Rivista e20

e20 n.104. COVER STORY. Ninetynine, motori accesi per Ferrari

Essere scelti da uno dei brand più amati nel mondo è, per un’agenzia, un grande privilegio e, al contempo, una grande responsabilità. Quando Ninetynine si è aggiudicata la gara indetta da Scuderia Ferrari per la presentazione della nuova SF21 e dei piloti Carlos Sainz e Charles Leclerc, ha accolto una sfida molto ambiziosa: quella di innovare il format e il linguaggio di presentazione della vettura e del racing team. Come spiega il ceo Simone Mazzarelli, l’agenzia, grazie a un coeso lavoro di squadra, ha messo il proprio pensiero strategico e know-how creativo a servizio del cliente per declinare gli obiettivi attraverso soluzioni innovative e ingaggianti. Un ruolo fondamentale è stato svolto da Lemonn, la nuova divisione di Ninetynine dedicata agli eventi digitali, che ha permesso di ottimizzare la produzione di un evento di portata internazionale, gestendo oltre 650 collegamenti live-video da tutto il mondo. Simone Mazzarelli ci racconta com’è andata e qual è stato il ruolo dell’agenzia.

Una premessa d’obbligo in questo periodo storico: come sta andando Ninetynine e come sta affrontando la sfida della pandemia a livello strutturale e strategico?
Abbiamo affrontato questa drammatica curva della storia con il nostro approccio innovativo, creativo e un po’ folle, partendo da un’idea di fondo: da nuovi vincoli imprevisti possono nascere nuove opportunità, cambiando lo schema di gioco e sfruttando le potenzialità della tecnologia. È nato così, ad esempio, il successo di Lemonn, la nostra nuova divisione di eventi digitali, ma già pluripremiata. Abbiamo investito in formazione interna, ricerca e sviluppo e abbiamo razionalizzato i processi, concentrandoci su grandi progetti che ci hanno permesso di acquisire nuovi importanti clienti fra cui The Walt Disney Company, Angelini Holding, la Federazione Italiana Golf e Scuderia Ferrari.

Soffermiamoci proprio su Scuderia Ferrari: sappiamo che per ottenere l’incarico dell’evento ‘Global Team&Car Launch 2021’ avete partecipato a una gara. Quali sono stati, a vostro parere, i plus che hanno reso vincente la vostra proposta?
Gestire uno dei brand più amati al mondo è un grandissimo onore e, al contempo, una straordinaria responsabilità. Nel corso della gara, ci siamo confrontati con alcune tra le più prestigiose agenzie del settore. Abbiamo approcciato il brief con il nostro metodo: focalizzarci sull’obiettivo del cliente e non replicare paradigmi e format narrativi già usati.

Che tipo di progetto avete proposto?
La soluzione è stata quella di proporre un format ambizioso e integrato. Il brief chiedeva di declinare il lancio della presentazione della nuova SF21 di Scuderia Ferrari e dei piloti Carlos Sainz e Charles Leclerc. Abbiamo articolato il progetto mettendo al centro un nuovo storytelling del racing team più amato del mondo, che si è sviluppato attraverso due film emozionali andati in onda il 26 febbraio e il 10 marzo, una strategia di social engagement e degli eventi digitali live: la Global Press Conference e il Meet&Greet con partner e tifosi collegati da tutto il mondo. Si tratta di un progetto che Ninetynine ha affrontato proponendo una strategia di comunicazione complessa, che ha coinvolto tutte le anime dell’agenzia. Abbiamo messo in campo il nostro pensiero strategico, che si è tradotto in una nuova modalità di lancio di vettura e piloti, e il know-how creativo, che ha portato all’ideazione dello storytelling, del plot e dell’innovativo car beauty. Grazie alla nostra capacità produttiva che ci ha consentito tempi serrati e grande flessibilità di realizzazione e al forte imprinting innovativo e tecnologico della nostra divisione Lemonn, abbiamo potuto rispondere al meglio alle aspettative di Scuderia Ferrari.

