Media

Girelli (OMG): "Omnicom Media Group chiude il 2019 con ricavi in crescita del +10%. Il nostro Paese è uno dei più performanti a livello europeo. Nel 2020 porteremo in Italia Hearts & Science"

A trainare la crescita sono soprattutto i servizi non media. Ottima la performance di Fuse, il cui fatturato segna oltre +30%. Premiante la politica di investimenti in nuovi servizi, in particolare nelle aree legate al mondo dell'automotion e dell'elaborazione del dato. Il billing del Gruppo resta stabile. Lo ha spiegato ad ADVexpress Marco Girelli, Ceo di OMG, a margine dell'incontro organizzato oggi, 11 dicembre, a Milano, per la presentazione delle nuove linee guida per la gestione delle gare media a cura di UNA, UPA e FCP.

Quello che sta per chiudersi è stato un anno decisamente positivo per Omnicom Media Group. A dichiararlo ad ADVexpress è stato il Ceo Marco Girelli in occasione dell'incontro organizzato oggi, 11 dicembre, a Milano, per la presentazione delle nuove linee guida per la gestione delle gare media a cura di UNA, UPA e FCP (leggi news).

"Il billing si è mantenuto stabile quest'anno, anche perché il rallentamento degli investimenti nel betting ha pesato abbastanza sul totale, ma grazie alla trasformazione del nostro modello di business abbiamo registrato una crescita importante nei ricavi - ha spiegato il manager -. Omnicom Media Group chiuderà il 2019 con ricavi a +10%, grazie soprattutto a una nuova politica di investimenti dedicati in particolare ai servizi digitali, soprattutto legati alle aree dell'automotion e dell'elaborazione del dato".

A registrare ottime performance è soprattutto l'area di servizi non media, come dimostra ad esempio la forte crescita di Fuse, che segna oltre +30%.

Risultati che hanno reso l'Italia nel 2019 uno dei Paesi meglio performanti a livello europeo per il Gruppo. 

Guardando al 2020, Girelli ha anticipato ad ADVexpress: "Verranno ulteriormente potenziati i servizi legati all'e-commerce, dove già vantiamo dei clienti, e alla creatività dinamica, ovvero in grado di adattarsi ai diversi profili dell'audience. A questo proposito, per meglio rispondere alle richieste dei clienti ci avvarremo in modo più massiccio della nostra piattaforma Adylic".

"Vogliamo inoltre portare in Italia l'esperienza positiva di Hearts & Science - ha continuato Girelli - . E' un approccio che ben risponde alle nuove esigenze del mercato, che alle agenzie media chiede sempre più spesso un supporto più ampio nell'area della comunicazione". Hearts & Science, ricordiamo, è attualmente una sigla di OMG attiva in particolare negli Stati Uniti, dove segue il cliente P&G. Nel nostro Paese potrebbe rappresentare l'evoluzione di Omni@, l'agenzia nata nel 2016 e guidata da Francesco Barone.

Serena Piazzi