Congresso - convegno

AIM Group ha realizzato Casa FIMP: un congresso virtuale ricco di human touch

Una piattaforma 3D immersiva ha accolto i medici pediatri di famiglia per il loro congresso annuale. Il format e l’ambientazione originali hanno garantito una grande personalizzazione e interazione.

“A braccia aperte... a Casa FIMP”: un’esperienza unica e inedita per un congresso medico-scientifico ha offerto la possibilità di trasformare l’esigenza di convertire il congresso annuale in versione digitale in occasione di incontro in una modalità innovativa, mantenendo alti sia la partecipazione sia il coinvolgimento. Dopo molti anni di proficua collaborazione, AIM Group International ha ideato e organizzato il progetto insieme alla FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri).

“Avevamo bisogno di riprogettare il XIV Congresso Scientifico Nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), che avrebbe dovuto svolgersi sul Lago Maggiore (Italia). Nel ripianificare l’evento online, ci siamo impegnati per valorizzare al massimo le opportunità offerte dall’ambiente virtuale in termini di immaginazione, interazione dei partecipanti e multimedialità” spiega Francesca Manzani, business manager di AIM Group International. “Il cliente non voleva perdere il senso di calore umano e la spontaneità tipici delle loro conferenze annuali. La nostra soluzione è stata un progetto creativo concepito da zero, dimenticando il format e le modalità tipiche del tradizionale evento live, per dare vita a un evento originale, personalizzato sulle caratteristiche della comunità dei pediatri di famiglia”.

Alcune delle caratteristiche principali del congresso virtuale, realizzato dal 15 al 17 ottobre, sono state:

  • Un ambiente immersivo in 3D. La casa, riprodotta con una grafica sofisticata e accattivante, ha permesso ai partecipanti di vivere una visita piacevole, con percorsi chiari e contenuti facili da trovare e consultare.
  • Semplice come una visita a casa di un amico. Il soggiorno era il cuore della casa, dove i partecipanti potevano muoversi liberamente per trovare le sessioni parallele in stanze diverse. La visita era semplice: cliccando sul monitor TV iniziava la trasmissione delle sessioni mentre una chat box consentiva di porre domande in diretta.
  • Fruizione personalizzata dei contenuti. Ogni partecipante poteva muoversi liberamente tra le stanze e il giardino. Ogni visita era personale e unica. Ogni area proponeva temi diversi. In Cucina: alimentazione, cucina vegetariana o diabete; in Camera da letto: neuroscienze e disturbi del sonno; nello Studio: neurosviluppo infantile, bambini ipotonici, gastroenterologia e appropriatezza degli antibiotici; in Giardino: neuropsichiatria infantile e dermatologia.
  • Incontrare gli sponsor in giardino. Nel soggiorno, alcuni quadri alle pareti mostravano i nomi degli Sponsor che i partecipanti potevano incontrare in giardino. Dalla vista panoramica dell’area espositiva, i partecipanti potevano scegliere quali stand visitare e così consultare brochure, guardare video promozionali, andare su link esterni e avviare un modulo di contatto diretto o una videochat con lo staff dello sponsor.

“Siamo davvero soddisfatti dei risultati raggiunti attraverso questo originale evento digitale che è un esempio lampante di come i professionisti degli eventi possano contribuire a progettare e realizzare eventi efficaci e memorabili, anche in formato virtuale” sottolinea Patrizia Semprebene Buongiorno, vicepresidente di AIM Group International. “Negli ultimi mesi, il nostro ruolo è parzialmente cambiato poiché non possiamo realizzare eventi in presenza e dobbiamo muoverci solo nel mondo digitale. Ma è chiaro che la nostra lunga esperienza nella condivisione della conoscenza, la nostra profonda comprensione delle esigenze delle associazioni mediche e scientifiche, le nostre relazioni con gli sponsor e la nostra competenza sul coinvolgimento dei delegati, ci rendono strategici nel trovare soluzioni creative ed efficaci che garantiscano il successo dell’evento”.

La soddisfazione da parte dell’Associazione Scientifica è stata senza dubbio alta, così come testimonia il Presidente FIMP dott. Paolo Biasci: “Abbiamo accolto molti partecipanti nella nostra casa virtuale e c’è stata una partecipazione attiva e una grande interazione, con tante domande e discussioni tra i relatori. È stato un bel congresso e abbiamo ricevuto un grande apprezzamento. Quest’anno i ringraziamenti e le congratulazioni sono particolarmente giustificati, perché tutto era nuovo e tutto è andato bene. Un grande grazie al meraviglioso team di AIM Group, un grande team che ci assiste da tempo e continuerà a supportarci negli eventi a venire".

L’intera Impact Story è consultabile online e un breve video mostra la Casa FIMP e i risultati del congresso