Industry

Eventi: l'obiettivo è un'associazione europea

Gare, contratti e regole condivise i temi caldi di cui si è parlato a Europa degli Eventi, workshop organizzato dalla Commissione Esteri della Consulta degli Eventi di Assocomunicazione. I presidenti delle Associazioni straniere si sono confrontati sui singoli mercati e sulle problematiche locali. Il BEA Expo Festival individuato come occasione per definire un calendario di nuovi incontri.

arrivo.JPGSabato 18 ottobre si è tenuto Europa degli Eventi, un workshop organizzato dalla Consulta degli Eventi di AssoComunicazione presso l’Hotel Eden di Roma.

L’incontro (nell'immagine a sinistra, l'arrivo dei partecipanti) ha avuto come protagonisti i rappresentanti delle Associazioni di Eventi dei maggiori paesi europei quali Germania, Francia, Spagna, Portogallo e Gran Bretagna che hanno accolto con entusiasmo l’invito italiano. La giornata, esclusivamente dedicata ai rappresentati delle agenzie di eventi iscritte alla Consulta, si è svolta in due diverse sessioni.

La prima sessione è stata aperta da Salvatore Sagone, presidente di ADC - Agenzia della Comunicazione e organizzatore del premio Bea e da Simone Merico, ad di K-events e  delegato alla Presidenza della Consulta, che ha portato a tutti i saluti del presidente Stefano Coffa, impossibilitato a presenziare alla giornata ma che è stato il principale promotore di questo incontro.

IMG_4914200.jpgLa mattinata ha poi visto susseguirsi i presidenti delle Associazioni straniere che hanno presentato un osservatorio sui singoli mercati e sulle problematiche locali. Sono intervenuti Sandrine Christon (nella foto a destra, a fianco a Gilles Morange di Promoconvention) per Anaé (Francia); Oscar Santiago in rappresentanza del Club para la Exelencia (Spagna); João Sassetti per Apecate (Portogallo); Izania Downie per conto di Eventia (Gran Breatagna); Claus Holtmann per FMA (Germania) e lo stesso Simone Merico per l'Italia.

Ric Birch, direttore, produttore e autore delle Cerimonie Olimpiche di Los Angeles, Barcellona, Sydney, Torino e Beijing, ha aperto la sessione pomeridiana dei lavori parlando della propria esperienza e di come le cerimonie e i budget siano cambiati con il trascorrere degli anni.
sagone.JPG
Il pomeriggio è proseguito con un dibattito, coordinato ancora da Sagone (nella foto qui sopra, in un momento della discussione), sulle problematiche comuni ai singoli mercati. Sono stati tra i temi più trattati quello delle gare, dei contratti, della creatività, dell’istruzione, dell’affollamento del mercato e della mancanza di regole condivise.

Simone Merico ha proposto ai presenti di lavorare congiuntamente nei prossimi mesi per aprire un tavolo allargato di valori, di intenti e mission che possa portare alla fondazione di un'associazione di carattere europeo che rifletta tutti i punti comuni ai singoli mercati.
seratagiusta.JPG
La proposta è stata accolta da tutti i presenti con entusiasmo ed è stato individuato il BEA  Expo Festival come occasione per definire un calendario di nuovi incontri.

Il progetto è stato organizzato dalla Commissione Estero della Consulta composta da Alessandra Lanza, Piano B; Milena Mineo, Mil; Gilles Morange, Promoconvention; Roberto Cipullo, Fonema; Alberto Cassone, AlphaOmega; Manuela Micheli, Isp Communication e dallo stesso Simone Merico di K-events (nell'ultima foto, un momento della cena tra i rappresentanti delle associazioni italiane e internazionali).