Poltrone

Accenture nomina Piero Zanchi a Responsabile Technology nell'area ICEG, Italia, Centro Europa e Grecia. Guiderà la strategia tecnologica della società di consulenza

Il manager è entrato in Accenture nel 1995, distinguendosi e assumendo progressivamente ruoli di crescente responsabilità nell’ambito delle trasformazioni tecnologiche complesse. Laureato in Informatica con indirizzo matematico, si è sempre interessato di avanzamento tecnologico.

Piero Zanchi (foto) assume il ruolo Responsabile Technology per Italia, Centro Europa e Grecia. Zanchi dall'inizio anno ha assunto il nuovo ruolo e guiderà la strategia tecnologica di Accenture in ICEG (Italia, Centro Europa e Grecia), portando avanti l'impegno della società nel fornire soluzioni innovative e trasformative ai propri clienti.

Laureato in Informatica con indirizzo matematico, Piero Zanchi è entrato in Accenture nel 1995, distinguendosi rapidamente e assumendo progressivamente ruoli di crescente responsabilità nell’ambito delle trasformazioni tecnologiche complesse. Dopo aver operato per due anni nella branch australiana di Accenture, ha svolto un ruolo chiave nell'apertura e nello sviluppo della sede di riferimento del Middle East a Dubai. Negli ultimi anni è stato Managing Director di Accenture Digital e responsabile Accenture per le Intelligent Platform Services di Italia, Centro Europa e Grecia.

Piero si è sempre interessato di avanzamento tecnologico ed è appassionato dal trasformarlo in impatto sociale positivo. La formazione e crescita dei giovani talenti è sua priorità, e la declina ad esempio anche come relatore presso alcune università italiane.

"Assumere questa posizione chiave in un momento così cruciale del settore tecnologico è un'opportunità ed una responsabilità straordinaria. Sono determinato nel portare avanti la nostra missione di fornire soluzioni innovative e trasformative ai nostri clienti " commenta Piero Zanchi.

L'Italia riveste un ruolo di primaria importanza per Accenture, essendo il quarto Paese per rilevanza e radicamento sul territorio. Con una media di 3.500 nuove assunzioni all'anno, l'azienda dimostra un forte impegno nell'investire sul talento locale e nello sviluppo delle risorse umane. Come leader globale nei servizi professionali, Accenture continua a destinare notevoli risorse al mercato italiano, contribuendo alla crescita economica e tecnologica del Paese e offrendo opportunità di lavoro e di sviluppo professionale per i talenti locali.