Evento b2b

A quattro anni dall'ultima edizione, torna a Milano il Salone Internazionale del Bagno con 172 espositori su oltre 17mila mq di superficie

La più giovane tra le rassegne di settore all’interno del Salone del Mobile.Milano si prepara per l’edizione 2022, dal 7 al 12 giugno a Rho Fiera Milano. L’avanguardia del mondo del wellness si dà appuntamento in presenza per l'8a edizione, che confermerà la vocazione al comfort e al benessere intrecciandosi con una propensione verso la sostenibilità.

Nato nel 2003 come settore all’interno del Salone Internazionale del Mobile, diventando rassegna autonoma nel 2006, il Salone Internazionale del Bagno riflette l’evoluzione del locale da bagno all’interno delle abitazioni, da spazio esclusivamente di servizio ad ambiente per il relax e il benessere tout court.

La più giovane tra le rassegne di settore all’interno del Salone del Mobile.Milano si prepara per l’edizione 2022, dal 7 al 12 giugno a Rho Fiera Milano. L’avanguardia del mondo del wellness si dà appuntamento dopo quattro anni dall’ultima manifestazione in presenza con 172 espositori (di cui 15% esteri) su oltre 17.000 mq di superficie.

Nella 8a edizione, si confermerà la vocazione al comfort e al benessere che si intreccia con una propensione verso la sostenibilità. Nelle nuove proposte per i bagni moderni emerge forte una voglia di efficienza e risparmio. Senza naturalmente rinunciare a ergonomia, colori e accessori che creino emozione ed esaltino la sensazione di benessere da vivere in questo spazio.

“Con il Salone 2022 finalmente le aziende torneranno a esporre fisicamente con gli stand, costruiti per proporre tutte le novità dal vivo. Questo permetterà di avere una vetrina sul mondo del design ma anche su quello della distribuzione, con tutti gli attori che finalmente potranno essere insieme. È dal 2018 che questo non avviene. Nel 2020 l’edizione è stata sospesa per la pandemia in corso, ma nel 2021 il Supersalone ci ha comunque permesso di reincontrarci di persona e di mettere in mostra dal vivo i nostri prodotti. Per ovvi motivi non ha potuto avere la forza che ha un Salone tradizionale. Ma averlo organizzato ed esserci è stato comunque importante. Ora con l’edizione del 2022 ci auguriamo di tornare davvero alla normalità”, ha commento Elia Vismara, presidente di Assobagno.

Anche tra le aziende, la  voglia di tornare a vivere la rassegna in presenza è un sentimento diffuso, per toccare con mano l’evoluzione del bagno maturata in questi anni, con un’attenzione speciale alla sostenibilità.