UPDATE:
Medallia lancia quattro innovazioni rivoluzionarie nel campo dell'intelligenza artificialeAl via l’edizione primaverile di “La Lettura Intorno – BookCity tutto l’anno”, ideato con Fondazione Cariplo. Dal 21 al 24 marzo oltre 50 appuntamenti in tutti i Municipi della cittàLactalis lancia il programma “DISrACTIVE” per educare e agire contro le condizioni di fragilità e disagio e a favore dell’inclusioneEugenio De Marco è il nuovo Direttore di Facile.itOMG nel 2023 supera il miliardo di billing (+12%) e segna +15% dei ricavi. Il 2024 anno della svolta: attesa ulteriore crescita del +10% e focus su dati, martech & AI, retail media, misurazione, CSR e nuovi modelli di sviluppo global. Mercato adv a +2,5%Rai Pubblicità presenta la politica commerciale per la primavera 2024. Previsto un recupero di ascolti di due punti sul 2023. Listino in continuità rispetto al primo trimestre, con una variazione del 3,5% di cpg a prodotto omogeneoGruppo Matches sbarca in Sardegna. All’agenzia romana la co-organizzazione di una stagione di eventi sportivi, con l’apertura di un corner nell’isolaUn’analisi di GfK su IA generativa e AR/VR racconta i due trend emergenti che potrebbero risollevare il mercato della Telefonia. Nel 2023 le vendite totali di dispositivi legati al Metaverso diminuite del 2% a unità, i ricavi generati a +15%Agricoltura e cibo: le donne che guidano la transizione ecologica al centro della “Festa del BIO” di Milano, organizzata da FederBio, in programma per sabato 9 marzoComma3 festeggia 25 anni di attività con la riorganizzazione, la gara di Primadonna Collection e nuovi ingressi tra i quali quello di Debora Ferranti nel ruolo di Project Manager
Mercato

Bellandi (FutureBrand): 'Alla città-marca occorre un forte posizionamento'

Si è tenuta oggi a Roma la tavola rotonda "La città come marca: Roma destinazione vincente" organizzata da FutureBrand, il network internazionale che si occupa di strategie di marca e sviluppo di brand design.

Si è tenuta oggi a Roma la tavola rotonda "La città come marca: Roma destinazione vincente" organizzata da FutureBrand, il network internazionale che si occupa di strategie di marca e sviluppo di brand design, specializzato nel settore del turismo. Ad animare il dibattito, si sono confrontati Saverio Galeota, Presidente Commissione Cultura e Turismo del Comune di Roma, Patrizia Ninci, Assessore al Turismo Provincia di Roma, Piergiorgio Togni, Direttore Generale Turismo – Ministero dei Beni Culturali, Anna Innamorati, Presidente McCann Erickson Italia, Susanna Bellandi, Amministratore Delegato Futurebrand Italia, forte dell'esperienza del network nello studio e progettazione di marchi legati al turismo e al territorio.

Nel suo intervento, Bellandi ha detto: "Si può considerare la città, piuttosto che la regione o la nazione, proprio come una marca: con dei valori da esprimere ed un forte concetto di posizionamento su cui puntare, e non solo con la comunicazione: l'intera offerta, il prodotto, deve concorrere a veicolare quel concetto. Se è vero che L'Italia è la destinazione più ambita come meta turistica quando si tratta di storia, arte e cultura, probabilmente è nella salvaguardia di questo patrimonio che L'Italia dovrebbe concentrarsi. Gli investimenti in iniziative, infrastrutture, comunicazione, eventi dovrebbero puntare principalmente alla valorizzazione massima del patrimonio culturale. Considerare il patrimonio artistico e culturale (che comprende anche l'offerta enograstronomica) come un prerequisito e cercare magari nell'entertainment o nell'area business di competere con altre destinazioni è una perdita di tempo e di denaro. Se mancano a monte la credibilità e la reputazione, costruire ex novo la reputazione di un brand è molto difficile, se non talvolta impossibile".

"Costruire una forte promessa di marca non vuol dire usare un unico linguaggio uguale per tutti – ha proseguito Bellandi -. Per costruire la reputazione di una città-marca dobbiamo studiarne bene le caratteristiche differenzianti e rilevanti per tutti i target potenziali e poi rivolgerci con offerta e linguaggio ad ognuno di questi target in maniera specifica. Il posizionamento del brand deve essere un po' come un faro e tutte le azioni devono mirare a riflettere l'immagine auspicata. La comunicazione seguirà lo stesso percorso. Se il brand Australia ha messo al centro del proprio posizionamento il concetto della luce con il claim 'A different light' è perché la forza della luce in quel paese è un elemento fortemente identificativo, un elemento che ti resta impresso nella memoria dopo che ci sei stato e che ti fa sognare prima di andarci. Sarà un argomento di comunicazione, certo. Ma non solo. Si pensi a che cosa è riuscita a fare NY del concetto della Grande Mela: ha creato un 'mondo', un modo di essere, nella mente della gente, dei turisti come degli uomini d'affari".