Mercato

Nicola Lampugnani, Domenico Grandi e Gigi Pasquinelli fondano l'agenzia St.John’s nel segno di 'Good Friends for Brave Ideas'

Come spiega il founder e creative partner Lampugnani ad ADVexpress: "L'agenzia, che spazia dall'advertising a brand strategy e branded entertainment, è una realtà inclusiva, con un modello basato sulla collaborazione, sulla fiducia e sul coraggio, che vuole lavorare con tutti quei talenti che si stanno muovendo al di fuori dai soliti contesti del mondo della comunicazione". Operativa da gennaio, entro un anno punta a diventare un'agenzia di medie dimensioni grazie a un modello flessibile e veloce.

Nasce  St.John’s, l'agenzia di Nicola Lampugnani (founder e creative partner), Domenico Grandi (founder e managing partner) e Gigi Pasquinelli (partner e  creative director). I tre noti professionisti,  dopo l’esperienza in Epik, la factory fondata dal Ceo Massimo Costa, di cui sono stati, rispettivamente, partner e creative & content director;  partner;  creative/art director, hanno intrapreso questa nuova sfida imprenditoriale. 

La sigla, spiega il founder e creative partner Lampugnani, prende il nome da "da San Giovanni, patrono dell'amicizia', perchè fondata sul credo 'Good Friends for Brave Ideas'.  Siamo una realtà inclusiva,  con un modello basato sulla collaborazione, sulla fiducia e sul coraggio, che vuole lavorare con tutti quei talenti che si stanno muovendo al di fuori dai soliti contesti del mondo della comunicazione e che vogliono sentirsi parte di un progetto che gli dia visibilità, gli lasci spazio di sperimentare e di creare un prodotto dal forte impatto creativo. Lo facciamo con un network di amici e collaboratori come registi, autori, art director, project managers, planner, artisti, musicisti, copywriter e scrittori, tutti tra i migliori professionisti in circolazione".

Con un'offerta che spazia dall'advertising, a brand strategy e branded entertainment, St. John's, racconta Lampugnani, si considera per ora una start up ma, forte di un modello flessibile e veloce e della grande esperienza dei tre partner, punta a diventare "un'agenzia di medie dimensioni entro un anno. Ma già lavora per brand nei settori del fashion, del lifestyle, del personal beauty, dei servizi e vorrebbe collaborare anche per un marchio di telefonia".

Tra i servizi offerti da St. John's anche l'influencer marketing e sul tema dell'impatto del caso Balocco - Ferragni su questo mercato, Lampugnani commenta: "La nostra regola con questo tipo di progetti è di avere una strategia di brand molto precisa. Del resto il ruolo delle agenzie è quello di essere custodi dei brand e come tali siamo consapevoli che la figura del creator non lavora sull'aspetto strategico dei marchi, ma a livello superficiale. Per questo è necessario mantenere il controllo su tutto il processo di comunicazione e nella scelta degli influencer prediligere figure credibili".