Industry

Da LiveCom Alliance linee guida paneuropee e codice etico per gare sostenibili nel settore degli eventi

Come già recentemente fatto per il nostro Paese dal Club degli Eventi e della Live Communication con la presentazione del ‘Patto etico per la ripartenza’, anche l'associazione paneuropea torna a parlare di gare e di un loro svolgimento seguendo determinate indicazioni, fondamentali soprattutto nell'attuale contesto di graduale ripresa che sta vivendo la event industry.

In questa fase cruciale di graduale ripresa del settore della live communication, diventa quanto mai importante richiamare l'attenzione sulla problematica delle gare e di regole per un loro svolgimento eticamente sostenibile.

Lo ha recentemente fatto per il nostro Paese il Club degli Eventi e della Live Communication lanciando il ‘Patto etico per la ripartenza’ (leggi news), e lo fa ora anche LiveCom Alliance ricordando le sue linee guida per le gare a livello europeo, dopo la recente presentazione alla stampa dell'European Industry Survey 2020 (leggi news) che ha evidenziato la ripresa del mercato ma con capacità di spesa inferiori rispetto al passato.

A maggio 2018 sono state lanciate le linee guida e la checklist (VEDI ALLEGATO) per consentire ai clienti di adottare un approccio più professionale ed efficace nella loro call for pitch, e alle agenzie di valutare oggettivamente l'investimento da affrontare per prendervi parte rispetto alle possibilità di successo.

Entrando nel dettaglio, di seguito i punti delle linee guida:

1 - Clear Scope

Il cliente chiarisce nell'invito se si tratta di un pitch per un progetto individuale o per una relazione pluriennale. Vengono fornite informazioni dettagliate sulla natura e la dimensione delle attività oggetto di gara, nonché una previsione di budget realistica. È anche importante menzionare se si tratta di una gara creativa, strategica o di produzione o se è una combinazione di questi.

2 - Transparent Process

Nell'invito alla gara, il cliente propone un processo chiaro e trasparente che rimarrà invariato per tutta la durata e garantisce pari opportunità a tutti i partecipanti. È importante che le agenzie sappiano con quali altre agenzie hanno a che fare nel pitch in cui il loro numero è idealmente limitato a un massimo di 3-5.

Il cliente stabilisce anche la natura e l'ambito della presentazione, nonché il briefing, i risultati finali, i tempi e le modalità di presentazione. Sono inoltre presenti informazioni sui criteri di valutazione e sulla procedura decisionale e indicati i soggetti coinvolti. Requisiti e criteri sono rilevanti e relativi alla natura e alla portata dell'incarico.

3 - Realistic Remuneration

I costi sostenuti per la presentazione di un pitch da tutte le agenzie invitate sono coperti (in parte) da un gettone di presenza. Tale compenso è comunicato in anticipo ed è proporzionato alla prestazione richiesta. L'agenzia vincitrice è autorizzata a incorporare un concept fee realistico nel budget finale.

4 - Respect for copyright

Il diritto d'autore che si applica alle idee presentate, rimane di proprietà di ciascuna agenzia invitata e il riscatto di questi diritti non è coperto da alcun pagamento. Le questioni relative al diritto d'autore per l'agenzia vincitrice sono regolate dai loro accordi contrattuali con il cliente.

5 - Confidentiality

Tutte le parti che accedono a una gara (sia agenzie che clienti) devono trattare le informazioni condivise durante il processo di presentazione con la massima riservatezza. Vengono presi accordi chiari e scritti in merito a (eventuali) contatti con la stampa.

 

Consulta in allegato anche gli 8 punti della checklist di LiveCom Alliance.

L'associazione promuove da sempre iniziative per un ambiente professionale sostenibile ed equo nel settore della comunicazione dal vivo e degli eventi. Motivo per cui ha introdotto il primo Codice Etico (IN ALLEGATO) paneuropeo nel maggio 2017 al fine di disciplinare lo spirito e il metodo di tutte le attività (commerciali) della event industry.