Mercato

IAB Italia, le sfide di un contesto “interconnesso”. Presentate in Consiglio Direttivo le iniziative previste per il 2024

L’Associazione risponde con un approccio sistemico per aiutare le aziende a governare le sfide del presente e del futuro a un contesto fluido che vede mutare modelli di business e modalità di lavoro sempre più rapidamente.

Il 18 aprile 2024 si è tenuta l'Assemblea dei Soci di IAB Italia, il chapter italiano dell’Interactive Advertising Bureau, la più autorevole Associazione a livello mondiale dedicata al marketing e all’advertising digitale.

Oltre alla consueta approvazione del Bilancio, sono state presentate e condivise con i Soci le tante iniziative previste per il 2024 ed è stato approfondito l’operato del Consiglio Direttivo – recentemente “rinnovato” con l’ingresso di Luca Catellani, CEO e founder di Lovemark che subentra a Roberto Barberis, CEO di Stillabit – in questo primo anno di attività.

Tra le prime attività svolte dai Consiglieri si evidenzia la realizzazione del nuovo purpose di IAB Italia, che mette l’Associazione al centro dello sviluppo del sistema Paese e afferma il valore dell’Interactive Advertising come motore di crescita per tutte le sue componenti.

“Il nuovo piano di azione di IAB Italia mira ad aumentare ulteriormente il peso e l’influenza negli ambiti di intervento dell’Associazione e non solo. Le attività messe in atto nel 2023 hanno portato grandi risultati in termini di partecipazione - con numeri da record su alcuni eventi come IAB Forum - e di awareness sul lavoro dell’Associazione. Per il 2024 è stato programmato un sistema ramificato di iniziative che, anche attraverso partnership strategiche, ci renderà protagonisti e sempre più il punto di riferimento per lo sviluppo della industry” ha affermato Carlo Noseda (nella foto), Presidente di IAB Italia.

A tal proposito si sottolinea la collaborazione con Sole 24 ORE Formazione per la realizzazione di diversi corsi dedicati al marketing e al digital advertising: la partnership evidenzia il valore dell’offerta di IAB Italia, già ricca grazie ai contenuti proprietari e a quelli realizzati con edulia - dal Sapere Treccani, e la rende disponibile per un pubblico molto ampio.

La novità più significativa è rappresentata da INTERSECTIONS, il più grande evento in Italia dedicato a marketing, comunicazione, creatività e tecnologia nato dall’unione di IAB Forum e IF! Italians Festival.

“Serve un grande salto culturale per superare confini ormai obsoleti. Il sistema della comunicazione in Italia deve crescere sia in dimensione che in qualità e questo può avvenire solo con la condivisione di percorsi comuni” - ha commentato Sergio Amati, General Manager di IAB Italia - “Non possiamo più ragionare a silos, soprattutto in questo periodo guidato dalla grande discontinuità dell’intelligenza artificiale che sta cambiando in modo radicale modelli di business e modalità di lavoro. Dobbiamo adottare un approccio sistemico”.

INTERSECTIONS parte dalla volontà delle associazioni IAB Italia, ADCI e UNA, che hanno deciso di fare sistema e rispondere in modo compatto all’evoluzione e alle sfide davanti alle quali si trova la industry in questo particolare momento storico.

Con il suo ruolo super partes L’Associazione continua così nel suo ruolo di decodifica del cambiamento, fornendo al settore gli strumenti per comprendere e padroneggiare le nuove tecnologie e affrontare al meglio le sfide del futuro.

Un ruolo impossibile da ricoprire in maniera efficace senza il sostegno dei Soci. Nel 2024 si è infatti allargata ulteriormente la base associativa di IAB Italia con i nuovi Soci entrati, che confermano la centralità del suo ruolo di guida nella industry. IAB Italia dà il benvenuto a: A2A, Aleph, Blendee, Chatwin, CleverAd, Cognitive ADV, Digital Angels, EikonTech, Feelstudio, Genertel, Hoopygang, Illimity, iSmartFrame, Ketchup ADV, Outnow, ReStore, Retailor Media, SunMedia, Taboola, Taptap, The Trade Desk, Utiq, WOW Lab (Web to Emotions), Webing, Wellmakers.

I nuovi Soci si uniscono a un network composto da importanti player provenienti da tutta filiera, tra cui agenzie media, publisher, fornitori di servizi tecnologici e brand, coinvolti nello sviluppo dell’innovazione tecnologia e della comunicazione digitale del settore.