Mercato

XChannel: quadruplicate le vendite sull’e-commerce per i clienti in portafoglio nei primi 8 mesi del 2020. Guidano il trend i settori home (+673%), beauty (+492%) e food (+273%)

Le leve di questa crescita, che tanto in media quanto nelle singole categorie è stata molto più sostenuta di quella del mercato, sono state tre. L’adozione di una strategia interfunzionale che coinvolge marketing, comunicazione e vendite, la costruzione di piani media crosscanale e l’utilizzo dei tool esclusivi di XChannel, che hanno un comprovato impatto moltiplicatore sulle performance.

Dal punto di vista dei consumi il 2020 verrà ricordato per l’esplosione degli acquisti online nei mesi di marzo e aprile. Ma al termine della fase di lockdown il trend non si è fermato, anzi: da maggio a settembre l’andamento positivo si è consolidato. Alle fine del 2020 l’e-commerce italiano varrà una volta e mezza rispetto a quello del 2019. 

Da sei anni XChannel crea strategie crosscanale innovative per aiutare le aziende leader del proprio settore a crescere sull’e-commerce e in particolare sul canale dei marketplace (es. Amazon, AliExpress, Alibaba) e degli e-retailer (vale a dire tutte quelle strutture distributive “miste”, che nascono come catene di punti vendita tradizionali ma che hanno ormai un’importante presenza digitale, come per esempio Esselunga, Carrefour, El Corte Inglés). 

Nel portfolio di XChannel, fondata a Milano nel 2014 e presente da quest’anno anche a Barcellona, ci sono nomi importanti tra i quali spiccano gruppi multinazionali ed eccellenze sia italiane che spagnole. Nel 2020 i clienti che hanno scelto XChannel per la loro strategia di ecommerce hanno mediamente quadruplicato le loro vendite digitali. Il dato di crescita si riferisce al periodo gennaio-agosto 2020 comparato con lo stesso periodo del 2019. Oltre al dato medio è possibile evidenziare i numeri aggregati delle principali categorie in portfolio: guidano il trend i settori home (+673%), beauty (+492%) e food (+273%).

Le leve di questa crescita, che tanto in media quanto nelle singole categorie è stata molto più sostenuta di quella del mercato, sono state tre. L’adozione di una strategia interfunzionale che coinvolge marketing, comunicazione e vendite, per realizzare prodotti e offerte ad hoc, perfetti per il canale; la costruzione di piani media crosscanale che sfruttano le efficienze dei diversi mezzi pubblicitari; l’utilizzo dei tool esclusivi di XChannel, che hanno un comprovato impatto moltiplicatore sulle performance. 

I tool di XChannel si basano sull’approccio misto dell’azienda, che unisce nelle fasi di ricerca e in quella di monitoraggio la potenza dei big-data all’efficacia di semiotica e antropologia. I tool esclusivi di XChannel permettono di analizzare e massimizzare tanto gli aspetti retail quanto quelli di advertising degli e-commerce. Tra gli altri strumenti interni ci sono: il “PPIX”, un tool di auditing dell’offerta di catalogo; il “X-ROI”, che serve a costruire piani di comunicazione a partire dall’analisi sul ritorno degli investimenti; il “XPromo”, che serve a pianificare al meglio le campagne degli eventi top della distribuzione digitale e in particolare dei marketplace (come per esempio: il Prime Day e il Black-Friday di Amazon oppure il Single Day di Alibaba).

“Nel 2019 il commercio online valeva solo il 7% dei prodotti venduti in Italia. Ma quest’anno il nostro retail ha vissuto una vera rivoluzione, che ci porterà a fine 2020 a un nuovo status quo, con il canale e-commerce almeno una volta e mezza più grande che nel 2019. Siamo felici che le nostre strategie digitali e in particolare quelle sui marketplace, gestite da un team interno dedicato che usa il nostro approccio crosscanale, abbiano aiutato i nostri clienti a quadruplicare il loro fatturato e a crescere quasi tre volte di più del mercato” dichiara Federico Corradini (in foto), CEO di XChannel. 

“Si tratta di imparare a gestire un’opportunità che è sotto gli occhi di tutti, vale a dire quella del boom in corso per il settore e-commerce: il nostro scopo è quello di aiutare il cliente a capire come, dove e perché questo trend si stia sviluppando. Usando i nostri tool interni possiamo poi accompagnare i nostri partner verso un successo condiviso e in crescita, giorno dopo giorno. Chiude il quadro un team affiatato e in crescita con una specializzazione iper verticalizzata su queste dinamiche” aggiunge Giulia Di Giacomo (in foto), Responsabile Team Amazon di XChannel.