Mercato

#Sios22 Summer Edition. Investimenti in startup a 968,5 milioni nel primo semestre (+46,5%). Ad Aryel il Sios Summer Edition Special Award

In aumento il volume e il numero dei round nel mondo delle startup italiane, con il biotech primo per operazioni complessive, davanti a software e tecnologie green. In controtendenza l’equity crowdfunding che nella prima parte del 2021 aveva raccolto 48 milioni di euro contro i 18,6 milioni di euro di quest’anno (-60%).

Crescono nel primo semestre del 2022 gli investimenti in startup in Italia, attestandosi a 968,49 milioni di euro, un incremento del 46,5% rispetto ai 660 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. Questi i dati presentati nel corso di #SIOS22 Summer Edition – Reloaded a Firenze, organizzato da StartupItalia in collaborazione con Nana Bianca e Fondazione CR Firenze, con il patrocinio del Comune di Firenze.

L’analisi di StartupItalia con UpBase (dato aggiornato al 28 giugno 2022) evidenzia una tendenza positiva che riguarda una serie di altri indicatori, come il numero complessivo di finanziamenti: ben 104 rispetto ai 93 della prima metà del 2021. Inoltre, si registra una sempre più corposa incidenza dei round che superano i 10 milioni di euro. Quest’anno ne sono stati chiusi 16, a fronte dei 10 del 2021. Apprezzabile anche la quota di operazioni guidate da investitori stranieri: se nei primi sei mesi dell’anno scorso sono state 14, al 28 giugno 2022 se ne contano già 20.

Sul totale delle 104 operazioni, il 10,5% ha riguardato accordi nel campo del biotech, una delle eccellenze del nostro Paese. Tra gli altri comparti spiccano software, con il 9,6% delle operazioni; le tecnologie green con l’8,6% delle iniziative; fintech e food & beverage risultano appaiate all’8%. Seguono, entrambi con il 6%, immobiliare, altro settore capace di attirare l’interesse di investitori italiani e stranieri, e ecommerce.

“I numeri del report sono molto promettenti, ma non possiamo negare di vivere un momento storico complesso. Questa edizione di SIOS vuole essere un punto di ripartenza, in un luogo simbolico - l’Innovation Center -, che è stato un granaio (il granaio dell’abbondanza), dove veniva raccolta una materia prima di fondamentale importanza per far fronte a carestie e altre difficoltà. Oggi vogliamo immagazzinare idee, visioni e innovazione, così come in passato veniva fatto con il grano. Come StartupItalia raccontiamo storie attraverso una pluralità di canali, supportando chi vuole fare innovazione, nel senso più ampio del termine, con l’obiettivo di abilitare il matching tra interessi molteplici e rispondere al fabbisogno formativo in diverse industry e territori. Per questo siamo impegnati a creare, supportare, raccontare ecosistemi integrati, anche in un'ottica di internazionalizzazione, forti di una expertise unica sul mercato. La pandemia ci ha insegnato tantissime cose, ha mutato alcune abitudini, ma sono convinto che fare squadra facendosi contaminare da idee di valore sia l’unica strada per costruire relazioni stabili e proficue. Siamo nel luogo ideale dove promuovere questa visione”, dichiara Dario Scacchetti, Amministratore Delegato di StartupItalia.

Tornando al report, alla voce volume di investimenti, a fare la differenza è la startup del “Buy Now Pay Later” Scalapay: la fintech, che si è aggiudicata il premio Startup of the Year a SIOS21, ha raccolto 497 milioni di dollari (pari a circa 440 milioni di euro), senza contare il secondo round di 27 milioni di dollari (25,6 milioni di euro), che ha visto la partecipazione di Poste Italiane. L’operazione monstre di Scalapay spiega perché la raccolta complessiva dei round è cresciuta in modo sensibile, senza un corrispondente aumento altrettanto significativo del numero dei deal.

