Evento non profit

SIR e AIM Group a Giffoni con il progetto SIR Run, una corsa contro le malattie reumatologiche

Non una maratona ma una corsa che ognuno fa per sé. Ogni partecipante dovrà correre nella propria città e, con un video, raccontare un tratto dell’Italia, del paese in cui vive. In 4 video di 30 secondi ciascuno, da realizzare con il proprio cellulare, ognuno potrà raccontare chi è, perché ama correre, il luogo preferito per correre e il luogo preferito della sua città. I video selezionati saranno usati per realizzare un cortometraggio sulle bellezze d’Italia.

La Società Italiana di Reumatologia (SIR), in collaborazione con AIM Group International, ha partecipato alla 50esima edizione del Giffoni Film Festival a conferma del proprio impegno nella promozione e diffusione della cultura del benessere, riferendosi ai giovani con una speciale masterclass. Nel corso di una masterclass, organizzata da AIM Group International per la SIR all’interno del GFF, il professor Andrea Doria (Head of Rheumatology Unit, Department of Medicine, University of Padova) e la dottoressa Marta Riva (reumatologa all’Ospedale San Gerardo di Monza) hanno presentato il progetto SIR Run 2020.

In partnership con Giffoni Film Festival, la SIR Run prevede – nel rispetto delle vigenti norme sul distanziamento sociale – di attivare un percorso su tutto il territorio nazionale in cui ogni singolo partecipante possa dare il suo contributo. Iscrivendosi alla Run, ogni partecipante correrà singolarmente nella propria città di appartenenza raccontando attraverso un breve video la bellezza dei luoghi italiani tra storia, cultura e ambiente. Tutti con un unico obiettivo: «Corriamo insieme contro le malattie reumatologiche».

La SIR, società scientifica che riunisce persone (non solo medici) che si occupano di malati reumatologici, ha tra le altre anche “la finalità di educare e comunicare l’esistenza delle malattie reumatiche sia alla popolazione in generale ma anche ai reumatologi. Ha anche il compito di promuovere la ricerca e di migliorare l’assistenza al malato”, ha spiegato il dr. Doria. Le malattie reumatologiche, infatti, coinvolgono circa 5 milioni di italiani. Come prevenirle? Facendo attività fisica, “possibilmente di tipo aerobico. La corsa è una delle più adatte”.

Da qui, dunque, il progetto SIR Run, una corsa organizzata da SIR in collaborazione con AIM Group. “L’anno scorso - racconta Rosangela Quieti, managing director Congress Division di AIM Group International - abbiamo organizzato per la prima volta la SIR Run per sensibilizzare l’opinione pubblica in occasione del congresso nazionale. Quest’anno, considerando la necessità di distanziamento sociale, l’idea è di organizzare una corsa ibrida”.

Non una maratona ma una corsa che ognuno fa per sé. “Ogni partecipante – ha spiegato ai ragazzi di Giffoni la dottoressa Riva - dovrà correre nella propria città e, con un video, raccontare un tratto dell’Italia, del paese in cui vive. In 4 video di 30 secondi ciascuno, da realizzare con il proprio cellulare, ognuno potrà raccontare chi è, perché ama correre, il luogo preferito per correre e il luogo preferito della sua città. I video selezionati saranno usati per realizzare un cortometraggio sulle bellezze d’Italia”. Insomma, un modo per correre insieme, seppur distanti, “contro le malattie reumatologiche. E per creare una storia che parli di sport, attività fisica, cultura e delle bellezze d’Italia”. Del resto, conclude Riva, “La corsa è una metafora della malattia, c’è l’idea di correre sempre affiancati a qualcuno: quando si è in due in corsa non si è mai da soli. La maratona insegna a fare un passo alla volta e a incoraggiarsi a vicenda”.

Per iscriversi alla maratona virtuale occorre compilare un form sul sito dedicato.

A conclusione del progetto, il video finale sarà presentato nel corso dell’edizione di dicembre del Giffoni Film Festival. La chiusura del progetto prevede anche un momento di premiazione. Un’anticipazione del video finale, inoltre, sarà presentata nel corso del 57° Congresso Nazionale SIR che si terrà a Rimini dal 25 al 28 Novembre 2020.