UPDATE:
Linkontro 2022. Incertezza e Advertising. Pugliese (Conad): "I budget restano invariati ma cambia il tono della comunicazione per far sentire la vicinanza ai consumatori. Nell'anno del 60esimo, al via il lancio di TuDay, nuova insegna di prossimità"Linkontro 2022. Incertezza e Advertising. Pedroni (Coop): "Investimenti pubblicitari in aumento e una nuova campagna con al centro il nostro prodotto a marchio per supportare il potere d'acquisto dei clienti"Sbarca sulla terra Zaira, la meta influencer di Buzzoole per avvicinare la Gen Z ai brandLinkontro 2022. Incertezza e Advertising. D'Este (Ferrero): "Nessun taglio ai budget media e investimenti ai livelli di leadership di mercato. Comunicazione e rapporto con i consumatori fanno guardare al futuro con positività"NielsenIQ. In uno scenario marcato da pandemia, guerra e inflazione, peggiora il potere di acquisto: in soli tre mesi le famiglie fragili passano dal 10% al 17%. Il 96% degli italiani rivedrà le priorità di spesa. Il discount vale il 20% del mercatoIl Festival della Comunicazione torna in presenza e dà appuntamento a settembre a Camogli con l'edizione più ricca di sempreClean Up Your Bike dà il via allo Sport Tour 2022 di NuncasNielsen Linkontro 2022: Vecchioni (diversitylab.it): “Le aziende devono credere nella diversità, posizionarsi su questo tema, farlo proprio e diffonderlo, altrimenti perderanno un'importante occasione di unione con i propri consumatori”Al via Torino Digital Days 2022: oltre 60 eventi gratuiti e aperti al pubblico per la terza edizione realizzata da Tandù, Bonobo Events e HoverstateUna strategia più internazionale e integrata in tema di contenuti, media e comunicazione: nasce su queste basi la ‘Nuova Vivendi’
Industry

Fiera Milano sta valutando un progetto di integrazione con Fiere di Parma per la gestione coordinata degli eventi nel settore alimentare

Gli azionisti ne stanno discutendo in questi giorni. Si tratterebbe di un'alleanza che oggi appare focalizzata solo sul comparto alimentare, ma domani proiettabile su altri settori nei quali le due società operano, come il turismo, il florovivaismo, il food processing e la meccanica.

Fiera Milano, come confermato dal CEO Luca Palermo (in foto) al quotidiano Il Sole 24 ore, sta valutando un progetto di potenziale integrazione con Fiere di Parma finalizzato a rafforzare il proprio posizionamento internazionale nel settore agroalimentare.

Un accordo su cui gli azionisti stanno discutendo. In particolare sul tavolo un progetto di organizzazione coordinata di eventi nel settore alimentare, attraverso la creazione di una grande fiera dedicata fondendo TuttoFood (di proprietà di Fiera Milano) con Cibus (di proprietà di Fiere di Parma) che vantavano circa 3.000 espositori e 80.000 visitatori ciascuno nelle ultime edizioni pre-pandemia.

Un'alleanza tra le due società che oggi appare focalizzata solo sul comparto alimentare, ma domani proiettabile su altri settori nei quali le due società operano, come il turismo, il florovivaismo, il food processing e la meccanica.

Il progetto, già portato all'attenzione del cda di Fiere di Parma, propone una "operazione di organizzazione coordinata e congiunta dei rispettivi eventi nel settore agroalimentare" e nasce dalla "considerazione che il persistere della onda pandemica ha accelerato il processo di selezione e armonizzazione degli eventi fieristici già in atto da tempo e ha stimolato la ricerca e la creazione di alleanze policentriche e a geometrie variabili".

Come riportato da Repubblica, nello specifico, l'operazione prevedrebbe un aumento di capitale dedicato, la sottoscrizione dello stesso da parte di Fiera Milano e la sua liberazione mediante il conferimento da parte di quest'ultima del proprio ramo d'azienda costituito dalla manifestazione TuttoFood.

“Le parti confermano che sono in corso una serie di approfondite analisi da parte del management e dei rispettivi advisor per configurare un’ipotesi di partnership tra Fiera Milano e Fiere di Parma”, si legge in una nota congiunta diffusa ieri dalle due società.