Gare

BMW affida ad iProspect (Dentsu), dopo gara, il media offline in Europa

L'agenzia parte del Gruppo (nella foto Paolo Stucchi, Ceo Southern Europe) che già segue il media della casa automobilistica in Italia tramite Vizeum, si occuperà del planning & buying offline del player tedesco dell'automotive cui fanno capo i marchi BMW e Mini.

Bmw Group ha chiuso la gara media avviata in Europa affidando la gestione dei media offline ad iProspect, l'agenzia di Dentsu, che si occuperà del planning e del buying. (Nella foto Paolo Stucchi, Ceo Southern Europe della holding). La sigla era già al lavoro sul cliente in alcuni mercato europei.

Il Gruppo tedesco cui fanno capo i brand BMW e Mini, collabora già con Dentsu in Italia, dove lavora con Vizeum, mentre in UK da sei anni il media della casa automobilistica è gestito da Wavemaker (WPP). 

Con la vittoria della gara Dentsu, che già lavorava con BMW in nove mercati, acquisisce l'incarico in altri quindici Paesi, per un totale di ventiquattro, tra cui Italia, Francia, Svezia, Polonia e Germania, Regno Unito e Spagna. 

Al pitch avrebbero partecipato anche Wavemaker e MediaPlus (Serviceplan).  

Le attività media sul digitale, come anche creatività, dati e consulenza per l'online, non erano in discussione e sono gestite da The Engine, il team di agenzie composto da Mediamonks (S4 Capital), Serviceplan Group con MediaPlus e Berylls Strategy Advisors. 

L'incarico creativo di BMW, invece, è seguito da The Game Group, creata per gestire il cliente dal raggruppamento che nel 2021 ha vinto la gara e che comprende Jung Von Matt ed Experience One. In Italia è attiva anche una collaborazione con M&C Saatchi.