Evento b2b

Milano capitale dell’innovazione: a ottobre torna la terza edizione del Milan Fintech Summit, l’evento internazionale sull’evoluzione dei servizi finanziari

I CEO delle eccellenze del comparto italiane e internazionali, player finanziari tradizionali e Istituzioni insieme per indagare e capire i trend attuali e futuri e le evoluzioni del settore. L’appuntamento è per il 5, 6, 7 ottobre a Milano. Novità di quest’anno: un’area espositiva in cui numerose realtà fintech presenteranno le proprie soluzioni e saranno a disposizione per incontri e dimostrazioni.

I CEO delle eccellenze Fintech italiane ed internazionali, player finanziari tradizionali e Istituzioni insieme per indagare e capire i trend attuali e futuri del fintech e le evoluzioni del settore finanziario. Tutto questo è Milan Fintech Summit, la cui terza edizione – la prima in presenza – si terrà a Milano il 5, 6, 7 ottobre 2022. 
L’evento, punto di riferimento del settore a livello internazionale, è promosso e organizzato da Fintech District - l’ecosistema di riferimento per il fintech in Italia - e da Business International - Fiera Milano, con il supporto del Comune di Milano tramite Milano&Partners e ha l’obiettivo di rafforzare il ruolo di Milano quale capitale dell’innovazione e valorizzare l’ecosistema italiano a livello internazionale, attrarre investimenti e talenti, creare occasioni di business networking. 
Si conferma nuovamente Chairman delle giornate di lavoro Alessandro Hatami, tra i partecipanti il Co- Founder & CEO di Qonto Alexander Prot, Giuseppe Vegas Chairman di Arisk ed ex presidente di Consob, Paolo Zaccardi Co-founder e CEO di Fabrick, Clément Mauguet Co-Founder di Agicap, Shalini Kurapati Co- Founder and CEO di Clearbox AI, Sergio Zocchi CEO di October Italia e Presidente di Italia Fintech, Carlo Gualandri CEO di Soldo, Matteo Rizzi, Co-Founder FTS Group.

Rilevante la presenza della keynote speaker Omobola Johnson, Senior Partner di TLcom Capital, società di venture capital specializzata in investimenti in aziende tecnologiche dell'Africa sub-sahariana. Omobola Johnson è stata anche Ministro delle tecnologie e della comunicazione in Nigeria dal 2011 al 2015, periodo durante il quale la percentuale di persone online in Nigeria è quasi raddoppiata.


Novità di quest’anno: un’area espositiva in cui numerose realtà fintech presenteranno le proprie soluzioni e saranno a disposizione per incontri e dimostrazioni. L’edizione 2022 è organizzata insieme a FintechStage Group, già promotore del FinTechStage Festival. Gli organizzatori dei 2 eventi hanno deciso di unire le forze e realizzarne uno unico per ampliare il network di realtà coinvolte, mettere a fattor comune il know-how e agire come un'unica voce a beneficio dell’evento e di conseguenza del settore.


Continua l’ascesa del Fintech che nel 2021 a livello globale ha registrato un fatturato di 143 miliardi di dollari e una raccolta di investimenti per 121,5 miliardi. Un’espansione senza precedenti trainata dai segmenti Personal Finance e Digital Payments, per i quali al 2025 è attesa un’ulteriore crescita del 14%. L’Italia con round di investimenti milionari è il primo paese per ammontare raccolto. È quanto emerge dall’analisi di Cross Border Growth Capital secondo cui da inizio 2022 nel nostro Paese sono già sei i round con size maggiore di 1 milione, tra cui quelli di Scalapay (188,1 milioni) e Moneyfarm (53 milioni). 


Il Fintech italiano sta vivendo un vero e proprio momento di fermento. L'ecosistema di aziende è in costante crescita e le banche e gli altri attori del sistema finanziario hanno sviluppato nuovi canali e servizi digitali facendo sempre maggiore leva sulla collaborazione; consumatori italiani e PMI mostrano ogni anno di più una maggiore propensione nei confronti del digitale e dei servizi finanziari più innovativi1.

L’entrata in vigore della PSD2, nuova direttiva europea sui servizi di pagamento, ha inoltre rimescolato le carte, ampliando le opportunità per startup e operatori Fintech, in una logica sempre più di Open Finance.

Milan Fintech Summit vuole promuovere l’ecosistema Fintech italiano a livello internazionale e agevolare l’ingresso di realtà straniere sul mercato nostrano. La validità e l’efficacia dell’iniziativa è dimostrata dai numeri del programma Soft Landing implementato a latere da Fintech District e Milano&Partners che apre le porte della Community a realtà estere non ancora operative in Italia, per agevolare l’accesso attraverso la creazione di relazioni, visibilità e piani di azione strutturati. Dall’ultima edizione del Summit, Fintech District e Milano&Partners sono entrate in contatto con 73 aziende straniere, di cui 13 unicorni: di queste 11 sono già diventate operative in Italia e 5 lo saranno a breve.

L’agenda completa e le informazioni relative alle iscrizioni sono disponibili al sito www.milanfintechsummit.com

La manifestazione vede tra i suoi partner alcuni dei principali brand nazionali e internazionali del comparto, come Fabrick, FTSGROUP, Arisk, Mia Fintech, Neosurance, viafintech, Conto Lingotto, Finanza.tech, Lending Solution, Recrowd, LEXIA Avvocati, October, Crescitalia, modefinance, Opyn, Tech Italia Lab, Uk Confederation, e il patrocinio di associazioni di riferimento, come Italian Insurtech Association, Associazione Blockchain Italia, AIFI, InnovUp, Italia Fintech, Italian Tech Alliance, La Carica delle 101 e Fin+Tech.