Tra i temi trattati dall’indagine condotta da StartupItalia in collaborazione con UpBase, è stato posto anche un focus sull’andamento del comparto in Europa. Nel dettaglio dei singoli mercati internazionali, dai dati del primo trimestre emerge la leadership della Gran Bretagna con 8,5 miliardi di euro di investimenti, seguita da Francia (4,7 miliardi di euro) e Germania (2,8 miliardi di euro). Il totale raccolto in Europa è pari a 25,4 miliardi di euro (+33%), sempre nel primo trimestre (fonte: Crunchbase e CB Insight).

Un segmento in controtendenza è invece l’equity crowdfunding. Nella prima parte del 2021, la raccolta complessiva era stata di 48 milioni di euro nell’ambito di 72 operazioni, quest’anno le campagne di equity chiuse per le startup innovative sono state 38 per un ammontare di 18,6 milioni di euro, dato in calo di oltre il 60% (dato aggiornato all’1 giugno 2022, fonte Osservatorio Crowdinvesting Politecnico di Milano).

Durante la conferenza è stato anche assegnato il SIOS Summer Edition Special Award, cui hanno preso parte alcune imprese attive nei settori NFT e metaversi. Ad aggiudicarsi il riconoscimento è stata Aryel. Fondata a Milano da Mattia Salvi (Ceo) e Luca Petri (Cto) è una piattaforma che vuole portare le tecnologie della realtà aumentata nel settore del marketing. Si posiziona come piattaforma di AR Marketing per abilitare target specifici a pubblicare e lanciare campagne di realtà aumentata, in una modalità drag & drop, senza conoscenze specifiche di programmazione. Inoltre, utilizza il WebAR, una tecnologia che abilita gli utenti a interagire con dei contenuti in realtà aumentata attraverso browser, senza il bisogno di scaricare un app. Oggi conta oltre 5 mila utenti (70% dei quali internazionali) e ad aprile ha raccolto un round seed da 700.000 euro.

La Radio Partner Radio 105, in collegamento da Milano con Alessandro Sansone e Annie Mazzola - conduttori di 105 StartUp! - ha intervistato in esclusiva le 5 startup finaliste del SIOS22 Summer Edition Special Award, con la vincitrice decretata da una giuria di esperti.

Nel corso dell’appuntamento, l’assessora all’Innovazione del Comune di Prato, Benedetta Squittieri, ha presentato la seconda edizione della “call for action” di CTE PRISMA. Lanciata il 30 giugno ha l’obiettivo di selezionare cinque startup che lavorino per l'innovazione tecnologica del distretto tessile e moda con particolare attenzione a nuovi modelli di business basati su tecnologia 5G, Internet of things, Intelligenza artificiale e blockchain.

Le startup selezionate beneficeranno per un anno del programma di accelerazione con StartupItalia, della possibilità di lavorare nei locali di PRISMA, oltre a utilizzare i servizi e le opportunità offerte dal progetto. Quest'anno il partner Estra metterà a disposizione un premio speciale di 20.000 euro per la startup più innovativa. La call 2022 è disponibile sul sito https://startupitalia.eu/cte-prisma con le informazioni e i moduli da compilare per partecipare. Le candidature possono essere inviate entro e non oltre il 30 settembre 2022. Il programma di accelerazione inizierà il 1° ottobre 2022 e finirà il 28 febbraio 2023. Seguiranno tre mesi di attività di open innovation.

A questa tappa di #SIOS22 Summer Edition - Reloaded si sono registrate circa 1.000 persone, più di 280 startup, lo streaming ha totalizzato 250.000 views, con picchi di 4.000 utenze collegate in contemporanea.

L’evento è stato realizzato in collaborazione con Nana Bianca e Fondazione CR Firenze e con il patrocinio di Comune di Firenze. Radio Partner: Radio105, media partner: QN-La Nazione. Partner: Cisco, CTE Prisma – Comune di Prato, OBE - Osservatorio Branded Entertainment, Oracle. Sponsor tecnico: The Stellar