Mercato

MNcomm compie 25 anni, chiude il 2021 con oltre 10 milioni di fatturato e sviluppa le aree management e food

La società di comunicazione, fondata da Umberto Maria Chiaramonte (a sinistra nella foto), di cui Maria Serena Pace (a destra nella foto) prosegue nel percorso di sviluppo. L’area management è cresciuta in maniera significativa negli ultimi 2 anni fino a raggiungere gli oltre 50 talent gestiti sempre con un percorso strategico di comunicazione, ed è in grado di realizzare progetti per brand, centri media e agenzie. Nell’ultimo anno è nata Food Media Factory, la start up frutto della collaborazione con AB Normal srl, dedicata alla gestione dei talent food e alla creazione, realizzazione e gestione di format ristorativi innovativi.

MNcomm, la società di comunicazione, fondata e presieduta da Umberto Maria Chiaramonte (a sinistra nella foto), di cui Maria Serena Pace (a destra nella foto) è socia e amministratore delegato, compie 25 anni di attività.
 
Una ricorrenza che ha tutti i crismi delle nozze d’argento per chi c’è sempre stato come loro. Nata nel 1997, con il nome di MN Italia, come agenzia di media relation, a inizio 2020 in MNcomm è confluito tutto il know-how maturato nel corso degli anni in materia di comunicazione: la consulenza strategica, le digital PR, la comunicazione social, le produzioni audio-video, il branded content, la produzione di eventi e il talent management, tutti strumenti finalizzati alla realizzazione e al racconto di progetti strutturati e costruiti su misura per il cliente. In un unico soggetto operativo, inoltre, confluiscono mondi diversi, dall’Entertainment al Food, dall’Arte al Design, dai Viaggi allo Sport.
 
E così, in controtendenza alla specializzazione di molte altre realtà nate nello stesso periodo, negli anni che hanno segnato il passaggio dalla televisione analogica a quella digitale, dal cd allo streaming, dalla lunga serialità a TikTok, MNcomm non ha mai smesso di osservare, sperimentare diversificare e crescere.
 
In 25 anni di attività ha veicolato trasformazioni importanti nel mondo della televisione, della musica, nell'entertainment, adattando strumenti e linguaggi sempre in evoluzione.
 
Nel 2003 ha seguito e raccontato la nascita di Sky (di cui è tuttora consulente), e poi di realtà innovative come Current Tv, Fox, fino alle piattaforme Discovery+ e ITsART, ha comunicato eventi iconici come il Festival di Sanremo, i più importanti varietà di Raiuno, le grandi manifestazioni live come l’Earth Day, il Concerto del Primo Maggio e il Giffoni Film Festival ed è stata consulente in progetti di grandi aziende come Intesa Sanpaolo e Tim.
 
Prova del successo del metodo di lavoro di MNcomm sono i rapporti di lunghissima durata con molti clienti, tra questi, solo per citarne alcuni: Adriano Celentano e Fiorello, Sky e il Giffoni Film Festival da oltre 20 anni.
 
Oggi in MNcomm, nelle due sedi di Roma e Milano, collaborano 60 tra professionisti e professioniste, diverse generazioni di comunicatori. Lo stato di salute della società, che non è stato compromesso dai due anni di pandemia, è testimoniato dalla qualità dei clienti con cui MNcomm sceglie di collaborare, dalla diversificazione delle attività sulle quali viene chiamata ad operare e, in termini di numeri, dal fatturato che nel 2021 si è attestato su oltre 10 milioni di euro.
 
Da qualche anno la sede di Milano, MNLab dispone anche di un set per la produzione di contenuti video, per piattaforme e web, ed è stata implementata una unit che, con Sony Music Italia, realizza podcast, concepiti sempre come ulteriore leva di comunicazione.
 
La tendenza a non fermarsi ai risultati ottenuti ha spinto il management di MNcomm a impegnarsi sempre nello sviluppo di nuovi progetti.
 
L’area management è cresciuta in maniera significativa negli ultimi 2 anni fino a raggiungere gli oltre 50 talent gestiti sempre con un percorso strategico di comunicazione, ed è in grado di realizzare progetti per brand, centri media e agenzie, raggiungendo reach estese e allo stesso tempo targettizzate in base agli obiettivi di comunicazione.
 
Nell’ultimo anno è nata Food Media Factory, la start up frutto della collaborazione tra AB Normal srl (società che fa capo ad Alessandro Borghese) e MNcomm, dedicata alla gestione dei talent food e alla creazione, realizzazione e gestione di format ristorativi innovativi. Tra le ultime aperture quella del ristorante dello chef Alessandro Borghese a Venezia e del temporary Braci by Barù a Milano.