Industry

BEA Italia Festival 2021. Gli eventi diventano sempre più phygital, all'insegna dell'innovazione e con un occhio di riguardo al pubblico, sempre più esigente

Gli eventi stanno cambiando faccia, sono sempre più ibridi, una commistione tra digitale e fisico, il cosiddetto phygital. Le aziende, e le agenzie, se vogliono stare al passo, devono sempre più cavalcare quest'onda, sulla cresta dell'innovazione. E avere sempre un occhio proteso sul pubblico, sempre più esigente e tecnologico

Nella tavola rotonda dal titolo “The new stage calls new brief”, svoltasi durante il BEA Italia Festival 2021, abbiamo capito che per costruire un evento oggi bisogna partire da un brief che sia condiviso anche con il comparto comunicativo e coerente non solo col messaggio che si vuole veicolare, ma anche con la filiera di produzione e distribuzione del prodotto stesso (leggi news).

Un brief che si chieda: “che emozione, che sensazione vogliamo che arrivi al pubblico?”. Quindi, brief davvero come punto zero, come punto di partenza: ma che brief si aspetta di ricevere a fronte anche del nuovo scenario imposto dalla pandemia chi deve poi lavorare alla creazione dell'evento?

Hanno cercato di dare una risposta gli ospiti intervenuti durante “The new stage calls new relationship”, la tavola rotonda moderata da Giulia Cappelli, Senior Business Manager di Balich Wonder Studio, che ha visto la partecipazione di Alessandra Stradella, Maserati Global Events Manager, e di Piero Durat, Direttore Creativo di Next.

GUARDA IL VIDEO DELLA TAVOLA ROTONDA

«Partiamo da un presupposto: la realtà è cambiata, non si tornerà al mondo di prima – commenta Durat – Per quanto riguarda il brief, mi aspetto che mi venga messa davanti una pagina bianca, in cui come agenzia posso proporre ciò che voglio liberamente, in cui il cliente sia disposto a rischiare. Ovvero qualunque sia l'andamento della pandemia, la tecnologia ha già messo in atto un cambiamento, sia di se stessa che del mondo. Questo sviluppo digitale ci impone di proporre nuove strade al cliente: lo stesso evento fisico non sarà più quello di prima, ma sarà sempre più ibrido».

«Ibrido, esatto – conferma Stradella – Va sfruttato al massimo questo momento anche di transizione, sia digitalmente che fisicamente. Bisogna chiedersi qual è il messaggio che si vuole trasmettere, qual è l'emozione da veicolare, per avere chiaro infine l'obiettivo da portare a casa. E l'esperienza offerta dev'essere assolutamente interattiva».

Ma cosa significa creare un evento di successo? Quali sono gli ingredienti indispensabili per raggiungere questo obiettivo? «Per noi è quando ci rendiamo conto che siamo riusciti a emozionare, a passare un messaggio, ad avere uno storytelling forte e a essere riusciti a utilizzare tutti i canali a disposizione. Se poi vogliamo estendere i confini, l'evento di successo è anche quello che esce dagli schemi, che fa parlare di sé, che fa discutere. L'innovazione è alla base di tutto».

«Non dimentichiamo l'interazione e la sperimentazione – aggiunge Durat - Se azzecchiamo il modo giusto di toccare i nostri target, questi interagiscono, aumentando il valore dell'evento. E soprattutto, considerato che gli eventi saranno sempre più misti, potrebbe darsi che si andranno a toccare anche target che non si erano considerati prima. L'evento di successo per me è quello in cui si rischia un po', tutti».

Riprendendo il concetto di target, il pubblico sta cambiando, soprattutto sta emergendo la cosiddetta Generazione Z, ovvero i giovani nati a inizio Duemila, una generazione che sta stravolgendo il mondo della comunicazione. Come si può approcciarla? «La stiamo studiando come fosse una nuova tendenza – spiega Stradella - Anche qui, soprattutto qui, bisogna saper rischiare, essere audaci, guardare oltre e anche avvalersi dei player giusti, lavorare in team con professionisti dalle giuste competenze: il mondo che ci si apre davanti offre infinite opportunità – gaming, metaverso, turismo nello spazio, film a gravità zero... Bisogna saper guardare oltre, anche anticipare. Anche perché dopo la Generazione Z ne è in arrivo un'altra, più innovativa».

«La cosa più importante della Generazione Z è averla in agenzia – riprende Durat – Hanno esperienza e apertura mentale. È bello saper farla crescere, ma anche crescere insieme a loro, per dare propulsione innovativa a quello che si crea insieme».

Sempre più eventi proiettati nel futuro, quindi? E il passato che ruolo gioca in tutto questo? «Il passato porta con sé l'heritage, le radici di un brand, che non possono essere dimenticate. Sarebbe bello riprendere oggi un evento del passato, coinvolgendo il metamondo che ci sta intorno, mantenendo l'autenticità, che paga sempre. Ovvero ideando un evento, non si deve mai utilizzare la tecnologia fine a se stessa, ma sempre al servizio di un contenuto, che sappia creare un rapporto con chi non è presente, un legame che duri per sempre».

Francesca Manfrotto

 

--------------------------------

CREDITS

Il Bea Italia è un’iniziativa di ADC Group

Powered by 

FeelRouge - Balich Wonder Studio Business Unit Events and Brand Experiences 

 

Silver Sponsor

Erbert- Healthy and sustainable food partner

Omnicom Media Group - Communication partner

 

Main Partners:

Clonwerk - Produzione Contenuti/Regia Live Show/Soluzioni Interattive per Visitor Experience e interaction design/Eventi Live/Web Up e Eventi in Streaming

Digivents - Piattaforma ospitante per la realizzazione dell’evento virtuale

STS Communication - Production company e studi

Superstudio Maxi - Location per eventi

New Light - NewLight FullService

FrontRow - Direzione tecnica - direzione di produzione - stage management

 

Technical Partners: 

BANDAKADABRA - Artista

DOC SERVIZI - RIGIT - Progettazione e rigging

ERBERT - Healthy and sustainable food partner

GALOTTO - Realizzazione palchi - Strutture per manifestazioni e sfilate - Tribune - Noleggio transenne

GIO' FORMA - Architettura & Production design

JOY PROJECT - Effetti Speciali 

KINETICShow - Installazioni cinetiche dedicate allo show business, new media art, integrazione tra sistemi.

LADYDI - Hostess & Promoter 

LASER ENTERTAINMENT - Laser ed effetti speciali

LE GOURMET - Servizi catering e banqueting per piccoli e grandi eventi

LORETOPRINT  - Stampe digitali

MODO RENT - Noleggio arredi

MODO EVENTI - Allestimenti

MTV - MTV, il brand di intrattenimento di ViacomCBS Networks Italia presente su Sky (canale 131 e in streaming su NOW)

NOVITAL - Partner noleggio piattaforme e muletti

PLESH - Tecnologie Interattive e Integrazione Phygital

ALMA-POINTEX - Moquette tessuti per cerimonia - Mascherine certificate, lavabili e personalizzabili

ROOM1025 - Creative music boutique

SHARINGBOX - Soluzioni di brand-engagement esperienziali e multimediali

UP2YOU - Sustainability Partner

WEPHOTO - Professional Photography