Gare

E' partita la gara media globale Vodafone. Coinvolta anche l'Italia. Budget di oltre 460 milioni di euro

La revisione riguarda planning & buying in tv, stampa, radio ed esterna in Italia, Australia, Germania, India, Sud Africa, Spagna e UK. Il pitch coinvolge, oltre all'incumbent Wavemaker, anche i principali gruppi che hanno lavorato in passato per la company come Dentsu Aegis Network e OMG, oltre a Publicis Media.

Ha preso il via la gara media globale Vodafone. Sul piatto un budget che, secondo le stime di Campaign, supera i 460 milioni di euro.

La revisione arriva dopo la decisione della compagnia telefonica di riportare inhouse la gestione del buying sui media digitali.

L'incarico riguarderebbe quindi il planning e il buying sui mezzi offline, soprattutto tv, stampa, radio ed esterna in Australia, Germania, India, Sud Africa, Spagna e UK.  Resta da capire se il pitch coinvolga, come è probabile, anche l'Italia, dove  Luca Casaura (nella foto), è da poco stato nominato Head of Brand and Advertising di Vodafone (leggi news).

L'agenzia attualmente in carica, anche in Italia, è Wavemaker,  invitata alla gara insieme ai principali gruppi media del mercato con i quali Vodafone ha lavorato in precedenza, come Dentsu Aegis Network, in carica attraverso Carat fino al 2005, OMG, che con OMD  che si era occupato  dell'incarico anche in Italia dal 2005 fino al 2014,  quando, dopo un pitch, era stato vinto dall'agenzia di GroupM, oltre a Publicis Media che non risulta però aver lavorato con l'azienda. 

Come indica una fonte interna a Vodafone, il pitch sarebbe una revisione periodica avviata dalla company ogni cinque anni.

 

EC