Evento pubblico

Numeri record per i Digital Design Days con un totale di 160 mila spettatori e 53 mila utenti unici per le due edizioni del 2020 targate SG Company

Nei giorni 22, 23 e 24 ottobre si sono collegate persone da 57 Paesi differenti, 21 le lingue di provenienza. Entro il 30 ottobre la piattaforma DDD.LIVE sarà aggiornata con tutte le registrazioni dei talk e delle masterclass. Inoltre, a sorpresa e per la prima volta, da novembre saranno anche disponibili tutti i migliori talk delle scorse edizioni, oltre 400 ore di formazione e ispirazione ad un costo particolarmente conveniente.

Il bello e l'utile di Internet, la rete di relazioni, la qualità dei contenuti e l'attendibilità della piattaforma. Ecco i punti fermi dei Digital Design Days conclusi sabato 24 ottobre che insieme all'edizione dello scorso maggio ha fatto registrare un'audience record. 160 mila partecipanti tra l'edizione di maggio e quella di ottobre che, ricordiamo, prevedeva una fee di ingresso, e 53 mila gli utenti unici.

Nei giorni 22, 23 e 24 ottobre si sono collegate persone da 57 Paesi differenti, 21 le lingue di provenienza.

SAY HELLO, la networking app per entrare in contatto con i partecipanti, i partner e gli speaker sviluppata da A-LL Tech, ha registrato 18 mila nuove connessioni tra utenti nei tre giorni.

Si è così conclusa la settima edizione dei DDD, un'edizione davvero globale organizzata da SG Company. Un evento anche quest'anno partito dall'Italia, Patrocinato dal Comune di Milano, che ha centrato l'obiettivo di rimettere al centro la professione del designer digitale e creare un'occasione unica di formazione, aggiornamento e stimolo per una riprogettazione del proprio futuro.

«È stato un grande successo – ha affermato Filippo Spiezia, fondatore, direttore creativo e curatore dei Digital Design Days - sono particolarmente orgoglioso e soddisfatto: per la prima volta abbiamo offerto l’intera esperienza dell’evento via streaming a professionisti, brand e marketing manager, e designer di tutto il mondo, raggiungendo ogni parte del globo, fornendo ispirazione, formazione ed esperienze concrete da parte delle menti creative più brillanti che ci hanno regalato talks coinvolgenti e innovativi, fornendoci strumenti tangibili per affrontare le sfide che il mondo ci pone e sfruttare al meglio le opportunità che il futuro ci offre».

Dietro le quinte del palcoscenico mondiale dei designer digitali non sono mancati i commenti sull'anno segnato dal Covid: abbiamo imparato qualcosa? E se sì, che cosa?

«Abbiamo imparato come essere continuamente creativi ed evolvere con maggior impatto e meno sforzo, perché innovazione richiede perseveranza, perché non è solo un termine alla moda che suona creativo, e non è solo sfidare lo status quo. – ha affertmato Busra Demirci di Instagram - Innovazione è evoluzione e sta a ognuno di noi saperla tirarla fuori attraverso i processi creativi che ci ha fornito».

«Abbiamo scoperto come l’industria della moda ha saputo evolversi e sfruttare gli strumenti digitali per essere più sostenibile, inclusiva e accessibile, estendendo il suo ruolo ben oltre la moda stessa» – ha aggiunto Nishita Tamuly, Your Majesty, la “regina” del fashion digitale.

Competenti, preparati, ma soprattutto coinvolti e generosi verso il pubblico, i 39 speaker hanno condiviso esperienze e conoscenze senza risparmiarsi, esprimendo all'unisono un ringraziamento e un augurio per un'edizione dei DDD nuovamente in presenza.

Intelligenza artificiale, realtà virtuale, machine learning, grafica, UX/UI, animazioni… gli speaker hanno proposto una panoramica completa ed esaustiva sulle nuove strategie e strumenti digitali di oggi. Ecco alcuni contenuti dei tre giorni:

Michael Wong, Mizko

Ha mostrato come creare un prodotto di successo in un mondo già saturo dove regna la competizione, fornendo i quattro step necessari per sfruttare al meglio i tools più innovativi, che lo hanno portato a creare prodotti digitali che valgono milioni di dollari.

JB Grasset, Monochrome

Ha guidato il pubblico attraverso realtà virtuale, realtà aumentata e phygital svelandoci i segreti dell’industria dei video games in fortissima ascesa che raggiungerà i 200 miliardi entro il 2022, spiegando perchè i brand debbano considerare di entrare in questo mercato. JB ha svelato il futuro di questo nuovo media e quali sono i pro e contro per affrontare la sfida. 

Gianluca Brugnoli, Huawei

Un percorso nel mondo del machine learning, big data e artificial intelligence e tutto quanto ruota attorno a queste affascinanti tecnologie e come Huawei le abbia sfruttate al meglio per lanciare in tutto il mondo progetti straordinariamente innovativi al fine di creare un mondo migliore.

Fabio Sergio, Fjord

Ha condiviso i nuovi trend e strumenti che hanno portato intere industrie a elevare la propria esperienza nel mondo digitale: dallo shopping alla salute, dalla formazione al lavoro alla socializzazione, e come il designe la tecnologia siano cruciali per ottenere risultati duraturi ed esperienze significative che portano a risultati tangibili per far crescere il business.

Cindy Chastain, Mastercard

Ci ha insegnato come la visione sia fondamentale per la realizzazione di prodotti digitali tangibili, realizzabili e strategicamente funzionali ai nostri obiettivi. Tramite case history e processi concreti abbiamo scoperto come un brand di tale livello collega strategia di business e di prodotto al fine di realizzare esperienze che influenzano milioni di persone.

Cristina Baccelli, Facebook

Ha abbattuto tutti i malintesi che riguardano la realtà aumentata mostrandoci con esempi concreti come AR non vive solo sui nostri device, non è monouso, non è solo una esperienza da vivere da soli, non contiene solo contenuti generati degli utenti, e non è affatto solo per giocare o un passatempo ma al contrario è uno strumento utile anche per formare, informare, educare.

Eric Snowden, Adobe

Lo straordinario talk conclusivo ci ha insegnato come un vero leader deve guidare il proprio team di designer e quali sono le sue responsabilità, come può migliorare, come investire sulle persone, come può fare in modo che ognuno si senta parte dell’azienda senza mai desiderare di lasciarla. Un talk onesto, diretto, commovente, attuale che ci ha guidato passo dopo passo attraverso i 5 errori da evitare e su quali valori fondare le relazioni specialmente in un momento di crisi così profonda.

Entro il 30 ottobre la piattaforma DDD.LIVE sarà aggiornata con tutte le registrazioni dei talk e delle masterclass, che saranno disponibili per l'acquisto a chi li avesse persi, mentre chi ha partecipato ai tre giorni di ottobre ha accesso diretto ai contenuti registrati. Inoltre, a sorpresa e per la prima volta, da novembre saranno anche disponibili tutti i migliori talk delle scorse edizioni, oltre 400 ore di formazione e ispirazione ad un costo particolarmente conveniente.

Il sito www.ddd.it è riferimento per ogni informazione.