Evento culturale

Digital Design Days 2018: la terza edizione dell'evento rende Milano la capitale mondiale del design digitale

All’evento, che si svolgerà dal 16 al 18 marzo al Megawatt Court, sono attesi 1.500 partecipanti da 40 Paesi e 50 speaker. Da segnalare 10 workshop e 6 installazioni.

Mancano tre giorni all'apertura della terza edizione dei Digital Design Days (www.ddd.it), l’evento internazionale dedicato al design digitale, all’innovazione aperta, alle tecnologie d’avanguardia, alla creatività, che comprende anche OFFF Milano, festival della cultura post-digitale.

DDD ha già due anni di successo alle spalle, uno dei motivi per cui il Comune di Milano ne ha chiesto l'anticipazione rispetto alle date originariamente previste per renderlo parte fondamentale della Milano Digital Week. «E' un evento alla terza edizione, ma non potevamo rinunciare a partecipare alla Milano Digital Week». Ha affermato Filippo Spiezia, Co-Founder e Direttore Creativo di DDD durante la conferenza stampa di presentazione «Abbiamo trasformato Milano da capitale mondiale del Design a capitale mondiale del Digital Design». Questi i contenuti principali dei tre giorni: Apertura ufficiale venerdì 16 marzo alle ore 13 con l'incontro “Scegli il Tuo futuro", organizzato in collaborazione con la Commissione Europea. La sessione è dedicata ai giovani e agli studenti quale momento informativo sul mondo del design digitale e per entrare in contatto con le professioni del futuro. 

Dal pomeriggio di venerdì 16 fino alla sera di domenica 18 sul palco allestito al MegaWatt Court, i riflettori punteranno su designer di fama mondiale, portatori delle proprie conoscenze ed esperienze in condivisione con i partecipanti. Cinquanta gli speaker totali di cui undici donne; il design digitale parla anche al femminile, lasciando intuire le opportunità professionali aperte a tutti.

I nomi più attesi: David Carson; Joshua Davis; Ash Thorp; Kudo Takashi (TeamLab); Masashi Kawamura (Party); Anrick Bregman (Unit9); Chris Do (The Futur); Vitor Veras (Marvel Entertainment); Haraldur Thorleifsson (Ueno); Mr Bingo; Danny Yount (Prodigal Pictures); Ferdi Alici (Ouchhh); Michael Anthony Modena e Andy Thelander (Active Theory); Daan Klaver (Build in Amsterdam); Jeep Aaen (Hello Monday); Franz Fischnaller; Felipe Carvalho; Bert Musketon; Tobias Wuestefeld; Mike Zeng alias Zaoeyo. Le donne: Eylul Duranagac (Ouchhh); Ada Korvafaj (Producer at Ditroit); Marina Esmeraldo (Illustrator); Dot Lung (Mother of Social Media Dragons); Silvia Bormüller (Sketch Ambassador); Veronica Fuerte (Hey Studio); Tríona Butler (Google UX Director).

Ospite atteso, protagonista della sessione a programma sabato 17 alle 13, il Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. A un anno di distanza dal lancio di Designers Italia, la community italiana dei designer per i servizi digitali della Pubblica Amministrazione, presentata proprio alla seconda edizione dei Digital Design Days, il Team per la Trasformazione Digitale annuncia quattordici kit a disposizione delle oltre ventimila amministrazioni italiane, nati dai progetti concreti che il Team per la Trasformazione Digitale ha realizzato quest’anno. I kit sono basati su un modello aperto e collaborativo, ispirato alla cultura open source, in modo da favorire il contributo di tutti.

La sessione di apertura e questa sessione saranno trasmesse in streaming sui social di Digital Design Days. I workshop, inizialmente 6, sono saliti a 10; la richiesta formativa è molto alta, in particolare in queste occasioni dove il "docente" è un guru del settore e dove le varie professionalità trovano terreno fertile per una rapida escalation. Da non perdere, le installazioni digitali; inizialmente 4, sono diventate 6 e occupano un'area dedicata del MegaWatt. Si tratta di vere e proprio opere d'arte interattive, coinvolgenti, emozionali in chi le ammira sia per il loro aspetto esteriore, sia per la loro complessità tecnica.

Il pubblico ammirerà: NOI (Monogrid), One World one face (Adoratorio), Finding stillness (Field), AVA Particle Physics (Ouchhh). Mentre, in esclusiva per i partecipanti alla Networking Night ci saranno DEVX (Monogrid) e Digital Soul (Souldesigner).  I partecipanti dei DDD avranno possibilità di utilizzare Let's Meet, una web App innovativa realizzata da Buzz Brothers che attraverso un matching intelligente facilita il networking tra persone. Heineken Welcome Drink e la Beer2Beer Networking e Dinner Night (con la sound designer Chiara Luzzana ed il supporto di Reply Triplesense) sono i momenti serali previsti rispettivamente venerdì 16 e sabato 17 per conoscere i guru, i professionisti, scambiare contatti, creare connessioni.

La partecipazione ai DDD è libera per il meeting di apertura previsto dalle 13.00 alle 14.45 del 16 marzo; tutte le altre sessioni dello stesso giorno e dei giorni successivi prevedono l’acquisto del Pass.

Contribuiscono alla realizzazione dei DDD 2018: Nexi, Intesa Sanpaolo, Deloitte Digital, Reply Triplesense, Team per la Trasformazione Digitale, Wacom, Sky, Microsoft, Unit 9. Partner tecnici: Accademia di Belle Arti di Brera, FD Events, H2DO, Heineken, Intentions & Fatboy, Mailchimp, Pixart Printing, Sketch, Tecnodome, Totem of design, Superbello.  Agencies & supporters: Buzz Brothers, AQ, MONOGRID, Gusto IDS, Adoratorio, LAB81, Roll, MageSpecialist, 360vr Barcelona, LostConversation, Sarco, Inkout, Stefano Pollio, Plus Production. 

Media Partner: ADForum, ARTRPNR, Marketing Arena, Customer Management Insight, NetAddiction, Spot and web, Spremute Digitali, Motherboard, Lampoon, IndigoCommunication, Inno3, Vice, DotMug. 

In collaborazione con: Commissione Europea e Milano Digital Week.

MG