell'etichetta che ha introdotto Nastro Azzurro nel mercato italiano, l'esagono ha avuto un ruolo importante nel marchio Peroni.

Il nuovo Crest è radicato nella storia del marchio e prende ispirazione da quello originale.

Il Simbolo del Mais Nostrano mette in risalto l’elemento differenziante in termini di prodotto e di gusto: l’alta qualità e le caratteristiche organolettiche di questa varietà esclusiva di mais conferiscono a Nastro Azzurro quel gusto secco e rinfrescante, particolarmente apprezzato in tutto il mondo.

Questo nuovo simbolo si ispira ai codici visivi degli spirits ed è stato disegnato a mano. Ricorda una corona d’alloro proprio per richiamare l’autenticità del patrimonio italiano. C’è un nastro blu come legame semiotico al brand.

La firma e il nastro blu stilizzato sono un'interpretazione grafica del dettaglio del vetro della bottiglia e del bicchiere. La forma del nastro richiama uno stile moderno e attuale e fa riferimento alla forma esagonale della bottiglia.

MG