Gare

Consorzio Grana Padano riconferma Mediaedge:cia

La centrale guidata da Stefano Sala ha avuto la meglio su Carat, Omd e Universal McCann. In una fase iniziale aveva partecipato anche Zenith Optimedia che poi aveva deciso di ritirarsi. Il budget dell'incarico è di circa 15 milioni per il biennio.

Si è conclusa la gara indetta dal Consorzio Grana Padano  per la riassegnazione del budget media 2006-2007. L'incarico è stato riaffidato a Mediaedge:cia , che già lo gestiva.

La centrale guidata da Stefano Sala (nella foto) ha avuto la meglio su Carat, Omd e Universal McCann. In una fase iniziale aveva partecipato anche Zenith Optimedia che poi aveva deciso di ritirarsi. Il budget dell'incarico è di circa 15 milioni per il biennio.

La gara è stata gestita da Media Advisor, società di media auditing guidata da Arcangelo Di Nieri , che ha sottoposto all'azienda un'analisi e le valutazioni delle proposte dei centri media coinvolti.

"Siamo contenti che il cliente abbia seguito le indicaizoni da noi fornite - spiega ad ADVexpress Di Nieri -. Abbiamo valutato con attenzione 4 aspetti della proposta - l'aspetto strategico, il buying, la pianificazione e la remunerazione - e abbiamo reputato che l'idea di Mediaedge:cia fosse leggermente superiore a quella degli altri centri media. Non si è comunque trattato di uno scarto netto".

Anche se al momento non è nota la tempistica, il Consorzio dovrebbe tornare a breve in comunicazione con un nuovo flight su stampa e con gli spot del 'Grana Padao' già realizzati da Leo Burnett. L'agenzia pubblicitaria si era aggiudicata l'incarico creativo nel novembre del 2004 a seguito di una gara.