Industry

Accordo tra Regione Lombardia e Unioncamere per monitorare l'andamento del turismo. Sul piatto un investimento di 122 mila euro

Destinatari delle analisi elaborate, enti pubblici e operatori privati del territorio lombardo che operano nella filiera dell’attrattività turistica.

Condividere dati e informazioni sulla filiera turistica, monitorarne tempestivamente l’andamento e quantificare l’impatto del settore sull’economia regionale lombarda. Questi i principali obiettivi della delibera ‘Analisi e strumenti per il monitoraggio della filiera turistica – accordo per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo tra Regione Lombardia e Sistema camerale’, approvata dalla Giunta regionale della Lombardia, su proposta dell’assessore al Turismo, Marketing territoriale e Moda, Barbara Mazzali (nella foto).

L’investimento ammonta a 122.000 euro, 61.000 a carico di Regione Lombardia e altri 61.000 a carico di Unioncamere. Destinatari delle analisi elaborate, enti pubblici ed operatori privati del territorio lombardo che operano nella filiera dell’attrattività turistica.

“Lo studio dei dati – commenta l’assessore Mazzali è lo strumento fondamentale per supportare le progettualità strategiche di Regione Lombardia sul fronte del turismo, un comparto che finalmente ha riconquistato un posto strategico nell’agenda del nostro Paese dimostrando con i numeri, sempre più importanti, il contributo che rappresenta per l’economia nazionale e, nel nostro specifico, per quella lombarda”.

“In quest’ottica – prosegue l’assessore – l’analisi comparativa delle elaborazioni in possesso di diversi istituti rappresenterà un valore aggiunto. Da qui l’accordo tra Regione Lombardia e il sistema Camerale, che permetterà anche al nostro Osservatorio regionale per il Turismo e l’Attrattività di ampliare i propri strumenti a disposizione per il monitoraggio della filiera, a vantaggio della stessa”.

Il progetto attivato nell’ambito dell’Accordo per lo Sviluppo economico e la competitività tra Regione Lombardia e le Camere di Commercio lombarde, “prevede la condivisione delle fonti informative sulla filiera turistica già elaborate dai due ‘partner’ – prosegue Mazzalioltre alla realizzazione di analisi congiunte e approfondimenti del fenomeno turistico, anche rispetto a possibili evoluzioni. Rilevante sarà anche l’acquisizione di ulteriori fonti informative necessarie a quantificare l’impatto del comparto turistico sull’economia lombarda. Informazioni e analisi saranno inoltre valorizzate tramite eventi congiunti”.