Industry

Il 5 luglio a Roma la presentazione dello studio di settore sull’industria italiana dei congressi e degli eventi promosso da Federcongressi&eventi

Mercoledì 16 settembre si svolgerà sulla piattaforma Zoom l'evento durante il quale saranno presentati i dati dell’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi e della ricerca “L’impatto del Covid-19 sulla meeting industry italiana: la prospettiva delle sedi per eventi e congressi”

Martedì 5 luglio a Roma alle ore 11.00 presso la Sala Italia della sede di ENIT- Agenzia Nazionale del Turismo sarà presentata agli operatori del settore, alle istituzioni e alla stampa l’ottava edizione dell’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi-OICE, lo studio promosso dall’associazione Federcongressi&eventi (in foto la presidente Gabriella Gentile) che analizza in modo continuativo il settore italiano dei congressi e degli eventi monitorandone i trend.

La rilevazione raccoglie i principali dati di sintesi delle attività svolte nel 2021 (per esempio: numero complessivo di eventi, di partecipanti e di giornate). I risultati definiscono la fotografia dell’industria dei congressi e degli eventi nella sua fase di ripartenza dopo l’inattività forzata dovuta alla pandemia Covid19.

Il congressuale è un settore fondamentale del turismo. Permette infatti di sviluppare un turismo di qualità e di superare la stagionalità che invece contraddistingue altri segmenti del turismo. Non solo: crea indotto economico per le destinazioni che ospitano congressi ed eventi e contribuisce a promuovere il marketing territoriale anche a livello internazionale.

Come le precedenti edizioni, la ricerca è realizzata da ASERI, l’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

L’evento è patrocinato dal Ministero del Turismo, da ENIT-Agenzia Nazionale del Turismo e da Convention Bureau Italia.