Parliamo dell’evento: come avete concretizzato gli obiettivi del cliente?Il progetto partiva dalla necessità, ma anche dalla volontà, di Scuderia Ferrari di innovare profondamente format e linguaggi dell’evento di presentazione della vettura e del racing team 2021 per ingaggiare in modo sempre più coinvolgente i suoi numerosi target tramite un portfolio ampio ed efficace di canali di comunicazione. La parte centrale dell’attività è stata realizzare due docu-film che potessero rappresentare al meglio lo storytelling del brand, raccontando con tono emozionale e un montaggio dinamico e al tempo stesso intimista, i protagonisti di Ferrari. I film sono stati pensati per essere poi frammentati in pillole con cui ingaggiare la community, mentre i vari eventi digitali hanno avvicinato stampa partner e tifosi ai loro idoli con una dinamica di live engagement. Per la presentazione della vettura abbiamo scelto un innovativo beauty shot realizzato con illuminazione dall’alto come unica fonte di luce – una scelta originale, capace di andare oltre la SF21 e di simulare l’asfalto della pista - e utilizzando un sistema formato da steadycam e trinity. Una soluzione solitamente poco sfruttata per questo tipo di riprese, che ci ha permesso di ampliare le possibilità di movimento della camera da presa intorno alla SF21 sia in modo controllato che in modo più random, così da creare dinamicità in fase di editing ottenendo un risultato distintivo rispetto a tutti gli altri lanci.

Il ‘Global Team&Car Launch 2021’ ha riscosso grande successo a livello mondiale. Come avete lavorato per creare il nuovo storytelling di Scuderia Ferrari?

Ninetynine ha risposto al brief proponendo un cambiamento di ‘paradigma narrativo’ di Scuderia Ferrari, fondato su un nuovo storytelling nel quale l’immagine della Scuderia e dei suoi campioni potesse essere arricchita di dimensioni inedite, puntando su una maggiore empatia e consentendo ai tifosi di tutto il mondo di scoprire il lato umano e la passione dei due giovani piloti e dell’intero racing team. Una narrazione intima, sincera e vicina al cuore della tifoseria di tutto il mondo per dare concretezza all’hashtag #essereFerrari uscendo dagli schemi classici delle presentazioni di altri team sportivi. Il nuovo format è stato anche l’occasione per massimizzare ulteriormente il mondo dei social media.

Entriamo nel vivo degli eventi: come si sono svolti? C’è stato un momento clou?
Gli eventi digitali (Global Press Conference e Meet&Greet con partner e tifosi, ndr) sono stati organizzati dalla divisione Lemonn di Ninetynine, che ha sviluppato un sistema multipiattaforma per consentire la gestione di oltre 650 collegamenti live-video da tutto il mondo. I piloti Charles Leclerc, Carlos Sainz e Mattia Binotto hanno potuto rispondere alle domande dei giornalisti, partner e tifosi in modo diretto, fluido e stabile, alternando conferenze stampa, dirette tv e interviste one-toone. Il momento clou della giornata di lancio di Scuderia Ferrari è stato quello in cui i tifosi da tutto il mondo hanno potuto interagire in maniera diretta con i loro idoli, comparendo tutti insieme sul grande schermo curvo alle spalle del team. Una foto opportunity per i fan e un momento molto emozionante anche per i giovani piloti.

La vostra divisione Lemonn ha giocato un ruolo fondamentale nella collaborazione con Scuderia Ferrari. Ci parlate di com’è nata e perché? In che modo ha fatto la differenza?
L’idea di Lemonn è nata a settembre 2019 come soluzione da integrare a un evento fisico per far vivere la stessa esperienza anche a chi non poteva essere presente. Quando a marzo 2020 il mondo è cambiato, abbiamo sviluppato la tecnologia per realizzare eventi full digital. Ma, da allora, abbiamo fatto moltissima strada. Oggi, Lemonn è la soluzione integrata digitale più premiata in Italia e vincitrice del Best B2B Event Award a livello mondiale, una realtà che consente di soddisfare ogni esigenza di evento e proporre soluzioni altamente tecnologiche, fluide, con ux intuitive, completamente customizzate sia in ambienti virtuali che ibridi e, soprattutto, live. In soli sei mesi abbiamo collegato oltre 12mila persone da 60 Paesi nel mondo, abbiamo creato ambientazioni immersive, trasformato gli invitati in protagonisti, amplificato l’engagement mantenendo la massima stabilità, sicurezza ed esperienza. Per Scuderia Ferrari, ad esempio, avevamo l’esigenza di far interagire live con audio e video oltre 650 persone da tutto il mondo e gestire dirette televisive in contemporanea su numerose audience. Lemonn ha coordinato un sistema multipiattaforma controllato da una doppia regia che ha consentito un’esperienza fluida, dinamica e ingaggiante che ha riscosso un grandissimo successo. Ne siamo molto fieri!

di Serena Roberti
 

Rivista e20 n. 104 Feb-Mar-Apr 2021
Leggi l'articolo completo in formato digitale: